Master Group Volley Cup, Play Off Quarti di Finale Gara 2: Novara vola in semifinale, Piacenza si regala la bella

Novara espugna in quattro set il Pala Norda di Bergamo e conquista la semifinale. Piacenza corsara a Busto Arsizio pareggia la serie e riapre il discorso qualificazione.

piacenza
L’esultanza di Piacenza che si regala la possibilità di giocare gara 3

Unendo Yamamay Busto Arsizio – Nordmeccanica Rebecchi Piacenza 1-3 (25-22; 18-25; 21-25; 16-25)

CORSARA – Grazie ad una grande prova d’orgoglio la Nordmeccanica Rebecchi Piacenza espugna il Pala Yamamay e si regala la possibilità di giocarsi la bella mercoledì sera tra le mura amiche, l’Unendo Yamamay Busto Arsizio vince il primo set ma subisce poi la crescita delle emiliane e non riesce a tenere il ritmo delle ospiti.

Busto ritrova Havelkova dall’inizio e Piacenza riparte con capitan Leggeri e Van Hecke, la belga sarà l’mvp con 23 punti ed il 47% in attacco. Avvio equilibrato con le due squadre che si studiano quindi Busto trova il primo break e lo porta sino in fondo per l’1-0. Con le spalle al muro Piacenza si accende e sul 15-15 del secondo set piazza un break di 7-0 sul servizio di Kozuch che si dimostra letale per le bustocche ed impatta con un perentorio 18-25. Vargas è chirurgica (17 punti con 11/15 e 6 muri) e Sorokaite propositiva (16 per lei) Dirickx si affida a loro oltre che all’opposta belga per comandare anche nel terzo parziale. Subito avanti 4-8 il tentativo di rimonta nel finale da parte delle bustocche è tardivo e Piacenza si porta in vantaggio per 2-1. Il quarto – dopo un inizio equilibrato – è un monologo piacentino con coach Parisi che getta nella mischia tutte le sue giocatrici ma non trova risposte positive eccetto che da Diouf che chiude con 15 punti (anche se meno efficace del solito) e da Lyubushkina 13 con il 54% offensivo. Mercoledì sera si ritorna a Piacenza per la decisiva gara 3.

Tabellino:

Busto Arsizio: Diouf 15, Lyubushkina 13, Havelkova 9, Marcon 7, Pisani 7, Wolosz 5, Leonardi(L); Perry 3, Aelbrecht 1, Michel 1, Camera, Degradi. N.e: Rania(L).

Piacenza: Van Hecke 23, Vargas 17, Sorokaite 16, Leggeri 7, Di Iulio 5, Dirickx 2, Cardullo(L); Kozuck 5, Caracuta, Valeriano. N.e: Angeloni, Poggi(L), Wilson.

Foppapedretti Bergamo – Igor Gorgonzola Novara 1-3 (26-28; 25-23; 22-25; 19-25)

ESPERIENZA – L’Igor Gorgonzola Novara soffre per tre set ma passa grazie all’esperienza delle sue giocatrici sulla giovane Foppapedretti Bergamo caparbia nel provarci fino all’ultimo pallone. Decisive per la vittoria le giocate di Barun e Klineman, l’opposta croata a segno 26 volte con 6 muri e la banda americana con 19 punti ed il 49% offensivo, doppia cifra anche per Chirichella che piazza 5 muri. Dall’altra parte della rete ottima prova di Sylla pescata dalla panchina e autrice di 22 punti con il 50%, bene Loda a referto 15 volte (11 solo nel primo set) e Plak che chiude con 17, da segnalare anche i 5 muri di Melandri.

UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO - IGOR GORGONZOLA NOVARA
Katarina Barun ancora decisiva per la vittoria di Novara

Parte subito forte Novara che conduce agevolmente il primo set ma nel momento di chiudere si inceppa ed è costretta ai vantaggi dove chiude al secondo set point. Le ragazze di Pedullà conducono anche il secondo parziale ma superata quota 20 Bergamo oltre che ad impattare sorpassa e conquista la parità. Nel terzo set la Foppa è galvanizzata e Novara un po’ appannata e le padrone di casa ne approfittano per condurre fino al 16-14. Ma dopo il secondo time-out di squadra Novara ritrova il vantaggio e porta a casa il parziale che risulta essere quello decisivo perché nel quarto Bergamo va subito sotto e l’Igor spinge sull’acceleratore portandosi a casa l’incontro e la conquista della semifinale.

Tabellino:

Bergamo: Plak 17, Loda 15, Melandri 11, Paggi 5, Radecka 4, Blagojevic 1, Merlo(L); Sylla 22, Mambelli, Mori. N.e: Deesing.

Novara: Barun 26, Klineman 19, Chirichella 11, Hill 10, Guiggi 6, Signorile 1, Sansonna(L); Bonifacio 3, Partenio 2, Alberti, Kim. N.e: Zanette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *