Tris rosanero al Friuli: Udinese-Palermo 1-3 e Stramaccioni a rischio

UDINE – Il Palermo di Beppe Iachini espugna il Friuli con un sonoro 3-1 e ritrova la vittoria dopo sei giornate di astinenza. L’Udinese di Stramaccioni, d’altro canto, gioca male e cade per la seconda volta in cinque giorni dopo lo scivolone col Parma. In classifica i rosanero consolidano l’undicesima posizione mentre i bianconeri vengono scavalcati dal Chievo, uscito vittorioso dal Manuzzi.

PRIMO TEMPO – Illusione iniziale per i tifosi friulani con un destro a giro di Totò Di Natale con la sfera che sibila all’esterno della rete. Replica il Palermo cinicamente al 15’: Dybala scarica per Lazaar che di prima intenzione, con una staffilata da fuori area, pietrifica l’incolpevole Karnezis e palla all’incrocio dei pali per il vantaggio ospite. E’ il secondo gol in stagione per l’esterno marocchino dopo la bordata messa a segno contro il Napoli. Gli uomini di Stramaccioni accusano il colpo e nemmeno il tempo di reagire che arriva il secondo gol rosanero sei  minuti dopo: Vazquez evita con astuzia una rimessa laterale e imbecca Dybala che crossa verso il centro trovando l’inserimento puntuale di Rigoni per il 2-0 palermitano. Due assist vincenti per il corteggiatissimo Dybala che al 25’ prova a colpire su un calcio di punizione che non impensierisce Karnezis che blocca senza problemi. Bisogna aspettare il 35’ per assistere a un’occasione di marca bianconera: Jajalo perde palla nella zona nevralgica di centrocampo, ne approfitta Guilherme che si fa vedere con una forte conclusione che termina altissimo. Il Palermo di Iachini gioca una partita a viso aperto contro una spenta Udinese che fa fatica a trovare il bandolo della matassa. Al 44’ il Palermo sfiora il tris: un passaggio filtrante di Vazquez rompe in due la difesa bianconera e nell’insenatura si inserisce Dybala che è abile a dribblare Karnezis ma non è altrettanto bravo a scaraventare la sfera in rete a porta sguarnita. Dopo un minuto di recupero squadre negli spogliatoi sotto una fitta pioggia di fischi da parte dei tifosi friulani che vedono i propri beniamini soccombere per 2-0.

SECONDA FRAZIONE – Il tecnico friulano prova a cambiare le carte in tavola puntando sui centimetri di Perica al posto di un impalpabile Piris. Al settimo della ripresa Jajalo devìa un cross radente del bianconero Guilherme rischiando l’autorete e Sorrentino può tirare un sospiro di sollievo. Quattro minuti dopo il suo collega Karnezis blocca sicuro su una conclusione di un ispirato Vazquez. Al 18’ azione corale friulana: una conclusione di Widmer  viene smorzata da una respinta rosanero con la sfera che giunge a Pinzi che manda alto da posizione ravvicinata. La dura legge del gol cantavano gli 883: gol sbagliato, gol subito. Al 21’ un sontuoso colpo di tacco di Vazquez libera lo stantuffo Rispoli che sforna l’assist vincente per il tris di Chochev che liquida l’incolpevole Karnezis e chiude a chiave il match siglando la sua prima rete ufficiale nel campionato di Serie A. Reagisce tardivamente l’Udinese che trova il gol della bandiera a nove dal termine con il destro di Totò Di Natale pescato da un assist al bacio di Allan. Allo stadio Friuli finisce 3-1 per la band rosanero: tornano a sorridere Iachini e Zamparini mentre il patron bianconero Pozzo abbandona lo stadio Friuli scuro in volto e ciò non lascia presagire nulla di buono per il futuro del suo attuale tecnico Andrea Stramaccioni, ora più che mai sulla graticola.

UDINESE-PALERMO 1-3

Marcatori: 15’ pt Lazaar (P), 21’ pt Rigoni (P), 21’ st Chochev (P), 36’ st Di Natale (U)

UDINESE (3-5-2) – Karnezis 5.5; Piris 5.5 (1’ st Perica 5), Danilo 6.5, Wague 5; Widmer 4.5, Allan 6.5, Pinzi 5.5, Guilherme 6 (33’ st Aguirre sv), Gabriel Silva 5.5; Thereau 5 (24’ st Badu 5.5), Di Natale 6.5. A disposizione: Meret, Scuffet, Bubnjic, Domizzi, Hallberg, Pasquale, Bruno Fernandes, Geijo, Zapata. All. Andrea Stramaccioni 5

PALERMO (3-5-1-1) – Sorrentino 6 ; Vitiello 5.5, Gonzalez 6, Andelkovic 6; Rispoli 6.5, Rigoni 6.5, Jajalo 5.5 (21’ st Bolzoni 6), Chochev 6.5, Lazaar 7; Vazquez 7 (28’ st Belotti sv), (40’ st Maresca sv); Dybala 6.5. A disposizione: Ujkani, Milanovic, Ortiz, Terzi, Daprelà, Bentivegna, Della Rocca, Quaison, Joao Silva. All. Giuseppe Iachini 7.

LAZAAR 7 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – L’esterno rosanero corona una prestazione discreta con un gol da cineteca: una sberla da fuori area che scaraventa la palla in rete e spiana la strada ai suoi, tutta in discesa. DILIGENTE.

Ammoniti: Danilo, Guilherme, Aguirre (U)

Espulsi: /

Arbitro: Dino Tommasi di Bassano del Grappa

Assistenti: La Rocca-Valeriani   Quarto ufficiale: Meli   Arbitri addizionali: Calvarese-Pasqua

Note: Angoli 7-3 per l’Udinese. Recupero 1’ pt, 3’ st.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *