L’orgoglio del Parma, il sorpasso della Lazio e le visioni di Inzaghi: ecco il pagellone della 30^ giornata di Serie A

10 PARMA – Un capolavoro inaspettato. Donadoni e i suoi ragazzi compiono un’impresa titanica: battere la Juventus. Probabilmente non servirà per salvarsi ma l’orgoglio e la determinazione messa dai giocatori del Parma sono un esempio per lo sport. TITANICI.

9 LAZIO – Sorpasso effettuato. Giusto una settimana fa la Roma aveva strozzato in gola la gioia biancocelesti vincendo contro il Napoli e tenendo il secondo posto. Ma questa Roma sembra avere le batterie scariche mentre Klose e soci sono lanciatissimi verso il secondo posto e oltre. SICUREZZA.

8 NAPOLI – Finalmente il Napoli torna a fare il Napoli. Vince 3-0 liquidando una Fiorentina in pessima giornata (Savic su tutti) e ricomincia a lottare per il terzo posto. Sia mai che San Gennaro faccia qualche miracolo.. IN RIPRESA.

7 INTER – Forse è solo l’ultimo canto del cigno, ma l’Inter vista contro il Verona sembrava quella di qualche partita fa, dove giocava discretamente e sopratutto portava punti a casa. L’europa rimane un piccolo miraggio ma nelle ultime 8 giornate tutto può succedere. RIALZATA LA TESTA.

6 PALERMO – I rosanero vincono contro l’Udinese e di fatto sono salvi. Non che corressero dei rischi ma visto l’andamento delle ultime quattro squadre, arrivare vicino a quota 40 quest’anno è la certezza per rimanere in Serie A. MISSIONE COMPIUTA.

5 JUVENTUS – Capita a tutti di prendere sottogamba una partita. Il male minore è stato quello di aver perso contro l’ultima perché il pensiero era già alla notte di champions e non perché la squadra sia in crisi. Un piccolo passo falso in una stagione fino a qui superlativo. INCIAMPATI.

4 EMPOLI – 4 gol presi all’Olimpico ci possono stare. Quello che è sembrato mancare è stata l’aggressività e il bel gioco espresso fino a qui dalla squadra di Sarri. La salvezza non sembra in discussione ma i toscani devono riprendersi immediatamente. PASSO FALSO.

3 CAGLIARI – Altra sconfitta, contro il Genoa questa volta, e Serie B sempre più vicina. Forse il calcio di Zeman è arrivato al capolinea? CONFUSI E INFELICI.

2 CESENA – Come il Cagliari, altra sconfitta, questa volta in casa contro una diretta rivale, con speranze di rimanere nella massima lega davvero assottigliate. Peccato, perché il Cesena è una bella realtà. SUL BARATRO.

1 MILAN – Ennesima partita ed ennesima visione di inzaghi. Nel post gara super Pippo, annebbiato dalla rabbia per il pareggio contro la Samp, difende la squadra rammaricandosi del pareggio parlando come se il Milan avesse dominato. Non sappiamo che partita abbia visto l’ex goleador rossonero, ma i fatti sono altri: molti giocatori del Milan non sono da Milan e c’è poco da fare. Mister Inzaghi chiaramente questo non può dirlo ma immaginiamo che sappia questa cruda verità. DELUSIONE DILUDENDO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *