Master Group Volley Cup, Play Off Quarti di Finale Gara 3: Conegliano e Piacenza tornano in semifinale, eliminate Modena e Busto Arsizio

Conegliano espugna il Pala Panini di Modena al tie-break e da domani disputerà la sua terza semifinale consecutiva. Le bicampionesse d’Italia di Piacenza sconfiggono in quattro set Busto Arsizio e restano in corsa.

conegliano
L’Imoco Conegliano espugna Modena e vola in semifinale

Liu Jo Modena – Imoco Volley Conegliano 2-3 (25-21; 23-25; 18-25; 25-23; 13-15)

TRASFERTA – L’Imoco Conegliano realizza la prima grande sorpresa di questi play-off. Espugnando per 2-3 il Pala Panini di Modena estromette dalla corsa alla scudetto la terza teste di serie Liu Jo Modena e raggiunge per la terza volta consecutiva le semifinali scudetto. Fuori subito le emiliane autrici di un ottimo campionato che però le ha viste leggermente in calo nelle ultime uscite e strada aperta per una squadra che ad inizio stagione era accredita come forte pretendente al titolo ma, anche a causa di alcuni infortuni, non era riuscita ad esprimersi al meglio durante la regular season.

LA PARTITA – C’è grande equilibrio e molta tensione in avvio, diversi errori da ambo le parti, con Modena che riesce a creare un break di due punti sul 16-14 e superata quota 20 lo incrementa per portarsi sull’1-0. Nel secondo set si scalda Ozsoy – la migliore delle sue con 26 punti il 42% in attacco ed il 65% di ricezioni perfette – e Conegliano parte avanti di quattro punti. A metà set Modena impatta e si porta nuovamente in vantaggio sul 21-19, tuttavia Conegliano non ci sta e il rush finale la premia per l’1-1. Il terzo set resiste in equilibrio fino al 13-13 ed è a questo punto che l’Imoco realizza un tremendo parziale di 8-0 che non può essere colmato con Adams più imprecisa in attacco del solito ma a segno con 6 muri che non permette all’attacco emiliano di passare. Comincia il quarto set e Modena stacca la spina, Conegliano vola 6-10 e sembra fatta per le pantere, ma la Liu Jo esce bene dal momento di difficoltà e trascinata da capitan Piccinini a segno 16 volte con il 44% e da Folie che realizza 13 punti di cui 5 a muro compie un importante break che le permette di crearsi un solco (22-16) che rende vano il tentativo di rimonta veneto. Il tie-break è un susseguirsi di emozioni, Modena vola 4-0 ma l’Imoco reagisce subito e sorpassa sul 5-6, break veneto e contro break emiliano per l’8-8, poi lo 0-5 che indirizza la gara per Conegliano, Modena prova ad accorciare e ci riesce fino al 12-13, ma un errore in attacco regala il match point, Conegliano si auto annulla il primo ma sul secondo Nicoletti picchia da zona 2 e manda le venete in semifinale.

La stagione di Modena si chiude con il bel ricordo della finale di Coppa Italia giocata alla pari contro Novara e di una regular season ad altissimo livello. Quella di Conegliano proseguirà da domani sera con la semifinale contro Casalmaggiore.

Tabellino:

Modena: Fabris 18, Piccinini 16, Rousseaux 15, Folie 13, Heyrman 8, Rondon 2, Arcangeli(L); Crisanti 2, Kostic 1, Ikic, Maruotti, Muri. N.e: Petrachi(L).

Conegliano: Ozsoy 26, Adams 14, Fiorin 10, Barazza 9, Glass 4, Nikolova 4, De Gennaro(L); Nicoletti 6, Barcellini, Katic. N.e: Arimattei, Furlan, Boscosuro(L).

piacenza
L’esultanza di Piacenza al termine di gara 3

Nordmeccanica Rebecchi Piacenza – Unendo Yamamay Busto Arsizio 3-1 (28-26; 25-19; 15-25; 25-18)

CONFERMA – La Nordmeccanica Rebecchi Piacenza sconfigge in quattro set l’Unendo Yamamay Busto Arsizio e vola in semifinale scudetto contro Novara. Confermato quindi il risultato della scorsa stagione quando Piacenza vinse lo scudetto proprio contro le bustocche, anche se in questo campionato Busto Arsizio partiva più accredita rispetto alle avversarie ma né nella finale di Coppa Italia né in questa serie di quarti (esclusa un’ottima gara 1) è riuscito a dimostrarlo. Le lombarde hanno cominciato ad accusare la stanchezza per le fatiche europee mentre le emiliane sono tornate a giocare come nel finale di campionato.

LA PARTITA – Pronti via e Busto è decimante più aggressiva e conduce per 4-8, Piacenza non ci sta e trascinata da Sorokaite 23 punti e Di Iulio 18 punti entrambe con il 45% offensivo impatta e porta il set ai vantaggi dove entrambe le squadre hanno due set point e la prima a sfruttarlo è la Rebecchi. Busto si affida alla solita Lyubushkina che anche stasera è una spina nel fianco per la difesa di Piacenza con i suoi 17 punti (14/22 in attacco a cui aggiunge 2 ace) e ad Havelkova 18 punti con il 43% e 6 muri, ma non possono bastare perché dall’altra parte della rete c’è anche Vargas che ferma gli attacchi delle biancorosse per sei volte e dal 16-13 Piacenza è un monologo che porta il match sul 2-0. Il terzo è il set dell’orgoglio per Busto, un’opaca Diouf mette a segno 6 dei suoi 12 punti in questo parziale e regala speranze alle lombarde, ma stasera è la serata di piacenza e soprattutto delle sue due schiacciatrici che attaccano al meglio tutti i palloni. Piacenza vola 15-7, il turno al servizio di Marcon riporta Busto a –2 ed è qui che finisce la partita perché Piacenza realizzato il sedicesimo punto scappa nuovamente e stavolta in modo definitivo per il 25-18.

Si chiude così la stagione di Busto, protagonista in Europa grazie alla finale di Champions, non lo è stata altrettanto in campionato. Prosegue quella di Piacenza che può difendere il titolo conquistato nelle ultime due stagioni.

Tabellino:

Piacenza: Sorokaite 23, Di Iulio 18, Vargas 13, Van Hecke 9, Dirickx 4, Leggeri 2, Cardullo(L); Angeloni, Caracuta, Kozuck, Valeriano. N.e: Poggi(L), Wilson.

Busto Arsizio: Havelkova 18, Lyubushkina 17, Diouf 12, Marcon 9, Wolosz 5, Pisani, Leonardi(L); Aelbrecht 2, Degradi 2, Perry 1, Camera. N.e: Michel, Rania(L).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *