Super-Napoli: quaterna al Wolfsburg, semifinali vicine!

Wolfsburg – Chi l’avrebbe mai detto? 4-1 in Germania, semifinali ipotecate: questo il responso della gara di Wolfsburg, in cui il Napoli domina in modo torrenziale, seppellendo sotto un poker di gol i quotatissimi tedeschi. Hamsik, doppietta-Higuain e gol del neoentrato Gabbiadini, prima del gol di Bendtner, utile solo a diminuire lo svantaggio in vista del ritorno. Ma ai tedeschi serve l’impresa titanica: fare quattro gol (a zero) al San Paolo pare irreale, dopo i novanta minuti di stasera.


SUPER NAPOLI, SUPER BENITEZ –
Nel giorno del 55mo compleanno, Rafa Benitez le imbrocca tutte: Andujar (ormai pienamente titolare) le prende tutte, la coppia Albiol & Britos funge da cerniera imperforabile, così come la diga formata dall’ottimo Inler e dall’ordinato Lopez. In attacco, spazo alla fantasia dei magnifici quattro, con Hamsik finalmente a suo agio nel ruolo di trequartista centrale e Higuain davvero superlativo come centravanti puro: forse il migliore al mondo in questo ruolo e non ce ne vogliano gli estimatori dei tanti talenti che giocano nella Liga. Il Wolfsburg? Schierato mica male da Hecking, ma monocorde nell’atteggiamento e pericoloso soltanto sui calci da fermo. Il tanto agognato (in gennaio) Perisic? In panchina, che spreco. I tedeschi partono subito forte, come da copione, ma il Napoli è bravo e attento nel respingere ogni minaccia. Al quarto d’ora prima palla gol per gli azzurri ed è subito rete: bel servizio dai 35 metri di Mertens, grandioso stop volante di Higuain (forse tra spalla e braccio), che non fa nemmeno rimbalzare la palla per terra, colpendo di destro in anticipo; davvero un gran gol per il Pipita, premiato anche dall’arbitro, sia per la dubbia posizione dell’argentino, sia per lo stop di petto, non proprio pulito. I padroni di casa si buttano in avanti alla rinfusa cercando il pareggio ma il Napoli è fulminante: Maggio apre sulla destra per Higuain, gran cross del centravanti per Hamsik che accorrendo sigla il due a zero. Doccia gelata per i tifosi di casa, che non smettono di incitare i verdi, che tuttavia appaiono in affanno e disordinati, nonostante ci siano due terzi di gara da giocare. Un tiraccio di Schurrle (davvero in ombra) e un timido tentativo di De Bruyne (pessima gara) non impensieriscono Andujar, che consente al Napoli di chiudere il primo tempo in vantaggio di due gol.

SECONDO TEMPO, GLORIA PARTENOPEA – Il secondo tempo si apre come si è chiuso il primo: Wolfsburg che cerca vanamente di dimezzare lo svantaggio, Napoli pericolosissimo in contropiede: Higuain spara su Benaglio ben servito da Hamsik, sempre l’argentino si inceppa sul più bello su passaggio di Callejon. Nel mentre, farraginose prove di gol dei verdi di casa, con l’azione più pulita (eufemismo) che capita tra i piedi di Caligiuri (palla alta), che risulta solo l’epilogo alla doppietta di Hamsik: pessima palla persa di Guilagovoi, Callejon serve il numero 17 che appoggia in rete. Tripudio azzurro che diventa esplosione quando Gabbiadini cala il poker: preciso cross di Insigne per la testa di Gabbiadini, appena entrato: il talento di scuola atalantina colpisce di testa in modo preciso ma non fortissimo, Benaglio è capace solo di deviare, ma non sventa il gol. C’è tempo per il gol della bandiera: Perisic (innesto tardivo il suo) va via sulla sinistra ad Albiol, errore capitale di Britos che raddoppia sul croato, che crossa basso per Bendtner che liberissimo batte Andujar e si fa anche ammonire, confermandosi giocatore caratterialmente particolare. Gli ultimi dieci minuti consegnano agli archivi un 4-1 che due ore prima pareva irreale e impossbile anche al più ottimista dei 1500 tifosi azzurri piombati nel regno della Wolkswagen: complimenti Napoli, l’Europa può essere tua.

WOLFSBURG-NAPOLI 1-4 (0-2)

MARCATORI: Higuain al 15′, Hamsik al 23′ p.t.; Hamsik al 20′, Gabbiadini al 31′, Bendtner al 35′ s.t.

WOLFSBURG (4-2-3-1) Benaglio 5,5; Vieirinha 5,5, Naldo 6, Knoche 5, Rodríguez 5,5; Luiz Gustavo 5, Guilavogui 5 (dal 25′ s.t. Arnoldo 5,5); Caligiuri 5, De Bruyne 4,5, Schurrle 5 (dal 19′ s.t. Perisic 6); Dost 4,5 (dal 13′ s.t. Bendtner 6). (Grun, Schafer, Klose, Trasch). All. Hecking.
NAPOLI (4-2-3-1) Andujar 7; Maggio 7, Albiol 6,5, Britos 6,5, Ghoulam 6,5; Lopez 6,5, Inler 7; Callejon 6,5, Hamsik 8 (dal 30′ s.t. Gabbiadini 6,5, Mertens 6,5 (dal 15’s.t. Insigne 7); Higuain 7,5 (dal 40′ s.t. Henrique sv). (Rafael, Koulibaly, Jorginho). All. Benitez.
ARBITRO Lahoz (Spa) (Devis-Perez del Palomar/Magan; Fernandes-Hernandez).
NOTE Spettatori 25mila circa. Ammoniti: nessuno. Recuperi: 1′ p.t.; 3′ s.t.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *