Liga, 32^turno: 400 volte Messi e 50 volte Ronaldo , Barcellona e Real volano. Atletico sempre più terzo, bene Bilbao e Rayo

400 volte Messi

Se in casa nostra dobbiamo accontentarci di uno scialbo 0-0 nel derby di Milano, in Spagna si godono lo spettacolare testa a testa fra Barcellona e Real, sfida coronata dalla rivalità Messi-CR7 che anche in questo weekend hanno firmato altri record. Con la rete al Valencia, la pulga argentina è arrivata a 400 reti in maglia blaugrana: se parlassimo di un giocatore a fine carriera, potremmo definirlo un grandissimo giocatore. Però si parla di calciatore classe 1987 che ha giocato “solo” 471 partite finora, dunque avente una media di 0.84 gol a partita. Qui parliamo del giocatore più forte di sempre, un fuoriclasse al quale manca solo il mondiale per scrollarsi di dosso tutti i paragoni con Maradona. Il suo rivale attuale è Cristiano Ronaldo, destinato a finire nella top 10 dei calciatori più forti di sempre: anche il madrileno è stato protagonista di un record nel weekend, ovvero con la rete al Malaga è arrivato a 50 reti stagionali, traguardo raggiunto per il quinto anno di fila. Ci si scandalizza per il fatto che l’assegnazione del pallone d’oro sia una questione riguardante solo Messi&Ronaldo: ma di fronte a questi numeri, come si può obiettare la scelta dei giudici? Le loro squadre non possono vincere sempre competizioni per club o per nazionali, ma indiscutibilmente sono loro due i più grandi giocatori al mondo. Con buona pace di tutti i critici, davanti a questi due fuoriclasse assoluti ci si può solo inchinare.

Zona alta – Il Barcellona, dopo il passo falso di Siviglia, ha dapprima distrutto il PSG in champions e poi sconfitto il Valencia in campionato, nonostante qualche patema. Dopo la partenza sprint dei blaugrana, con il gol di Suarez al primo minuto, il Valencia ha fallito un rigore con Parejo (parata di Bravo) e colpito il palo con Alcacer. Nella ripresa Messi è salito in cattedra colpendo il legno su punizione e poi andando in rete in contropiede all’ultimo minuto. Non molla il Real che, nonostante i tantissimi infortuni, ha superato il Malaga e punta ancora all’accoppiata liga-champions (anche se la sfida contro l’Atletico si preannuncia complessa). Anche il Real non ha ottenuto una vittoria semplice: Ronaldo ha fallito un rigore (dimostrandosi un po’ umano) e il gol di Juanmi ha spaventato il Bernabeu, ma lo stesso CR7 ha chiuso il match nel finale. Le altre reti dei blancos sono state firmate da Ramos e James. L’Atletico, con la vittoria sul Depor e i contemporanei passi falsi di Valencia e Siviglia, ha consolidato il terzo posto. Griezmann si conferma la vera star della stagione dei colchoneros, mettendo a segno un’altra doppietta (da vedere e rivedere la mezza rovesciata del primo gol). Il Siviglia non è andato oltre l’1-1 a Granada. Unico protagonista del match è Mainz, calciatore spagnolo di proprietà dell’Udinese, autore del gol del vantaggio dei padroni di casa ma anche dell’autogol che condanna i suoi all’ennesimo match senza vittoria e ad una rincorsa salvezza sempre più complessa. Tornando alla zona Europa, anche il Villarreal continua nel suo lungo periodo senza vittoria: al Madrigal i submarinos amarillos non riescono ad andare oltre lo 0-0 contro il già retrocesso Cordoba. L’obiettivo Europa League non sembra a rischio, ma Marcelino deve dare una svegliata ai suoi.

CR7
CR7 e James

Zona medio bassa – Torna al successo il Bilbao: con i tre punti ottenuti in maniera netta contro il Getafe (4-0, con Aduriz e Susaeta grandi protagonisti), i baschi si avvicinano sempre di più al Malaga settimo. In caso di sorpasso, la squadra di Valverde entrerebbe direttamente nella prossima Europa League indipendentemente dall’esito della finale di copa del rey. Il famoso settimo posto è l’obiettivo anche del Celta: dopo il periodo di crisi, i galiziani stanno proseguendo nella loro rimonta e in questo turno hanno superato l’Eibar grazie al penalty messo a segno da Nolito. In chiave salvezza, sono arrivati successi fondamentali per Elche e Rayo: i primi, nel posticipo del lunedì, hanno vinto contro la Sociedad grazie alla rete di Jonathas, i secondi hanno superato l’Almeria e hanno definitivamente archiviato ogni discorso salvezza. Infine il match tra Levante ed Espanyol si è chiuso sul 2-2: punto utile solo agli ospiti, mentre i valenciani devono ancora soffrire a lungo per poter rimanere nella primera division.

 

Aduriz, attaccante dell'Athletic
Aduriz, attaccante dell’Athletic

Top XI: Bravo (Bar); Ramos (Rea), Amaya (Ray), Laporte (Bil); James (Rea), Kakuta (Ray), Mascherano (Bar), Susaeta (Bil);Griezmann (Atl), Aduriz (Bil), Messi (Bar). All. Luis Enrique (Bar).

Risultati

Levante-Espanyol 2-2 (18′ Lucas, 21′ Simao, 45’+1′ Caicedo, 87′ Casadesus)
Barcellona-Valencia 2-0 (1′ Suarez, 94′ Messi)
Deportivo-Atletico Madrid 1-2 (5′ e 22′ Griezmann, 78′ Riera)
Real Madrid-Getafe 3-1 (24′ Sergio Ramos, 69′ James Rodriguez, 71′ Juanmi, 92′ Ronaldo)
Athletic Bilbao-Getafe 4-0 (45′ rig. e 46′ Aduriz, 79′ Ibai Gomez, 87′ Susaeta)
Rayo Vallecano-Almeria 2-0 (23′ Amaya, 90′ Miku)
Granada-Siviglia 1-1 (16′ Mainz, 69′ aut. Mainz)
Villarreal-Cordoba 0-0
Eibar-Celta Vigo 0-1 (40′ rig. Nolito)
Elche-Real Sociedad 1-0 (19′ Jonathas)

Classifica

Barcellona 78; Real Madrid 76; Atletico Madrid 69; Valencia 65; Siviglia 63; Villarreal 52; Malaga 46; Athletic Bilbao 43; Celta Vigo, Espanyol 42; Rayo Vallecano 41; Real Sociedad38; Getafe 36; Elche 34, Eibar 31; Levante 29; Almeria, Deportivo 28; Granada 25; Cordoba 20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *