Gomez-Vargas: la Fiorentina vola in semifinale. Dinamo Kiev battuta 2-0

FIRENZE- A distanza di sette anni, la Fiorentina torna in semifinale di Europa League. Altra storia e altri tempi. Quella era la Fiorentina di Mutu e Prandelli, questa, targata Montella e Salah, compie l’impresa battendo 2-0 la Dinamo Kiev in una partita a senso unico, dominata in lungo e largo dai viola. Decisive le reti di Gomez e Vargas, in mezzo tante occasioni sprecate e una prestazione che fa tornare il sorriso dalle parti di Firenze.

Dopo il massiccio turnover che è costato la sconfitta in campionato con il Verona, Montella questa volta si affida ai migliori: difesa a 4, con Tomovic e Savic preferiti a Richards e Basanta, la notizia più bella arriva dal recupero di Pizarro, titolare dopo oltre un mese. Davanti tutto sulle spalle di Gomez, chiamato all’ennesimo riscatto. Poche sorprese  nella Dinamo, con Vida che sostituisce lo squalificato Dragovic. Per qualità di gioco il primo tempo è la fotocopia dell’andata di Kiev. La Fiorentina domina, sfruttando l’illuminante regia di Pizarro e la serata di grazia di Joaquin, imprendibile sulla sinistra. Occasioni a ripetizioni per i viola che però, come al solito, si dimostrano poco concreti. Gomez manca di un soffio la deviazione su cross di Joaquin, Alonso colpisce una clamorosa traversa e Borja Valero sfiora il palo con una conclusione dal limite. Se Salah vive una serata di scarsa ispirazione, la Fiorentina insiste a attaccare sulla corsia sinistra, dove funziona bene il tandem spagnolo Joaquin-Alonso. Al 22′ Gomez dà segnali di risveglio ma il suo sinistro, dopo un bel dribbling su Khacheridi, viene deviato in angolo dal riflesso di Shovkovskiy. La Fiorentina sembra in controllo e al 40′ viene anche favorita dall’espulsione per doppia ammonizione di Lens: molte le proteste degli ucraini per il secondo giallo sventolato all’attaccante, reo di aver simulato su un presunto contatto con Gonzalo in area di rigore viola (non c’è simulazione, decisione discutibile). La Fiorentina ne approfitta subito e al 43′ sblocca il risultato: ennesimo spunto sulla sinistra di Joaquin, cross tagliato che Gomez devia in rete beffando Shovkovskiy con un tocco fortuito.

CI PENSA VARGAS – La Fiorentina la vuole chiudere subito anche se ha già la qualificazione in mano. Salah sembra rinvigorito e al 49′ costruisce l’occasione giusta per il raddoppio ma il suo mancino, dopo la deviazione di Khaceridi, termina sul palo. Non c’è verso di chiuderla e quando il destro a botta sicura di Mai Fernandez lambisce il palo, strani fantasmi aleggiano sopra il Franchi. La Fiorentina mantiene il controllo della gara ma col passare dei minuti la manovra si fa meno incisiva. Finisce che la Dinamo prende coraggio e nel finale mette i brividi alla retroguardia viola. Neto si fa trovare sul tiro dal limite di Rybalka poi Gonzalo per due volte sbroglia situazioni pericolose. E così si arriva al finale con il guizzo del subentrato Vargas che sfugge sulla sinistra come ai vecchi tempi e trafigge Shovkoskiv con il gran sinistro che vale il definitivo 2-0

 

IL TABELLINO

FIORENTINA (4-3-3): Neto 6; Tomovic 6, Gonzalo Rodriguez 6,5, Savic 6, Alonso 6; Mati Fernandez 7, Pizarro 6,5 (40′ st Aquilani sv), Borja Valero 6,5 (33′ st Badelj sv); Joaquin 7,5, Gomez 6,5, Salah 5,5 (44′ st Vargas 6,5). A disp.: Tatarusanu, Basanta, Pasqual, Ilicic. All. Montella.

DINAMO KIEV (4-2-3-1): Shovkovskiy 5,5; Danilo Silva 5, Khacheridi 5,5, Vida 5, Antunes 6; Rybalka 6, Buyalskiy 5,5 (23′ st Sydorchuk 5,5) ; Belhanda 5 (17′ st Kalitvintsev 6), Lens 5, Yarmolenko 6; Teodorczyk 5 (46′ pt Gusev 6). A disp.: Rybka, Betão, Garmash, Chumak. All.: Rebrov.

RETI: 43′ pt Gomez, 49′ st Vargas.

NOTE: Espulso al 40′ pt Lens.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *