Milan, si riparte dal Friuli. Dopo tante parole, ora servono i fatti

Dopo due pareggi consecutivi, ma soprattutto dopo un derby deludente, i rossoneri ripartono dal Friuli. Udinese-Milan è l’anticipo delle 32° giornata di campionato, si gioca sabato 25 aprile alle 18. Discorso Europa, ormai accantonato, anche se il Milan non è ancora aritmeticamente tagliato fuori, ci vorrebbe, però, davvero un miracolo: vincerle tutte, sperando che gli altri, lì davanti, ne perdano almeno tre. Più facile a dirsi che a farsi, quindi si gioca per salvare la faccia e uscire quantomeno dignitosamente dall’ennesima stagione deludente, la seconda consecutiva!

Intanto non si fa altro che parlare della questione societaria, con thailandesi e cinesi pronti a giocare al rilancio per assicurarsi il club di via Aldo Rossi. Berlusconi ha le idee ancora poco chiare, o almeno così vuole far credere a tutti. A breve è previsto l’arrivo di Mr. Bee a Milano, che con il patron rossonero aveva siglato un pre-accordo lo scorso 5 marzo, ma contemporaneamente si parla anche di incontri a Pechino tra Fininvest e la cordata cinese, dai contenuti segreti. Tante informazioni, ma nessuna notizia certa. È bene, quindi, guardare prima al presente e poi al futuro e il presente del Milan passa per la trasferta di Udine.

I rossoneri oltre a sbancare il Friuli, proveranno a sondare il terreno per arrivare a Widmer, esterno destro classe ‘93 che piace da tempo. Lo svizzero costituirebbe un valido rinforzo per le fasce, sia destra che sinistra, data la sua attitudine ad adattarsi su entrambe le corsie, nonostante nasca come esterno destro.

Dubbi di formazione per Inzaghi, che non ha ancora deciso l’undici titolare. Non sono da escludere novità, potrebbero, infatti, rivedersi in campo dal primo minuto sia De Sciglio che Pazzini, che andrebbero a prendere il posto rispettivamente di Abate e Destro.
Nessuno sconvolgimento di modulo, confermato il 4-3-3, con Suso di nuovo titolare, uniche varianti rispetto al derby, Bonaventura arretrato a mezz’ala e Menez non più “falso nueve”, potendo contare nuovamente su Destro o eventualmente Pazzini. All’andata finì 2 a 0 per i rossoneri, grazie alla doppietta di Menez.

Stando alle ultime, quindi, per il Milan si prevede un weekend decisivo, sia sul campo che per il futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *