Napoli, l’urna di Nylon ti sorride: ora tocca al Dnipro

NAPOLI – Sarà il Dnipro il prossimo avversario in EL per il Napoli. Dopo aver battuto il Wolfsburg nella doppia sfida, senza non qualche noia nella gara di ritorno, gli azzurri hanno tutte le capacità per raggiungere la finale battendo il Dnipro e per riempire ancora la bacheca dell’era Benitez.

L’ANALISI – La gara contro il Wolfsburg non è andata proprio secondo i piani di Benitez. Nel primo tempo gli ospiti sembravano proprio intenzionati a ripetere l’impresa dei connazionali bavaresi (Il Bayern-Porto 6-1, ndr), ma nonostante un dominio pressoché totale, gli azzurri tengono grazie alle mani di Andujar, capace in più di una occasione nel tenere sullo 0-0 il tabellino di gara. Tutt’altra partita rispetto a quella vista in Germania, sembrava quasi il ‘solito’ Napoli, con una squadra schiacciata nella sua metà campo, poca voglia di rispondere ai colpi dell’avversario e gambe troppo molle. Nella ripresa cambia tutto e si vede la squadra che in tre partite ha segnato dieci goal e ci pensano Mertens-Callejon a cambiare l’analisi di una gara che sarebbe diventata sempre più difficile. L’unica nota stonata è l’essersi fatti raggiungere ed aver permesso ai tedeschi di pareggiare la gara, ma con quel risultato un calo di concentrazione ci poteva anche stare.

VERSO LA FINALE – Arrivati a questo punto della competizione, nessuna squadra è più forte dell’altra. Aldilà dei valori tecnici delle quattro (Siviglia, Fiorentina, Napoli e Dnipro, ndr) scendono in campo altri valori, come la determinazione, la voglia di vincere e di portarsi il trofeo a casa. Nulla è scontato, ma certamente la strada disegnata per il Napoli è più pianeggiante di quella della Fiorentina che dovrà vedersela con la detentrice del trofeo, non di certo l’ultima arrivata. L’asso del Napoli è avere il ‘re di coppe’ mister Benitez che se è vero che in campionato le sue squadre rendono poco, si esaltano però in coppa, riuscendo laddove qualcun altro avrebbe fallito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *