UDINESE – MILAN 2-1: Pinzi e Badu mettono ko un pessimo Milan

Udine – Europa? No grazie, basta la salvezza già raggiunta. Un inguardabile Milan cade allo stadio “Friuli” sotto i colpi di Pinzi e Badu, che regalano vittoria e salvezza a Stramaccioni. Inzaghi invece fallisce l’ennesima partita e dà definitivamente l’addio alla zona coppe. Il risultato è persino troppo generoso per i rossoneri, che di fatto non sono scesi in campo. Eccezion fatta per i minuti finali, nei quali è arrivata la rete di Pazzini, il Milan ha subito in lungo e in largo la pressione dei friulani e soprattutto non è mai stato capace di imporre il proprio gioco, creando pochissime occasioni da  rete. Giornata favolosa per Pozzo che celebra la vittoria prestigiosa dell’Udinese e la promozione in premier del Watford. Il Milan ora può dedicarsi esclusivamente alle vicende societarie, ovviamente cercando di concludere nel migliore dei modi una stagione che ormai è da definirsi fallimentare.

udinese_fernandes_badu_ansa

Primo tempo – Geijo e Pazzini, che prendono il posto di Thereau e Destro, sono i nomi a sorpresa nella lista dei 22 in campo. Per il resto, entrambi gli allenatori confermano i soliti uomini, con Inzaghi che continua a dare fiducia a Suso e Stramaccioni che preferisce Guilherme a Kone. Il Milan si schiera in maglia oro, mentre i padroni di casa esibiscono una maglia con una metà bianconera e l’altra rossoblu per ricordare la squadra di pallamano di Rovereto, che versa in gravi difficoltà economiche e si è aggiudicata il premio Dacia (main sponsor dell’Udinese), sempre vicina a realtà sportive solitamente trascurate dai media.
La prima frazione è molto spezzettata e vede i padroni di casa avere il predominio territoriale, senza però creare nitidissime occasioni da gol. Al primo minuto, Di Natale impiega Diego Lopez con un potente tiro da fuori area. Poco dopo, Geijo getta al vento un assist di Di Natale sbucciando il pallone in area di rigore. Il Milan fa molta fatica a creare gioco, con Pazzini sempre anticipato sui palloni aerei e con la coppia Menez e Suso ben controllata da Piris e Widmer. L’Udinese crea altre palle gol su calci da fermo con Widmer e va alla conclusione da fuori con Guilherme e il solito Di Natale, ma Diego Lopez non corre grossi rischi. Sull’ultimo pallone della prima frazione, Antonelli va in gol ma in precedenza era arrivato il fischio di Damato per un fallo dello stesso terzino su Widmer.

Secondo tempo – Nei primi minuti della ripresa, il Milan mette il naso fuori dalla propria metà campo, ma non arriva mai in area di rigore se non con Van Ginkel che sparacchia ben lontano dallo specchio. Stramaccioni manda in campo Thereau per uno spento Geijo, mentre Inzaghi aveva sostituito l’infortunato Paletta inserendo Rami. Al 58′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Di Natale, arriva la rete di Pinzi bravo a superare Diego Lopez con una conclusione precisa e potente. Entra Cerci per il fantasma Suso, ma è ancora l’Udinese ad attaccare. Inzaghi così osa il tutto per tutto, passando al 4-2-4 togliendo Bonaventura per Destro: dal falso nueve al doble nueve. Risultato? Dopo un minuto, i bianconeri trovano il 2-0: tiro di Di Natale da fuori area respinto da Diego Lopez, ma sul pallone vagante si avventa Guilherme che mette in mezzo e trova Badu che supera il portiere spagnolo. Negli ultimi minuti il Milan si butta in avanti e trova il 2-1 con Pazzini, abile a spizzare in rete il cross di Cerci. Nei minuti di recupero non succede nulla e il match di chiude con i padroni di casa a festeggiare ed Inzaghi rimuginante su tutti gli errori suoi e della squadra.
Nel prossimo match il Milan, nel turno infrasettimanale, affronterà il Genoa, mentre l’Udinese ospiterà l’Inter. Per Stramaccioni si prospetta dunque un altro match sentimentalmente importante, per Inzaghi invece inizierà il periodo di traghettamento, prima di porre fine alla sua avventura in rossonero.

Filippo_Inzaghi

TABELLINO

Udinese: Karnezis; Widmer, Danilo, Domizzi, Piris; Badu, Allan, Pinzi, Guilherme (dall’84′ Kone); Geijo (dal 54’Thereau), Di Natale. A disposizione: Scuffet, Meret, Bubnjic, Pasquale, Gabriel Silva, Hallberg A.Zapata, Aguirre, Perica. Allenatore: Andrea Stramaccioni.

Milan: Diego Lopez; Abate, Paletta (dal 46′ Rami), Mexes, Antonelli; Van Ginkel, De Jong, Bonaventura (dal 74′ Destro); Suso (dal 64’Cerci), Pazzini, Menez. A disposizione: Abbiati, Donnarumma, Bocchetti, Bonera, De Sciglio, Zaccardo, Zapata, Poli, Honda.Allenatore: Filippo Inzaghi.

Reti: 58′ Pinzi, 75′ Badu, 88′ Pazzini

Ammonizioni: Domizzi, Pinzi (U), Pazzini (M)

Arbitro: Damato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *