Il Palermo tenta la fuga ma il Toro lo raggiunge: 2-2 al Barbera

PALERMO – Dopo la tanto attesa vittoria nel derby, il Toro impatta con il Palermo. Paga care le distrazioni difensive e rischia il colpo del ko, ma mostra anche carattere rimontando due volte i ragazzi di Iachini. Con questo punto i granata salgono a 48 punti e sono ottavi a soli due punti dalla sesta (il Genoa); i rosanero invece salgono a 42 e sono undicesimi.

IL TORO PARTE MALE, IL PALERMO COLPISCE – All’avvio i granata sembrano con la testa ancora al derby ed ai festeggiamenti. Molto più in palla i rosanero, che dopo 7’ inquietano Padelli con Dybala. È il preludio al gol: al 10’corner da destra, palla vagante in area e Vitiello sul secondo palo infila Padelli.

Roberto+Vitiello

BRUNO PERES IMPATTA, RIGONI RIPORTA AVANTI I ROSANERO – Passano però appena tre minuti e la squadra granata agguanta il pareggio con Bruno Peres che si fa trovare pronto s un tiro svirgolato da Quagliarella. Il Toro acquista fiducia e va vicino al vantaggio con Martinez che impegna il portiere rosanero. Il problema dei granata di stasera è però la difesa, così capitolano di nuovo: cross da sinistra, Gaston Silva si perde Rigoni che da pochi passi trafigge Padelli. Si va al riposo sul 2-1, con un Toro sbadato ed un Palermo che ha sfruttato al meglio le occasioni avute.

SECONDO TEMPO: IL TORO CI PROVA E MAXI LOPEX CONCRETIZZA – Nella ripesa il Toro entra in campo decisamente più motivato. Dopo pochi minuti ci prova Quagliarella che cerca la porta con un tiro da fuori area. Ventura fa entrare anche El Kaddouri per Benassi e Maxi Lopez per Martinez. Dai due nuovi ingressi nasce l’azione del pari al 15’: cross del ‘Sultano berbero’ e zampata di esterno dell’argentino che insacca.

Maxi Lopez, attaccante del Torino (immagine sport.notize.it)
Maxi Lopez, attaccante del Torino (immagine sport.notize.it)

BATTI E RIBATTI MA RESTA IL 2-2 – Il pareggio riequilibra la partita in tutti i sensi, con entrambe le squadre che ora cercano i tre punti. Per i rosanero il gol lo sfiora Dybala che, servito da Belotti, manca di pochissimo la zampata vincente. Cinque minuti dopo è invece Maxi Lopez a sfiorare la doppietta personale, con un tiro respinto da Sorrentino. All’85’, poi, ancora Maxi Lopez trova di testa la rete del 3-2: il gol viene però annullato per una presunta spinta sul suo marcatore. Alla fine, quindi, al Barbera finisce in parità.

PALERMO-TORINO 2-2
MARCATORI: Vitiello (P) 10′ p.t., Bruno Peres (T) 13′ p.t., Rigoni (P) 26′ p.t., Maxi Lopez (T) 15′ s.t.
PALERMO (3-5-2): Sorrentino 6; Vitiello 6.5, Gonzalez 6, Andelkovic 6; Rispoli 6, Rigoni 7, Jajalo 6 (dal 39’st Bolzoni n.g.) , Chochev 5.5 (dal 23′ st Belotti 6), Lazaar 6.5 (dal 36’st Daprelà n.g.) Vazquez 5.5, Dybala 6 (Ujkani, Milanovic, Terzi, Ortiz, Daprelà, Bentivegna, Della Rocca, Bolzoni, Quaison, Maresca, Joao Silva). Allenatore: Iachini.
TORINO (3-5-2): Padelli 6; Bovo 5.5, Glik 6.5, Gaston Silva 5.5; Bruno Peres 6.5, Benassi 5.5 (dall’8′ st El Kaddouri 7), Vives 6.5, Farnerud 5.5, Molinaro 6 (dal 35′ st Darmian n.g.); Quagliarella 6, Martinez 5.5 (dal 13′ st Maxi Lopez 7). (Castellazzi, Ichazo, Jansson, Maksimovic, Basha, Gonzalez, Amauri). Allenatore: Ventura.
Arbitro: Andrea Gervasoni di Mantova.
Ammoniti: Chochev (P), Rispoli (P), Vives (T), Gaston Silva (T), Maxi Lopez (T).
Corner: 8-4 per il Palermo.

MAXI LOPEZ 7 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – L’argentino entra nella ripresa e dopo un minuto trova il gol del pari granata. Si rende pericoloso anche dopo fino a trovare la doppietta, sebbene la rete venga annullata. Grande impatto sulla partita, come gli accade spesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *