Milan, ennesima figuraccia. Bertolacci, Niang e Falque piegano il Diavolo nel suo regno

MILAN (4-3-3)

DIEGO LOPEZ 7 – Il risultato non gli rende giustizia. Fa tutto il possibile per salvare il Milan, ma se i compagni non lo aiutano non si possono pretendere miracoli, è già tanto se i gol subiti dai rossoneri sono solo tre. È l’unico che può lasciare il campo senza la coda tra le gambe. PROVVIDENZIALE.

RAMI 4,5 – Regala letteralmente il gol del vantaggio al Genoa, non ferma Bertolacci che va dritto in porta. COLPEVOLE.

ABATE 5 – Soffre il pressing avversario e spinge poco sulla fascia. DELUDENTE.

MEXES 6 – Segna il gol della bandiera, con un tiro dalla distanza degno di un bomber, peccato che il suo ruolo sia un altro. Combatte finché può, nel finale l’arbitro lo grazia evitandogli il rosso, ma assegna comunque il rigore al Genoa, che chiude la gara. GUERRIERO.

DE SCIGLIO 5 – La fascia sinistra è di nuovo sua. Dopo l’infortunio è la prima volta che scende in campo e si vede. Fa qualcosa di buono, ma è decisamente fuori forma. SOTTOTONO. (dall’81 s.t. DESTRO S.V.)

VAN GINKEL 4,5 – Si spartisce le colpe per il vantaggio del Genoa con Rami, Bertolacci ringrazia. Oggi non è proprio la sua giornata. INCONCLUDENTE.

DE JONG 5,5 – Se solo in campo ci avesse messo la stessa veemenza mostrata sul pullman del post-Udine, forse il risultato sarebbe stato diverso. Prestazione sottotono. SCARICO.

BONAVENTURA 6 – Uno dei pochi che ci crede a prescindere dal risultato. Anima, cuore e grinta, ma alla fine i crampi hanno la meglio su di lui. Sicuramente avrebbe bisogno di un bel po’ di riposo. STANCO.

CERCI 5,5 –Inzaghi lo schiera da centravanti, ci stiamo ancora tutti interrogando sul motivo. Sicuramente non è il suo ruolo. Il risultato di questo esperimento? Un assist e niente più. VOLENTEROSO.

MENEZ S.V. – Per una volta è meglio astenersi da qualsiasi giudizio. Già nel derby era apparso svogliato e ancor di più con l’Udinese. Stasera non è mai entrato in partita, finito anzitempo sotto la doccia per somma di ammonizioni. Salterà la trasferta del San Paolo. SVOGLIATO.

HONDA 4 – Dov’è finito il giocatore che faceva sognare a inizio campionato? Honda visto stasera è molto più simile a quello della scorsa stagione, praticamente inutile. La Coppa d’Asia gli ha fatto davvero male, i tifosi indignati lo riempiono di fischi. INUTILE.  (dal 54’ s.t. PAZZINI 6 – Ci prova, ma in poco più di mezzora non riesce a fare molto. Almeno ci mette il cuore e si vede).

 

GENOA (3-4-3)

PERIN 6 – I rossoneri non lo impensieriscono più di tanto, soprattutto nel primo tempo in cui è solo uno spettatore in campo. Bella la parata sul tiro di Menez alla ripresa, ma poi non può nulla sul bolide di Mexes. INOPEROSO.

IZZO 6,5 – Potrebbe fare meglio, ma nel complesso una buona gara. Bel lavoro sia su Honda che su Cerci. PREZIOSO.

BURDISSO 6 – Qualche sbavatura di troppo. Stasera gli si può perdonare tutto tranne il giallo a fine primo tempo. Salterà la prossima gara. AGRESSIVO.

RONCAGLIA 6,5 – Forse si fa vedere più in attacco che in difesa. I rossoneri gli rendono la serata davvero troppo semplice, che si concede qualche libertà. PROPOSITIVO.

BERTOLACCI 7,5 – MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN. Il Milan lo ispira particolarmente. Una delle prestazioni migliori di tutta la stagione. Fa quello che vuole in mezzo al campo, facilitato anche dalla retroguardia rossonera. Il Milan non può fare altro che guardarlo e sognare, ma difficilmente Gasperini lo lascerà andare via, soprattutto ora che sente il profumo di Europa. INCONTENIBILE.

RINCÓN 6,5 – Molto bene sia nella fase di recupero che di copertura. Un vero e proprio muro a centrocampo, non lascia passare nessuno. ROCCIOSO.

TINO COSTA 6,5 – Niang segna, ma il merito è quasi tutto suo, non si direbbe che sia solo la sua seconda partita da titolare. Peccato per il giallo al 28′ p.t. SORPRENDENTE. (dal 60’s.t. KUCKA 6,5 – Entra a mezzora dalla fine, esegue il proprio compito e lo fa anche bene).

EDENILSON 6,5 – In piena sintonia con Berdich, la fascia sinistra funziona alla perfezione. CARICO.

FALQUE 7 – I suoi gol non sono una sorpresa, ma una certezza. Lui è una certezza per questo Genoa. Trova la gloria solo su rigore, ma prestazione comunque di alto livello. FONDAMENTALE.

BERGDICH 6,5 – Costante dall’inizio alla fine, sembra non averne mai abbastanza. INSTANCABILE. (dall’81’s.t. LESTIENNE S.V. se non fosse per Diego Lopez, il match porterebbe anche la sua firma).

NIANG 7 – Un assist e un gol, dà una bella lezione al Milan, che non si è mai accorto di avercelo già in casa il centravanti. In mezza stagione al Genoa sta dimostrando di avere tutte le carte in regola per meritarsi una maglia da titolare in qualsiasi squadra. Probabilmente il Milan lo riporterà alla base, ma per ora sta bene in rosso-blu. EFFICACE.  (dall’85 s.t. BORRIELLO S.V.)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *