Al Franchi la Fiorentina si riprende il quinto posto, Cesena quasi in B; 3-1

Ilicic

 

FIRENZE- Dopo 4 sconfitte  consecutive, la Fiorentina torna alla vittoria con una prestazione convincente, a spese di un Cesena ormai con un piede e mezzo in serie B, e si riprende il quinto posto approfittando della contemporanea sconfitta delle genovesi, quinto posto che, ricordiamo, consente, a differenza del sesto, di entrare in gara nella prossima Europa League un turno più avanti e quindi evitare l’anticipo della preparazione estiva. I romagnoli, ormai a 9 punti dall’Atalanta, sono praticamente retrocessi, e anche oggi la loro inferiorità tecnica contro un avversario incompleto e in teoria distratto dalla prossima semifinale europea, è stata a tratti imbarazzante. Il calcio non è una scienza esatta, ma con una rosa come quella di quest’anno, né Bisoli né Di Carlo potevano compiere il miracolo di salvare il Cesena.

PRIMO TEMPO- a dimostrazione di quanto sia importante il piazzamento finale in campionato, Montella effettua un turnover assai limitato ( infortunati e squalificati a parte), limitato essenzialmente all’impiego di Gilardino e Ilicic, che saranno poi i protagonisti insieme a Salah, riproponendo Vargas sulla sinistra per Alonso e lasciando Mati Fernandez, Gomez e Diamanti in panchina. Di Carlo dal canto suo, ripropone ancora Carbonero mezzala, e davanti al trequartista Brienza  stavolta sceglie la coppia Defrel-Rodriguez. Il Cesena parte bene con una conclusione di Mudingay che esce di pochissimo, ma dopo è solo sinfonia viola; al 10’ Perico salva sulla linea una conclusione di Ilicic, poi in due minuti, dal 17’ al 18’, prima Agliardi si supera su una punizione di Vargas, poi Salah viene murato a due metri dalla linea di porta. L’egiziano spadroneggia sulla fascia destra, e da lì vengono tutte le azioni dei viola. Alla mezz’ora Mudingay abbatte Borja Valero in area e Ilicic trasforma il conseguente rigore, prima di trovare il raddoppio dopo 4’ con un gran numero concluso con un destro a giro imprendibile, e sfiorare anche la personale tripletta evitata da un’uscita a valanga di Agliardi. A tempo scaduto Salah con un sinistro a giro esalta ancora Agliardi, e si va al riposo sul 2-0

RIPRESA- Di Carlo prova a riequilibrare un po’ l’assetto, inserendo Cascione per Giorgi, ma la musica non cambia; al 56’ Gilardino pescato da Kurtic in area realizza il 3-0 e il suo 50esimo gol in maglia viola. In teoria il Cesena riapre subito il match con un gran gol di Rodriguez, ma i padroni di casa continuano a macinare gioco, specie con lo scatenato Ilicic che va ancora alla conclusione varie volte. Al 63’ Montella, forse in proiezione europa league, sostituisce Diamanti con Salah, mentre Di Carlo manda in campo Djuric e Dal Monte; e dopo l’ennesimo tiro di Ilicic che esce di un nulla, solo nel finale il Cesena si rende pericoloso con due colpi di testa di Carbonero. Finisce 3-1 con la viola che ora penserà solo al Siviglia, e il Cesena che comincerà a programmare la prossima stagione tra i cadetti

PAGELLE

FIORENTINA

Neto 6 – mai impegnato, incolpevole sul gol.

Tomovic 6 – spinge molto ma senza grande lucidità

Savić 6 – ritorna finalmente su buoni livelli, ma bisogna considerare chi aveva di fronte.

Basanta 6 – Defrel la vede pochissimo.

Vargas 6.5 – da terzino ha pochi problemi e sfiora anche il gol su punizione.

Kurtic 6.5 – tanta quantità, suo l’assist per il 3-0 di Gilardino

Badelj 6 – geometria e lienearità

Borja Valero 6.5 – anche lui come Savic torna su buoni livelli, si procura anche il rigore che sblocca la partita. Dal 72′ Mati Fernandez S.V.

Ilicic 8 – oggi era in buona e sprigiona tutto il suo enorme talento. Incontenibile. Gol, assist, conclusioni a ripetizione. Fosse anche continuo….IL MIGLIORE SPORTMAIN    Dall’82’ Lazzari S.V

Gilardino 7 – trova il gol numero 50 in maglia viola, lotta e fa salire la squadra

Salah 7 – scorazza a piacimento sulla sua corsia, sfiora il gol in almeno tre occasioni. Magari a Mourinho davvero non serviva… Dal 63′ Diamanti 6 – Buona intesa con Gilardino, che risale al Bologna di Pioli.

 

CESENA

Agliardi 7.5 – se il passivo del Cesena alla fine è contenuto è solo merito suo. Almeno 4 parate fondamentali

Perico 6 – un salvataggio sulla linea su Ilicic gli vale una (stiracchiata) sufficienza

Capelli 5 – nel primo tempo in affanno come tutta la sua squadra. I viola arrivano da tutte le parti

Krajnc 6 – il migliore della difesa bianconera, meglio nella ripresa

Renzetti 4.5 – in costante affanno sulla sinistra contro Salah. Sfida impari

Carbonero 6 – si conferma una delle migliori realtà del mediocre cesena di quest’anno. Nel finale si rende anche pericoloso.

Mudingayi 5 – fallo netto ed ingenuo da rigore. Sempre i9n affanno in mezzo al campo Dal 73′ Dal Monte S.V

Giorgi 5 – Ilicic lo salta nettamente in occasione del raddoppio. Dal 46′ Cascione 6 – con lui il Cesena si riequilibra ma è troppo poco e troppo tardi

Brienza 6 – ce la mette tutta. Se il Cesena retrocederà, non sarà certo per colpa sua

Defrel 5.5 – un po’ meglio nella ripresa ma da lui ci si aspetta di più

Rodriguez 6.5 – un gran gol, anche se inutile. Dal 74′ Djuric S.V

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *