Il Verona cede il posto all’Udinese, Di Natale match winner: la magica leva del 77′

2015040481529-strama

Bentegodi – L’Udinese passa a Verona, vincendo per 1 a 0 con la rete di Totò Di Natale al 63′. Il talento classe ’77 supera così nella classifica marcatori della Serie A -all time- Roberto Baggio. Da elogiare la buona prestazione dell’altro Bomber annata ’77, Luca Toni, che sfiora il pareggio in più occasioni nella ripresa.

Primo tempo – La prima parte di gara, orfana di Di Natale causa scelta tecnica, è fondamentalmente equilibrata, con occasioni per entrambe le parti. Nessuna delle due compagini rinuncia al gioco. Il Verona di Mandorlini, disposto con un 4-3-3, si presenta più “sbottonato” dall’ultima trasferta a Genova; lo stesso per l’Udinese, che opta per una linea difensiva a 4, al posto del solito 3-5-2.
Si gioca quasi interamente su cambi di fronte, con il Verona forse più bravo a disporsi in fase difensiva sulle ripartenze dei friulani, costretti a tentare spioventi per le punte, essendo l’area dei padroni di casa intasata dall’ottima densità dei ragazzi di Mandorlini. Il giro palla dell’Udinese, più scorrevole ma sterile, mette in difficoltà l’Hellas in un paio di occasioni, rispettivamente con Perica e Kone. Anche il Verona si rende pericoloso, prima con la traversa di Tachtsidis, poi con le occasioni di Jankovic dalla sinistra e Nico Lopez.
Nessuna delle due compagini riesce comunque a trovare il vantaggio nei primi 45′.

Di-Natale_303011k
La ripresa – La seconda parte di gara riprende con l’Hellas più vivace e presente negli ultimi 40 metri, con Nico Lopez particolarmente ispirato. Al 49′ Stramaccioni si affida al talento di Di Natale, che subentra a Perica. Due minuti più tardi, Sala interrompe irregolarmente una ripartenza di Thereau, guadagnandosi secondo Cervellera, cartellino rosso. Il Verona, improvvisamente in dieci, crolla psicologicamente sulle offensive dell’Udinese. Dopo meno di due minuti infatti Widmer trova Di Natale in area di rigore, il quale conclude di tacco alle spalle di un incolpevole Benussi.
In seguito al vantaggio friulano e l’inferiorità numerica il Verona va un po’ in affanno; l’Udinese, allo stesso tempo, è brava ad addormentare la partita con un buon possesso palla. Sul finale l’Hellas prova a trovare il pareggio con Toni, senza riuscirci; le speranze dei padroni di casa sfumano definitivamente dopo la seconda espulsione tra le fila veronesi, con Rafa Marquez al 90′ in seguito a proteste.

Verona Udinese 0-1

Marcatori: Di Natale(63′)

Arbitro – Cervellera.

Verona (4-3-3): Benussi(5,5); Pisano(5), Marquez(6), Moras(5,5), Sala(4,5); Obbadi(5 – Al 77′ Saviola s.v.), Tachtsidis(6), Greco(5,5); N.Lopez(6 – al 63′ Agostini s.v.), Toni(6,5), Jankovic(6 – Al 87′ Fernandinho s.v.).
A disp.: Ferrari, Gollini, Sorensen, Martic, Marques, Campanharo, Christodoulopulos, Fares, Agostini, Brivio, Fernandinho, Saviola.
Allenatore: Andrea Mandorlini

Udinese (4-3-1-2): Karnezis(6); Widmer(6), Danilo(5,5), Bubnjic(6), Piris(6); Allan(6,5), Pinzi(6), Guilherme(6); Kone(6 – Al 70′ Fernandes s.v.); Perica(5,5 – Al 58′ Di Natale 7), Thereau(6,5 – Al 88′ Aguirre s.v.).
A disp.: Scuffet, Perisan, Pasquale, Coppolaro, Gabriel Silva, Hallberg, Heurtaux, Bruno Fernandes, Aguirre.
Allenatore: Andrea Stramaccioni

MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN: Di Natale(7) – Salva la partita dalla tranquillità del pareggio. Il suo straordinario talento è tutto racchiuso nei due minuti in cui, dopo essere subentrato a Perica, supera Baggio nella classifica gol della Serie A (con 206 reti in carriera), risolvendo la gara con un virtuosismo di tacco. La magica leva del ’77.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *