Napoli-Milan, le pagelle

Il Napoli ha battuto nettamente 3-0 il Milan ed ha approfittato del pareggio pomeridiano della Lazio. Ecco le pagelle del posticipo:

NAPOLI

ANDUJAR S.V.: Mai impegnato. E’ fortunato quando Bonaventura nel primo tempo colpisce il palo di testa.

MAGGIO 6: Spinge tantissimo, ma non riesce quasi mai ad essere preciso nel cross o nell’ultimo passaggio. La sua è comunque una buona prestazione.

ALBIOL 6: Non ha quasi nulla da fare, anche perchè il Milan non riparte praticamente mai.

BRITOS 6: Come il compagno di reparto, si limita a far ripartire l’azione da dietro.

GOULHAM 6.5: Va sempre in sovrapposizione. Dal suo piede escono spesso cross invitanti per i compagni, nonostante in alcune circostanze voglia strafare.

JORGINHO 5.5: Sbaglia spesso l’appoggio. Costa quasi carissimo al Napoli un suo passaggio sbagliato che dà il via all’azione del palo di Bonaventura. Benitez lo sostituisce inserendo Gabbiadini. (dal 55′ GABBIADINI 7: Entra, come sempre, subito in partita. Ogni volta che vede la porta prova a sprigionare il suo sinistro mortifero. Dopo l’ennesima parata di Diego Lopez trova anche il gol del 3-0, il sesto in campionato da quando veste la maglia azzurra).

DAVID LOPEZ 6.5: Giocatore non bello da vedere, ma di una importanza tattica fondamentale soprattutto in una squadra offensiva come il Napoli. Questa sera lo spagnolo ha cercato, a volte riuscendoci, anche la verticalizzazione. (dal 84′ LUPERTO S.V.).

CALLEJON 6.5: Si vede che è in forma. E’ spesso pericoloso con i suoi tagli, però, in alcune circostanze sbaglia la giocata decisivo come quando, ad inizio ripresa, tenta l’assist anzichè tirare.

HAMSIK 7: Regista offensivo del Napoli insieme ad Insigne. Dai suoi piedi partono praticamente tutte le azioni del Napoli. Con l’ingresso di Gabbiadini arretra a centrocampo e trova il gol che sblocca la gara e che dà il largo alla facile vittoria azzurra.

INSIGNE 7: In grande spolvero sin dai primi istanti quando con un passaggio delizioso serve Hamsik che conquista il rigore e l’espulsione che cambiano la gara. A volte sbaglia l’ultima scelta, ma la sua crescita è continua ed esponenziale. (dal 69′ MERTENS 6.5: Entra con la voglia di segnare e alla fine solo un grande Diego Lopez gli nega l’esultanza).

HIGUAIN 6.5: Sbaglia il rigore, il terzo stagionale, che avrebbe potuto rendere le cose facili sin da subito. E’ quello meno lucido lì davanti, ma la sua presenza è un pericolo costante. Dopo una grande azione del Napoli, segna il 2-0 spiazzando Diego Lopez.

BENITEZ 7: Quando il Napoli gioca così è davvero un piacere guardarlo. La gara di oggi ha colpito per l’approccio che ha avuto la sua squadra nonostante il rigore sbagliato. Peccato per i tifosi partenopei non riesca a trovare la continuità necessaria.

MILAN

DIEGO LOPEZ 7.5: Para il rigore ad Higuain e dimostra ancora una volta di essere un portiere da top club europeo. Chissà quanto lo rimpiangono a Madrid.

DE SCIGLIO 4: La sua gara dura 45 secondi, ma ciò gli vale la grave insufficienza perchè in occasione della sua espulsione si fa sorprendere dal taglio in verticale di Hamsik in una maniera pazzesca, nonostante fosse la prima azione della gara.

PALETTA 6.5: Giganteggia in area. Le palle alte sono tutte le sue e fino al gol di Hamsik, insieme ad Alex, formano una diga.

ALEX 6.5: Come il compagno di squadra, nonostante la netta sconfitta, è autore di una grossa prestazione.

BOCCHETTI 5.5: Da un suo cross bellissimo il Milan costruisce l’unica azione da gol quando Bonaventura colpisce il palo. Nella ripresa soffre tremendamente la catena Callejon-Maggio e Inzaghi lo sostituisce. (dal 61′ Bonera 5.5: Non può molto contro l’attacco del Napoli).

DE JONG 6: In fase difensiva si comporta molto bene come tutta la squadra, ma è troppo poco per tornare da Napoli con punti.

POLI 6: L’espulsione di De Sciglio lo costringe a giocare terzino destro e nonostante tutto se la cava abbastanza bene, nonostante affronti clienti scomodissimi come Insigne, Goulham e Mertens. Cala giustamente nella ripresa.

VAN GINKEL 5.5: Ripiega bene, ma non riesce mai a sganciarsi. Naturalmente l’inferiorità numerica penalizza anche lui.

HONDA 5.5. Può poco. Si sacrifica tanto insieme a tutta la squadra. Nonostante ciò, la sconfitta è sonora.

DESTRO 6: Nel primo tempo si danna l’anima e merita per questo la sufficienza. Nel secondo è però privo di energie e Inzaghi lo sostituisce. (dal 57′ PAZZINI 5.5: Conquista qualche punizione e poco altro).

BONAVENTURA 6: Come sempre tra i più positivi dei suoi. E’ l’unico a far tremare il San Paolo quando con un bel colpo di testa colpisce il palo esterno ad Andujar battuto. (dal 84′ FELICIOLI S.V.).

INZAGHI 5: Difficile valutare la prestazione del suo Milan. L’approccio disastroso condiziona tutta la gara. Il rigore sbagliato da Higuain consente alla squadra di mostrare una buona organizzazione difensiva fin quando Hamsik non la sblocca. Se però l’attaccante azzurro avesse segnato il rigore probabilmente staremmo parlando di una vera goleada, considerando come il Napoli abbia dilagato dopo il gol dell’1-0. Per questo, una squadra di A non può avere l’approccio che ha avuto questa sera il suo Milan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *