Festa al Sant’Elia: Cagliari-Parma 4-0

Diego Farias - Cagliari

CAGLIARI – Al Sant’Elia il Cagliari di Gianluca Festa massacra il Parma di Roberto Donadoni con un netto 4-0 a fronte di una gara giocata a senso unico. Numero sei nel destino rossoblù: padroni di casa che centrano la sesta vittoria in campionato; sei sono i punti guadagnati nella gestione Festa; sei come i punti di distanza dall’Atalanta, quart’ultima in campionato. Il Parma di Roberto Donadoni, ormai aritmeticamente retrocessa in serie B, incappa nella seconda sconfitta consecutiva per 4-0 dopo il k.o. dell’Olimpico contro la Lazio.

KICK-OFF – Festa, rispetto la trasferta al Bentegodi, ripropone il suo Cagliari con il 4-3-1-2 con Farias al posto di Sau in avanti, ritrova i terzini Balzano-Avelar e a centrocampo Donsah parte dall’inizio. Risponde il Parma di Donadoni col modulo 3-5-2 con Iacobucci in porta che rileva lo squalificato Mirante e nel tandem d’attacco spazio alla coppia Coda-Ghezzal.

PRIMO TEMPO – Parte con l’acceleratore il Cagliari e al terzo minuto trova subito il gol: su azione da corner un tocco fortunoso di Rossettini  apre il varco al destro vincente sotto porta di Ekdal che scaraventa la palla in rete da pochi passi. Cagliari in vantaggio e per il centrocampista svedese si tratta del quinto gol stagionale dopo la tripletta siglata all’Inter e la rete messa a segno contro l’Empoli. Il Parma fatica a reagire e subisce la furia cagliaritana che va in rete al 14’ con Farias che, imbeccato da un assist di M’Poku, è bravo a destreggiarsi e a battere l’incolpevole Iacobucci per il colpo del 2-0. Sopra di due gol il Cagliari si rilassa fin troppo rischiando sulle incursioni di un tarantolato Varela, il migliore nelle file ospiti. Il Parma cerca di accorciare le distanze in più occasioni: ci prova prima Jorquera ma è attento a Brkic a dirgli di no; poi è la volta del talento classe ’96 Jose Mauri (sirene neroazzurre su di lui) ma la sfera termina fuori; infine, ci prova anche Mendes con una potente conclusione da fuori area che viene deviata in corner. Le speranze di recupero vengono cancellate al 38’: discesa fulminea di Avelar che serve M’Poku con il belga abile a beffare Iacobucci sul suo palo e a firmare il 3-0 chiudendo i giochi già nel primo tempo. Allo scadere della prima frazione il Cagliari va vicinissima al 4-0: un tiro di Cop trova pronto Iacobucci ma sulla sua corta respinta si avventa Ceppitelli che non ne approfitta e da pochi passi, a porta sguarnita, manda la sfera di poco a lato.

SECONDA FRAZIONE – Parma che, nonostante il passivo, prova a giocare anche nel secondo tempo ma le conclusioni non impensieriscono l’estremo difensore cagliaritano. Ci riprovano senza effetti sperati sia Varela, col sinistro, che Mendes, col destro. Al 12’ l’ex di turno, Massimo Gobbi, servito da una traiettoria arcuata di Jose Mauri, colpisce al volo col sinistro emulando l’intramontabile Totò Di Natale ma la sfera termina fuori di pochissimo. Su punizione ci prova anche Jorquera ma Brkic respinge con i pugni e sul riversamento di fronte viene colpita per la quarta volta: rapida verticalizzazione di M’Poku bravo a innescare sulla sinistra Avelar che mette in mezzo servendo Cop che, con un piattone, è abile ad indirizzare la sfera all’angolino e calare il Poker al Sant’Elia.

CAGLIARI-PARMA 4-0

Marcatori: 3’ pt Ekdal, 14’ pt Farias, 38’ pt M’Poku, 18’ st Cop

CAGLIARI (4-3-1-2) – Brkic 6; Balzano 6, Rossettini 6.5, Ceppitelli 6, Avelar 7; Dessena 6.5, Ekdal 6.5, Donsah 6 (1’ st Crisetig 6); M’Poku 7 (37’ st Longo sv); Farias 7.5 (22’ st Barella 5.5), Cop 6.5. A disposizione: Cragno, Colombi, Joao Pedro, Sau, Diakité. All. Gianluca Festa 7.

PARMA (3-5-2) – Iacobucci 5; Mendes 5.5, Costa 5, Feddal 5; Varela 7, Mauri 6.5, Jorquera 5, Nocerino 5, Gobbi 6.5; Coda 4.5 (12’ st Palladino 5.5), Ghezzal 5 (26’ st Lila sv). All. Roberto Donadoni 5.5

DIEGO FARIAS 7.5 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – Un gol e tanta corsa al servizio della squadra nel momento cruciale della stagione. Causa affanno e mal di testa tra i difensori ospiti che fanno fatica a contenerlo. Il gol 2-0 chiude i giochi ed esce a metà ripresa tra gli applausi corali del Sant’Elia, lasciando il posto all’esordiente Barella. LETALE

Ammoniti: M’Poku, Dessena, Barella (C), Coda (P)

Espulsi: /

Arbitro: Massimiliano Irrati di Pistoia.

Note: Angoli 4-4. Recupero 0’ pt, 0’ st.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *