Roma: Tutti ai piedi di Florenzinho, anzi semplicemente Florenzi!

AS-Roma-Logo-Wallpaper

Uno dei problemi della Roma di quest’anno è stata la mancanza di spinta da parte dei due terzini. In particolar modo a destra si è sentita e non poco l’assenza di Maicon, un calciatore che l’anno precedente ha fatto le fortune della squadra giallorossa. Le azioni offensive passavano spesso dalla sua parte risultando più di una volta decisivo tra assist e gol. Nell’ultima parte della stagione attuale, Florenzi ha occupato il ruolo del brasiliano, e man mano che passano le partite sta trovando sempre più feeling in quella posizione. Ma Il jolly giallorosso nel corso della sua carriera a Roma ha ricoperto più ruoli denotando una grande intelligenza tattica e spirito di adattamento. In totale con la maglia della sua città ha disputato 106 partite realizzando 14 reti.

 Florenzi-e-Totti

Centrocampista centrale – Il primo anno con i giallorossi, stagione 2012/13, coincide con l’arrivo poco fortunato di mister Zeman sulla panchina della Roma. Il tecnico boemo lo fa giocare nel ruolo d’interno di centrocampo, dove fa della velocità e degli inserimenti le sue doti migliori. Realizza la sua prima rete in serie A nella seconda giornata di campionato contro l’Inter a Milano, gara terminata 1-3 in favore dei giallorossi, grazie a un colpo di testa su assist di Totti. Non è un anno positivo per la squadra della capitale, ma lui risulterà uno dei migliori calciatori, dimostrando sacrificio e attaccamento alla maglia, oltre a indubbie doti tecniche, nascoste ai più per quanto corre in campo. Terminerà la stagione giocando trentanove partite e realizzando quattro reti. Questo sarà l’unico anno, a parte sporadiche occasioni dovute per lo più all’emergenza del momento, dove giocherà nel ruolo di centrocampista.

 florenzi rovesciata

Esterno offensivo – Il secondo anno in maglia giallorossa, stagione 2013/14, arriva l’attuale mister Garcia. Prima dell’inizio del campionato, a domanda di un giornalista su cosa pensasse di Florenzi, il tecnico francese risponde che si tratta di un “calciatore interessante”. Lo impiega per l’intera annata come esterno d’attacco e nell’esordio stagionale contro il Livorno, segna la rete del definitivo 2-0 grazie a un diagonale rasoterra chirurgico. Nell’ultima partita del girone d’andata, contro il Genoa all’Olimpico, apre le marcature segnando con una rovesciata acrobatica dal vertice sinistro dell’area di rigore. Il 15 ottobre 2013 realizza la sua prima rete in nazionale contro l’Armenia, siglando il gol del momentaneo 1-1 nell’ultima partita valida per le qualificazioni al Mondiale. Garcia, in una stagione ricca di soddisfazioni, si fida molto del talentino giallorosso, dove totalizza quarantuno presenze e sei reti.

 florenzi gol

Terzino destro – In quest’ultima stagione, Florenzi ha giocato la prima parte dell’anno come esterno offensivo, mentre nella seconda metà come terzino destro, ruolo già ricoperto ai tempi del Crotone. Inizialmente non si trova a suo agio, anche per il rendimento non ottimale della squadra. Lui stesso ribadisce che questo fatto di non avere un ruolo fisso lo accetta perché è un professionista, ma di non sentirsi del tutto a suo agio. Ma la sua voglia di emergere, oltre a un forte attaccamento per i colori giallorossi, lo porta a imporsi anche in questo ruolo, rivelandosi più di una volta decisivo. Le ultime due giornate di campionato, contro il Sassuolo e il Genoa, entrambe vinte dalla squadra di Garcia, lo hanno consacrato definitivamente grazie a due reti di pregevole fattura e degne del miglior Maicon. Finora ha totalizzato quarantuno presenze e cinque reti. Ora Sabatini dovrà valutare attentamente se investire una cospicua cifra per un terzino destro o se destinarli in altri ruoli per “colpa” di Florenzinho.

2 Comments

  • Penso che florenzi abbia davanti a se una bella carriera ma attenzione nn è il migliore maicon e gli manca ancora molto dal punto di vista tecnico,inteso come precisone sul tiro e sui cross. Amo floreali e ne vorrei 11 come lui nella roma inteso come grinta e velocità, ma con 11 florenzi nn si vince nula…speriamo che diventi quel giocatore che la roma cerca da tempo

  • Gran bel giocatore. Il paragone con maicon me pare fuori luogo, sono due giocatori troppo diversi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *