Primo round a Trento per la finale scudetto di volley maschile tra Energy Diatec Trento e Parmareggio Modena in una palpitante gara conclusa al tie-break

superlega-volley-maschile-trentino-743x445

TRENTO – Inizio scoppiettante della serie per assegnare lo scudetto di volley maschile. In un palazzetto di Trento gremito, che aveva voglia di grande volley, il pubblico non è stato deluso.

LA GARA – Di fronte a contendere il titolo si ritrovano la prima e la seconda in classifica della regular season, anche se il percorso delle due squadre non è stato sempre lineare, alla fine questi playoff, nonostante Latina e Perugia sono state degne avversarie, soprattutto Trento si ritrova a solo 48 ore dalla maratona contro Perugia, ad affrontare Modena in un’altra maratona, che ha lo stesso epilogo della semifinale che arride all’Energy Diatec Trentino, a spese di una Parmareggio Modena che si dimostra ingenua, credendo di avere la vittoria in un pugno troppo presto.

EMOZIONI CONTINUE – Parmareggio Modena parte subito alla grande, domina i primi due set e i suoi attaccanti Vettori, Petric e Ngapeth, sembrano inarrestabili, quando il gioco sembra fatto, ecco che l’esperienza e la pazienza di Trento viene fuori, con la guida di un Giannelli, che mostra di essere pronto nonostante la giovane età ad affrontare queste gare, Birarelli e compagni ai vantaggi sia nel terzo che nel quarto set dimostrano di essere ancora vivi, di aver smaltito la fatica della maratona di semifinale, perché gare come queste, ti danno una tale scarica di adrenalina, che non la senti la fatica, la carica è inesauribile.

giannelli

KAZIYSKI MVP – Al tie break, la sfida la decide la maggiore abitudine di Trento a reggere certe situazioni di stress, soprattutto il fondamentale del muro per Trento è decisivo, i trentini trovano la grinta per emergere e Kaziyski, dimostra di essere tornato l’imperatore del volley, che conoscevamo, trascinando la sua squadra ad una vittoria esaltante e gratificante, “tutto merito loro, dei miei ragazzi” dirà a fine gara Stoytchev, sottolineando la grande voglia di vincere dei suoi giocatori. Modena d’altro canto ha da recriminare la disabitudine a certe gare, la certezza di avere già indirizzato la gara, ha fatto perdere lucidità nei momenti decisivi dei set successivi, pur avendo i giocatori di posto 4 capaci di realizzare in due 59 punti.

CONTINUA – La sfida continua, gara 2 a Modena sarà l’occasione di riscatto per Parmareggio, anche se l’Energi Diatec Trentino non starà certo a guardare, tutto questo è solo una premessa positiva per uno spettacolo, quello che gli appassionati si augurano di vedere anche a Modena, la sfida continua…

TABELLINO – ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO – PARMAREGGIO MODENA 3-2 (23-25, 17-25, 29-27, 28-26, 15-12)

ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Kaziyski 21, Birarelli 13, Zygadlo 1, Giannelli 4, Lanza 9, Solé 5, Mazzone, Colaci (L), Djuric 21, Fedrizzi, Burgsthaler. Non entrati Nemec, Thei. All. Stoytchev

PARMAREGGIO MODENA: Mossa De Rezende 4, Sala, Petric 32, Boninfante, Casadei, Rossini (L), Ngapeth 27, Piano 2, Verhees 8, Vettori 15. Non entrati Donadio, Kovacevic. All. Lorenzetti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *