Il Messi show ammazza il Bayern, 3 a 0 per i blaugrana

messi

messi

Camp Nou – Luis Enrique sigilla un 3 a 0 pesante contro il Bayern dell’ex Guardiola ipotecando il passaggio del turno, grazie a due magie di Leo Messi e alla rete di Neymar sul finale. Il Bayern, vittima di tante assenze, è costretto a cedere contro la corazzata blaugrana, letale nel secondo tempo.

Primo tempo – La prima parte di gara è, come ci si aspettava, frenetica ed emozionante fin dai primi minuti. Il grande ritorno di Pep Guardiola al Camp Nou è sancito con un cambio tattico a sorpresa prima dell’inizio: la difesa è a 3 anziché a 4. La decisione, spavalda senza dubbio, verrà subito cambiata dopo 15′ minuti, quando Neuer è costretto a salvare la terza palla gol creata con facilità dal Barca, colpa del tridente offensivo scatenato, incredibilmente – capace- a sfruttare gli spazi.
Il nuovo assetto tattico ristabilisce gli equilibri e permette al Bayer di respirare momentaneamente in fase difensiva, abbassandosi inevitabilmente sulla propria area.
Il Barcellona è comunque più presente in fase di possesso palla, con una manovra avvolgente e un pressing molto alto dei difensori, i quali sono fenomenali nel recupero palla. Il Bayern, cerca di rendersi pericoloso in fase offensiva, fondamentalmente grazie a delle ripartenze; Lewandowsky, non in perfette condizioni a causa del recente infortunio, fa reparto praticamente da solo, con Muller alle spalle a ricevere le sponde. I due si rendono pericolosi svariate volte, al 17′ in particolare, sfiorando il vantaggio.
Il grande protagonista del primo tempo è però ancora inevitabilmente Neuer, al 38′, con l’ennesimo salvataggio su un’iniziativa blaugrana, che mantiene il risultato sullo 0 a 0.

Neymar+FC+Barcelona+v+APOEL+FC+Wza7HeOPjCGl

La ripresa – La seconda parte del match inizia con un Bayern più aggressivo in fase di non possesso, deciso ad alzare il baricentro e “togliere i rifornimenti” al tridente offensivo del Barca.
Il Bayern, meno schiacciato del primo tempo, riesce quindi a trovare più spazi per creare gioco e manovrare. Il Barca però appena recupera palla si dimostra subito molto pericoloso, mettendo in difficoltà la difesa di Guardiola, non particolarmente brillante sulle fasce difensive. È il 57′ quando Messi impegna Neuer con un tiro da fuori area.
Il Barca, intorno al 60′ sembra aver trovato il ritmo giusto e lo dimostrano le iniziative a valanga dei ragazzi di Enrique. I tedeschi, in difficoltà, si ritrovano di conseguenza schiacciati nella propria metà campo, quasi a difendere un risultato utile in vista del ritorno. Ma è nel momento in cui la difesa tedesca si blinda che Messi si inventa la rete del vantaggio: è il 76′ quando Bernat perde palla in fase di impostazione a favore di Dani Alves, il quale è bravo a servire La Pulce, che batte Neuer dalla distanza con un pregevole tiro sul primo palo.
Passano meno di quattro minuti, quando un Bayern in totale confusione si fa sopraffare ancora una volta da uno straordinario Messi, che punta Boateng, facendolo letteralmente crollare per terra, per poi battere nuovamente Neuer con un cucchiaio al bacio. Le magie della Pulce infiammano Il Camp Nou e Neymar, che al 94′ dà il colpo di grazia ai tedeschi, su suggerimento dell’argentino, sfruttando una ripartenza, firmando il 3 a 0.

Barcellona – Bayern Monaco 3-0 (0-0)

Marcatori: Messi(76′); Messi(80′); Neymar(94′)

Arbitro – Rizzoli.

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen(6); Dani Alves(6,5), Piqué(6), Mascherano(6 – Al 88′ Bartra s.v.), Jordi Alba(6); Rakitic(7,5 – Al 81′ Xavi s.v.), Busquets(6), Iniesta(7 – Al 85′ Rafinha s.v.); Messi(8,5), Suarez(7), Neymar(7,5).
A disp.: Bravo, Bartra, Adriano, Rafinha, Vermaelen, Xavi, Pedro.
All.: Luis Enrique.

Bayern Monaco (4-3-3): Neuer(6); – Rafinha(5,5), Boateng(5,5), Benatia(5,5), Bernat(5); Lahm(5), Alonso(6), Thiago Alcantara(6); Muller(6 – Al 78′ Goetze s.v.), Lewandowski(6,5), Schweinsteiger(5,5).
A disp.: Reina, Dante, Javi Martinez, Gaudino, Weiser, Goetze, Pizarro.
All.: Guardiola.

MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN: Messi (8,5) – Difficile trovare parole che esemplifichino lo straordinario e straripante talento dell’argentino; non a caso è paragonato a Maradona. La Pulce, quando la partita sembra ormai destinata a decidersi in Germania nei restanti 90 minuti da disputare, trova con due magie  la doppietta che vale il 50% del passaggio del turno e subito più tardi l’assist per Neymar, che firma il 3 a 0. Il più grande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *