The Day After: Una Juve Galactica firma la prima impresa, finale possibile

Juventus stadium

Torino – Quale modo migliore per festeggiare il quarto scudetto consecutivo se non una vittoria sul Real Madrid? La Juve ha dimostrato di potersi tranquillamente giocare l’accesso alla finale del 7 giugno aiutata da uno Stadium che ha sospinto la squadra per tutti i 90′. Grande prova dei due attaccanti Tevez e Morata ma l’applauso più grande va senza dubbio a Max Allegri che ha preparato perfettamente la partita, riuscendo ad imbrigliare il gioco dei Galacticos e soprattutto Cristiano Ronaldo limitato alla perfezione dai difensori bianconeri. Ma un altro merito dell’ex allenatore del Milan è stata senza dubbio la scelta di Stefano Sturaro lanciato titolare nella sorpresa generale. Il giovane centrocampista ex Genoa ha sorpreso però tutti, forse anche lo stesso Allegri,  giocando una partita praticamente perfetta fatta di pressing forsennato e inserimenti costanti.

Juventus

Road To Berlin – Il risultato ottenuto ieri sera è senza dubbio un grande passo avanti per la finale ma il ritorno, tra 7 giorni al Bernabeu, sarà tutta un’altra gara. Entrambe le squadre recuperanno probabilmente due grandi campioni: Allegri dovrebbe avere a disposizione Pogba mentre Ancelotti potrà fare affidamento su Benzema e riproporre la famosa BBC che tanto bene ha fatto in questa stagione. Il 2 a 1 resta un risultato molto incerto, il gol di Cristiano Ronaldo lascia tante speranze al Real ma la Juventus vista ieri sera ha tutte le carte in regola per ripetere la storia scritta dodici anni fa: eliminare il Real Madrid in semifinale e volare a giocarsi la coppa a Berlino sperando in un esito diverso rispetto alla finale di Manchester.

Carlos-Tevez-Juventus

Sabato il Cagliari – Nell’anticipo delle 18.00 allo Stadium arriverà il Cagliari in piena corsa salvezza ma Allegri varerà molto probabilmente un larghissimo turnover per far rifiatare tutti in vista del ritorno. Ci sarà quindi spazio per Ogbonna e Padoin in difesa mentre in attacco verrà schierato con tutta probabilità il tridente formato da Coman, Matri e Pepe. Discorso diverso invece per il Real Madrid che sta duellando con  il Barcellona per la vittoria della liga, i blaugrana hanno due punti di vantaggio, e che riceverà un avversario temibile come il Valencia in piena corsa per un posto Champions.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *