Pellissier e Toni decidono il derby al Bentegodi, è 2 a 2 tra Chievo ed Hellas

pellissier

Bentegodi – Termina 2 a 2 tra Chievo ed Hellas, nel movimentato derby veronese. Gli eterni Toni e Pellissier decidono con una rete ciascuno. A segno Paloschi (9′), Gomez (19′), Toni (25′) e Pellissier (39′).

 

Primo tempo – Partita calda (non solo per il torrido clima estivo) nel derby veronese tra Chievo ed Hellas Verona. Lo si capisce già dai primi minuti, quando Rizzoli è costretto ad ammonire Hetemaj e Jankovic dopo un accenno di nervosismo tra i due. Il ritmo delle giocate è concitato fin da inizio gara. Il Chievo si dispone come al solito su una doppia linea difensiva, puntando sulla solidità del reparto, cercando di concedere pochi spazi agli avversari e alzando il baricentro solo sulle ripartenze. Il Verona di Mandorlini cerca invece ampiezza sugli esterni, con Toni come torre a reggere le offensive gialloblù. Il mantra di Maran sembra funzionare alla perfezione: è il 9′ minuto quando il Chievo si fa vedere per la prima volta in fase offensiva, con la difesa del Verona completamente addormentata, Pellissier sponda per Paloschi che è bravo ad insaccare la rete del vantaggio. Mandorlini non ci sta e impone ai suoi attenzione e ritmi alti; il Chievo mostra una solidità rodata, ma non sufficiente a placare l’animo da derby veronese. Passano solo 10′ quando Gomez trova su punizione dalla corsia laterale la deviazione vincente (su Isco) per il pareggio. Sulla scia dell’entusiasmo il Verona sembra aver trovato la gamba giusta, mettendo in difficoltà la difesa di Maran. È il 25′ quando Toni segna in acrobazia il pregevole gol del vantaggio. Maran in difficoltà attua un cambio tattico, passando ad un più offensivo 4-3-1-2. La scelta, sicuramente azzeccata, porta i suoi frutti verso lo scadere del primo tempo, al 38′, quando un più pericoloso Chievo mette in difficoltà una traballante difesa veronese, guadagnandosi un prezioso rigore grazie a Pellissier; rigore realizzato dallo stesso pochi minuti più tardi. Il Verona, dopo il pareggio, si sbilancia in avanti alla ricerca del gol del vantaggio, e quasi ci riesce (sempre con un eterno Toni) trovando la traversa.

Verona-Milan serie A

La ripresa – Il secondo tempo al Bentegodi vede il Chievo grande protagonista tattico. La squadra di Maran entra con un altro passo, riuscendo a mettere in difficoltà l’Hellas sotto tutti i punti di vista. Il Chievo infatti si dispone ottimamente in campo, costringendo gli avversarsi a schiacciarsi sulla propria area. Le occasioni non sono comunque troppe: solo Biraghi andrà veramente vicino al vantaggio, con una punzione al 58′. Il Verona riesce ad alzare il baricentro solamente intorno al 35′, ma senza rendersi mai realmente pericoloso. Sul finale ancora il Chievo, meritevole nel secondo tempo, ci prova con Paloschi, ma è bravo il Verona a trincerarsi in difesa, mantenendo il pareggio.

Chievo Hellas Verona 2-2

Marcatori – Paloschi(9′); Gomez(19′); Toni(25′); Pellissier rig.(39′);

Arbitro – Rizzoli.

Chievo (4-4-2): Bizzarri(5,5); Schelotto(6,5), Dainelli(6), Cesar(6), Biraghi(6,5 – Al 83′ Sardo s.v.); Birsa(6 – Al 58′ Botta s.v.), Radovanovic(6), Izco(5,5), Hetemaj(s.v. – al 11′ Cofie 5,5); Paloschi(7), Pellissier(7).
A disp.: Bardi, Seculin, Sardo, Gamberini, Frey, Meggiorini, Cofie, Christiansen, Fetfatzidis, Botta, Pozzi.
All.: Maran.

Verona (4-3-3): Rafael(5,5); Pisano(5), Rodriguez(6), Moras(6), Agostini(6); Obbadi(5,5), Tachtsidis(5,5), Halfredsson(5,5 – Al 66′ Campanharo s.v. – Al 87′ Nico Lopez s.v.); Jankovic(6), Gomez(6,5 – al 66′ Valoti), Toni(7).
A disp.: Benussi, Gollini, Sorensen, Martic, Marques, Valoti, Brivio, Campanharo, Christodoulopoulos, Nico Lopez, Fernandinho, Saviola.
All.: Mandorlini.

MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN: Pellissier (7) – Trova un pareggio importantissimo. Maran lo sceglie al posto di Meggiorini, che scalpita in panchina tutta la partita, lui risponde prontamente con un rigore perfetto. Uomo squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *