Liga, 36^ turno: tra le top 5 vince solo il Barcellona, adesso vicinissimo al titolo. Intanto piomba l’incubo sciopero sul calcio spagnolo

Festa Blaugrana dopo la rovesciata di Pedro
Festa Blaugrana dopo la rovesciata di Pedro

Il Barcellona è vicinissimo al titolo. La squadra di Luis Enrique, sorprendentemente unica tra le top 5 a portare a casa l’intera posta in palio nel 36^ turno, adesso ha 5 punti di vantaggio sui blancos, grazie alla vittoria sulla Sociedad e al contemporaneo pareggio del Real con il Valencia. Sarebbe un titolo meritato per i blaugrana, che in questo momento si stanno dimostrando la squadra più forte sia in Spagna che in Europa (ricordiamo il 3-0 sul Bayern in champions). Invece il Real sembra essere arrivato col fiato corto in questo finale di stagione, come evidenziato dal pareggio sofferto dell’ultimo turno e dalla sconfitta allo Juventus Stadium. Però al momento l’argomento principale di cui si parla in Spagna è il possibile sciopero, che potrebbe bloccare l’intero movimento calcistico iberico dal prossimo weekend. Infatti è stato proclamato uno sciopero della Liga a partire dal 16 maggio, che rischia di far saltare le ultime due giornate di campionato e la finale di Coppa del Re (Barça vs Bilbao). Inoltre, secondo Marca, le giornate saltate potrebbero non essere recuperate: la legge  spagnola sul lavoro, infatti, prevede che i giorni di sciopero non siano recuperati: questo significa che la Liga potrebbe ufficialmente terminare con la 36^ giornata. Ciò andrebbe a compromettere tutti i verdetti, dal titolo alla retrocessione, passando per i posti Champions ed Europa league. Lo sciopero è stato proclamato dalla Rfef (la Federcalcio spagnola)  contro la nuova distribuzione dei diritti tv decisa dal governo del premier Mariano Rajoy, con la condivisione della Lfp (la lega calcio spagnola). I calciatori appoggiano la Rfef, in quanto vedrebbero compromessi una parte dei ricavi dei proventi legati ai diritti d’immagine, mentre a sorpresa la ridistribuzione dei ricavi tv ha avuto l’appoggio di Real e Barcellona, storicamente favorite dal vecchio sistema. Ci saranno molti colpi di scena, anche se il tempo per trovare un accordo è davvero poco: dunque ci si augura che al più presto si trovi un compromesso per poter portare a termine questa stupenda stagione di Liga.

Zona alta – Il Barcellona, senza mai premere l’acceleratore, si è sbarazzato della Real Sociedad per 2-0. Dopo un primo tempo abbastanza equilibrato, i blaugrana hanno sbloccato la partita con Neymar (22^ centro in campionato) e poi hanno chiuso la pratica grazie alla spettacolare rovesciata di Pedro. Adesso, alla banda di Luis Enrique, basta una sola vittoria per poter festeggiare il titolo. Il Real invece ha chiuso la sua settimana difficile, che ha avuto il suo apice nella sconfitta in champions, con un pareggio casalingo contro il Valencia. Il primo tempo è stato un vero e proprio incubo per i blancos: tre legni colpiti (Chicharito, Bale, CR7) e doppio vantaggio xotos con Paco e Fuego. Nel secondo tempo è arrivata la parziale riscossa con le reti di Pepe e Isco, ma il titolo adesso è una chimera. Ancelotti si gioca stagione e futuro nel match con la Juventus, dove cercherà di ribaltare il 2-1 dell’andata per staccare il pass per la finale di Berlino. Non ottengono i tre punti nemmeno Atletico e Siviglia. I colchoneros soffrono tantissimo nella trasferta contro il Levante, conquistando un prezioso punto in ottica terzo posto. Al doppio vantaggio dei padroni di casa, hanno risposto prima Siqueira e poi Torres. Il Siviglia, dopo il trionfo sulla Fiorentina, non va oltre l’1-1 contro il Celta: al vantaggio firmato Gameiro, ha risposto il rigore di Mina. Torna infine a vincere dopo un’eternità il Villarreal: i submarinos amarillos hanno battuto l’Elche per 1-0 (gol di Campbell) e hanno così centrato la qualificazione per la prossima Europa League.

Neymar+FC+Barcelona+v+APOEL+FC+Wza7HeOPjCGl

Zona medio-bassa – Malaga, Bilbao, Espanyol, Celta, Rayo: ben cinque squadre in corsa per il settimo posto (ultimo che dà un posto in Europa, al netto della coppa del Re). Detto del Celta, l’unica altra squadra a non ottenere la vittoria in questo 36^ turno è stato il Bilbao. I baschi infatti sono stati raggiunti all’ultimo secondo dal Depor, in rete col veterano Lopo. L’Espanyol ha agevolmente superato l’Eibar, ormai sempre più vicina alla retrocessione dopo uno spettacolare girone d’andata. Il Malaga, dopo un periodo buio, ha ritrovato la vittoria ad Almeria: un autogol e la rete di Javi Guerra restituiscono il settimo posto alla squadra di Gracia. Infine anche il Rayo continua a credere nella qualificazione all’ Europa League, obiettivo abbastanza utopistico ad inizio stagione. Invece per quanto riguarda la zona bassa, oltre al punto ottenuto dal Depor, l’unica squadra a conseguire punti in questo turno è stato il Granada che, superando il Cordoba, ha riagganciato Eibar e lo stesso Depor. Quattro squadre in corsa per la salvezza ma solo due rimarranno in Liga: sarebbe davvero un peccato, visti anche gli altri verdetti da definire, interrompere qui questa stagione a causa di uno sciopero alquanto evitabile.

TOP XI – Alves (Val); Siqueira (Atl), Pepe (Rea), Mainz (Gra), Gaya (Val);  Parejo (Val), Isco  (Rea), Koke (Atl); Campbell (Vil), Neymar (Bar), Torres (Atl). All. Espirito Santo (Val).

Espirito Santo
Espirito Santo

 

RISULTATI

Eibar-Espanyol 0-2 (29′ Sergio Garcia, 60′ Stuani)
Granada-Cordoba 2-0 (45′ Mainz, 69′ rig. El Arabi)
Barcellona-Real Sociedad 2-0 (51′ Neymar, 86′ Pedro)
Real Madrid-Valencia 2-2 (19′ Paco Alcacer, 26′ Javi Fuego, 56′ Pepe, 84′ Isco)
Athletic Bilbao-Deportivo 1-1 (14′ Aduriz, 93′ Lopo)
Levante-Atletico Madrid 2-2 (32′ Barral, 35′ Siqueira, 63′ Uche, 80′ Torres)
Villarreal-Elche 1-0 (26′ Campbell)
Almeria-Malaga 1-2 (23′ aut. Casado, 31′ Teye, 69′ Guerra)
Celta Vigo-Siviglia 1-1 (8′ Gameiro, 57′ rig. Mina)
Rayo Vallecano-Getafe 2-0 (28′ Manucho, 73′ Miku)

CLASSIFICA

Barcellona 90, Real Madrid 86, Atletico Madrid 77, Valencia 73, Siviglia 70, Villarreal 57, Malaga 50, Athletic Bilbao 49, Espanyol 49, Celta Vigo 47, Rayo Vallecano 46,  Real Sociedad 43, Elche 40, Levante 36, Getafe 36, Almeria 32, Deportivo la Coruna 31, Granada 31, Eibar 31, Cordoba 20.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *