Maxi Lopez tiene in corsa il Toro per l’Europa League: 2-0 sul Chievo all’Olimpico

Maxi Lopez, attaccante del Torino (immagine sport.notize.it)
Maxi Lopez, attaccante del Torino (immagine sport.notize.it)

TORINO – Dopo le due brutte sconfitte con Empoli e Genoa, il Toro torna a vincere e convincere, superando 2-0 il Chievo di Maran. La vittoria difficilmente riporterà in corsa i granata per l’Europa Leguae: Sampdoria e Inter hanno perso ma l’attuale sesta, la Fiorentina, ha ben 4 lunghezze di vantaggio a due giornate dalla fine. È comunque un successo che fa morale e porta i ragazzi di Ventura a 51 punti. I clivensi sono apparsi invece fuori forma e rinunciatari, ma d’altra parte hanno già ampiamente raggiunto quella salvezza che era l’obbiettivo stagionale: restano quindi quattordicesimi a 42 punti.

PRIMO TEMPO: IL TORO ATTACCA MA NON PUNGE – Sia Ventura che Maran optano per il turnover: in particolare, il tecnico granata lascia Glik in panchina e schiera Jansson, mentre Gaston Silva prende il posto sulla fascia sinistra. Si vede subito che il Toro è più tonico rispetto alle ultime uscite, anche se la sterilità in attacco continua a farsi sentire. Dopo solo un minuto, Martinez di testa non riesce di testa a deviare in porta un traversone di El Kaddouri. Poi è lo stesso centrocampista, su punizione, e mandare la palla di poco distante dalla porta avversaria. La terza occasione porta invece la firma di Vives che, al 10′, impegna Bardi.

SI VEDE IL CHIEVO – Con il passare dei minuti il Chievo prende coraggio e si fa vivo in attacco con due ex: prima Birsa su punizione, poi Meggiorini che sorprende tutti ma non centra lo specchio della porta. Il finale di tempo è comunque ancora granata; ci riprovano Martinez e poi Silva, che però mancano il bersaglio di poco.

SECONDO TEMPO: MAXI LOPEZ IN CATTEDRA – La ripresa inizia con un Toro ancora più determinato e dopo sei minuti arriva il vantaggio: corner di El Kaddouri, rimpalli vari, palla che si impenna e Maxi Lopez anticipa tutti di testa. Il Chievo non sembra reagire ed il Toro tenta il colpo del ko, con lo stesso argentino e poi con Silva che, da centrocampo, costringe Bardi ad un intervento agli incroci. Al 26’ arriva il raddoppio: lancio di Maksimovic, Maxi Lopez fa 40 metri e trafigge Bardi per la doppietta personale. Dopo di quello c’è la consueta girandola dei cambi e poco altro: il Toro amministra il vantaggio, il Chievo non cerca più di tanto la rimonta. Finisce così e va bene a tutte e due.

Torino-Chievo 2-0
Marcatori: 51′ Maxi Lopez, 70′ Maxi Lopez
Torino (5-3-2): Padelli 6; Darmian 7, Maksimovic 6.5, Jansson 6 (68′ Glik 6), Moretti 6, Gaston Silva 6 (72′ Molinaro 6.5); Vives 6.5, Gazzi 6, El Kaddouri 6.5 (85′ Benassi n.g.); Martinez 6, Maxi Lopez 7.5. All. Ventura.
Chievo (4-4-2): Bardi 5.5; Frey 6, Gamberini 5.5, Cesar 5, Biraghi 5.5; Izco 5.5, Radovanovic 6, Christiansen 5.5 (76′ Pellissier n.g.), Birsa 5.5 (57′ Botta 5.5); Meggiorini 5 (65′ Fetfatzidis 5.5), Paloschi 5. All. Maran.
Arbitro: Rocchi.
Ammoniti:18′ Maksimovic (T), 45′ Gaston Silva (T), 53′ Moretti (T).

MAXI LOPEZ 7.5 (MIGLORE IN CAMPO SPORTMAIN) – Contro la sua ex-squadra (che a questo punto lo rimpiangerà di certo), l’argentino ritrova gli stimoli e l’incisività che erano mancate nelle ultime 3-4 giornate: arriva la doppietta personale ed è nettamente il più pericoloso dell’attacco granata.

https://www.youtube.com/watch?v=Tzzhb8NxTOo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *