Liga, 37^ turno: il Barcellona, guidato da un super Messi, espugna il Calderon e si laurea campione di Spagna per la 23ª volta

Barcelona Campeon
Barcelona Campeon

¡El Barça es el campeon de Liga 14/15! Il Barcellona si è aggiudicato, dopo una cavalcata spettacolare, il titolo di campione di Spagna. È il 23^ trionfo della storia blaugrana. La squadra di Luis Enrique può dunque festeggiare il prestigioso successo, ma in Catalogna non hanno alcuna intenzione di fermarsi: il vero obiettivo a questo punto è il triplete: solo Bilbao in coppa del Re e la Juve in Champions possono fermare questa squadra di marziani. Sì, marziani: non ci sono altri modi per definire una squadra che, oltre ad avere superato sinora tutti gli avversari nelle coppe, ha ottenuto questi numeri in campionato: 30 vittorie in 37 partite, 108 gol segnati e soli 19 subiti (per una incredibile differenza reti di +89!), 79 reti totali della MSN (41 Messi, 22 Neymar e 16 Suarez) e 55 punti ottenuti negli ultimi 20 turni. Dopo alcune difficoltà iniziali, soprattutto legate all’inserimento di Suarez e alla personalità di Luis Enrique, i blaugrana hanno trovato quell’alchimia perfetta che li ha resi praticamente imbattibili. E poi c’è Messi: il giocatore più forte del mondo, probabilmente il più forte di sempre. Anche nell’ultimo successo, il gol decisivo è stato messo a segno dall’argentino con l’ennesima giocata sopraffina della sua incredibile e inimitabile carriera. Un anno fa, fu Barcellona Atletico a consegnare il titolo ai colchoneros: dodici mesi dopo, per un incredibile scherzo del destino, è il Barça a festeggiare in casa dell’Atletico. ¡Visca el Barça!

Il trio delle meraviglie blaugrana
Il trio delle meraviglie blaugrana

Zona champions – Vittoria inutile per il Real Madrid: la banda di Carletto Ancelotti batte l’Espanyol per 4-1 con una tripletta di Ronaldo, ma a fine partita deve arrendersi, viste le notizie giunte dal Calderon. I blancos sono comunque matematicamente secondi. Per quanto riguarda il terzo e il quarto posto è tutto ancora in gioco: il Valencia, bloccato sorprendentemente dal Celta in casa, vincendo contro l’Almeria può ancora arrivare terzo (in caso di sconfitta dell’Atletico a Granada) ma perdendo potrebbe uscire dalla zona champions (in caso di vittoria del Siviglia a Malaga). Gli scontri diretti dicono Valencia (vs Atletico) e Siviglia (vs Valencia). La squadra di Emery, in finale di Europa League (affronterà il Dnipro), ha vinto contro l’Almeria grazie alla doppietta di Iborra.

Zona Europa League – Il Villarreal è matematicamente sesto: il successo ottenuto contro il Malaga (doppietta di Moreno) consente alla squadra di Marcelino di poter già iniziare a programmare la futura avventura europea. Tutto aperto per il settimo posto: a proposito ricordiamo che questo vale per i playoff di Europa League, sempre ammesso che il Bilbao non vinca la coppa del Re. Al momento questa posizione è occupata proprio dall’Athletic, protagonista di una epica rimonta in casa dell’Elche. Alla doppietta di Jonathas, hanno risposto negli ultimi 10 minuti Aketxe, San Jose e Williams. Il Malaga, sconfitto a Villarreal, deve vincere contro il Siviglia e sperare in una sconfitta del Bilbao alla Catedral proprio contro i submarinos amarillos: difficile. E lo sono ancor di più le combinazioni che potrebbero portare Celta e Rayo (vittorioso a Cordoba) in Europa League. Entrambe hanno comunque disputato una stagione di grande spessore.

Salvezza – Cordoba in segunda, fin qui ci siamo e lo si sapeva già da un pezzo. Nell’ultimo turno lotteranno per rimanere in Liga le seguenti squadre: Depor, Almeria, Eibar e Granada. In questo turno l’Almeria ha perso a Siviglia, il Depor ha superato il Levante con le reti di Lopo e Juanfran, il Granada ha travolto la Real Sociedad per 3-0 (grandissimo gol di Rochina) ottenendo il terzo successo di fila, infine l’Eibar ha pareggiato in casa del Getafe. Lo stato di forma sembrerebbe poter premiare Granada e Depor, però gli ultimi match regalano una speranza anche all’Eibar: i baschi affronteranno il Cordoba mentre il Granada se la vedrà con l’Atletico che deve difendere il terzo posto. Completano il quadro Barça – Depor (difficile prevedere i blaugrana al completo in questo match) e Almeria – Valencia.

 

TOP XI: Bravo (Bar); San Jose (Bil), Piquè (Bar), Lopo (Dep); Iborra (Siv), Ibanez (Gra), Iniesta (Bar), Rochina (Gra); Messi (Bar), Ronaldo (Rea), Moreno (Vil). All. Luis Enrique (Bar).

CR7
CR7

RISULTATI

Atletico Madrid-Barcellona 0-1 (65′ Messi)
Cordoba-Rayo Vallecano 1-2 (21′ Baena, 56′ Luso, 78′ Embarba)
Elche-Athletic Bilbao 2-3 (32′ e 45′ Jonathas, 80′ Aketxe, 87′ San Jose, 92′ Williams)
Espanyol-Real Madrid 1-4 (59′, 83′ e 91′ C. Ronaldo, 73′ Stuani, 79′ Marcelo)
Getafe-Eibar 1-1 (33′ Hinestroza, 36′ Borja)
Deportivo-Levante 2-0 (22′ Lopo, 80′ Juanfran)
Real Sociedad-Granada 0-3 (74′ El Arabi, 79′ Ibanez, 88′ Rochina)
Siviglia-Almeria 2-1 (30′ Bifouma, 65′ e 71′ Iborra)
Valencia-Celta Vigo 1-1 (8′ Hernandez, 71′ Otamendi)
Villarreal-Malaga 2-1 (82′ e 88′ Moreno, 90′ Darder)

CLASSIFICA

Barcellona 93; Real Madrid 89; Atletico Madrid 77; Valencia 74; Siviglia 73; Villarreal 60; Athletic Bilbao 52; Malaga 50; Espanyol, Rayo Vallecano 49; Celta Vigo 48; Real Sociedad 43; Elche 40; Getafe 37; Levante 36; Granada, Deportivo La Coruña 34; Eibar, Almeria 32; Cordoba 20

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *