God save Premier League: The End

Cari appassionati della Premier, ci siamo. Domani finisce la stagione, e fino alla fatidica Community Shield resteremo scollegati dalle partite d’oltremanica. Bandendo alla malinconia, dovuta più per un altro anno che passa più che per questo piccolo e doverso periodo di riposo, andiamo a rivedere quanto successo quest’anno, in attesa dell’ attesa, si perdoni il gioco di parole, finale di FA Cup che domani darà la conclusione a questa intensa stagione.
Non mi dilungherò in una descrizione. Chi legge questa rubrica sa di certo come sono andati i risultati. Pertanto faremo le….

PAGELLE- E partiamo dai promossi. Promosso ovviamente il Chelsea. I campioni mai rispettarono così le attese. Favoriti alla vigilia, hanno rispettato il cammino continuo e solido che ci si aspettava. Applausi ai giocatori, a Mister Antipatico, e promuovo su tutti Diego Costa, che ha dimostrato coi fatti di essere un Top, nonostante la tecnica a volte grezza.
Promosso l’Arsenal. Perchè? Perchè ne sono tifoso, ed “ogni scarrafone”, Italianamente…battute e violazioni del codice etico giornalistico a parte, i Gunners dimostrano una crescita graduale dalla stagione scorsa. Paiono piano piano, sempre più competitivi e fanno passi avanti, piccoli certo su risultati ma grossi sulla consapevolezza di sè. Con qualche innesto possono fare grandi cose. Promosso a pieni voti il volto nuovo e giocatore dell’anno Sanchez.
Promosso il Southampton. Certo, il suntuoso inizio faceva sperare in un risultato finale più prestigioso, ma stare tanti mesi vicino al vertice e battere compagini più quotate (Arsenal e Liverpool su tutte) è da applausi. Bravo Koeman.
Promossi i Villans. Partiti benissimo, crollati malissimo, cambio in corsa dell’allenatore e salvezza e finale di FA Cup. Promosso il già oggetto del desiderio di tanti Bentheke!

RIMANDATI – Il più rimandato di tutti è il Manchester United. Da un lato torna nell’Europa che conta, e questo conta per dirla con un gioco, per largo tempo nella parte centrale della stagione gioca anche bene e vince spesso, ma alla fine è un incompiuta. Tanti soldi spesi che non fruttano ma più che altro non paiono dare certezze in prospettiva (De Maria e Falcao)….la sensazione è che possano migliorare ed essere competitivi già l’anno prossimo….vedremo.
Rimandato il Tottenham. E’ finita meno peggio di quanto poteva essere visto l’inizio. E si è pure tolto la soddisfazione di vincere un derby con l’Arsenal. Ma alla fine, nonostante la grande esplosione del promossissimo Harry Kane, non fanno da tempo nè passi avanti, nè passi indietro.
Rimandato l’Everton. Certo, nessuno chiede tassativamente all’altra faccia di Liverpool di andare in Champions o di lottare per il titolo, un’annata sbagliata capita, ma davvero è stata deludente, specie rispetto le ultime. Il destino consente ai Toffees di essere l’ultima Inglese ad uscire dalle coppe quest’anno. Almeno questa è una nota di merito, molto tirata, ma lo è.

BOCCIATI – Non infieriamo sui retrocessi. Alla fine si tratta di squadre che non è scandaloso veder scendere. Si rifaranno. Bocciato invece il Manchester City, sì, i secondi e freschi ex campioni, certo. Forse la squadra, che sarà rifondata, si potrebbe rimandare, ma il suo trainer no. Pellegrini dimostra di essere un buon tecnico ma non riuscire ad andare al di là dell’ostacolo. Secondi senza mai lottare e solo per la lentezza iniziale dell’Arsenal, i problemi del Man Utd e assenza di altri, non riescono manco a togliersi l’etichetta di squadra debole in Europa. Fuori presto, come sempre.
Bocciato, sempre a Manchester ma con l’altra maglia, Falcao. Certo, ha avuto problemi fisici e di ambientamento, nonchè con Van Gaal, ma come il miglior attaccante del mondo di due anni fa sia sembrato una mezza pippa è un mistero.
Bocciatissimi, disastrosi il Liverpool tutto ed il tecnico Rodgers. Volati quasi sul tetto di Albione un anno fa, a sopresa, quest’anno i Reds novelli Icaro si sono bruciati le ali. Certo, l’addio di Suarez, la consapevolezza di essere al capolinea di Gerrard (promosso alla carriera) non hanno aiutato. Ma passare da essere una delle più belle realtà d’Europa ad essere inguardabili c’è un abisso.

Vi lascio alla visione della finale di FA Cup, domani alle 18:30, ricordate. Che vinca il migliore, ma non chiedete a me chi sia, sono di parte.

LA CLASSIFICA

1 Chelsea 87
2 Man City 79
3 Arsenal 75
4 Manchester United 70
5 Tottenham 64
6 Liverpool 62
7 Southampton 60
8 Swansea City 56
9 Stoke City 54
10 Crystal Palace 48
11 Everton 47
12 West Ham United 47
13 West Bromwich 44
14 Leicester City 41
15 Newcastle Utd 39
16 Sunderland 38
17 Aston Villa 38
18 Hull City 38
19 Burnley 33
20 QPR 30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *