Napoli-Lazio 2-4: tra rimonte, espulsioni, follie ed errori alla fine la spuntano i biancocelesti

31052015-napoli-lazio-esultanza-gruppo

Napoli – Terzo posto e preliminari Champions League sono della Lazio. Al San Paolo finisce 4-2 per i biancocelesti dopo una partita che definire incredibile è poco. Il Napoli chiude il campionato al quinto posto, superato anche dalla Fiorentina.

Napoli-Lazio 

PRIMO TEMPO – Partita molto combattuta e tesa. La Lazio cerca di non scoprirsi troppo sapendo che le basta anche un pareggio. Il Napoli ci prova con Higuain al 12′ ma Marchetti controlla in due tempi. La grande occasione gli azzurri ce l’hanno al minuto 24: Callejon solo davanti a Marchetti manda incredibilmente fuori. A passare allora sono gli ospiti con un sinistro di Parolo dalla distanza che batte Andujar. E’ il minuto 33. Cinque minuti dopo i biancocelesti sfiorano il raddoppio in contropiede ma Anderson e troppo egoista. Secondo gol che arriva al 45′ con Candreva che, perfettamente imbeccato da Lulic, batte per la seconda volta Andujar.

SECONDO TEMPO – Benitez si gioca la carta Gabbiadini. E’ un altro Napoli e al 10′ arriva il gol di Higuain che capitalizza un cross di Callejon. La squadra di Benitez va subito vicinissimo al pari ma De Vrij salva sulla linea su tentativo di Mertens.Al 18′ Parolo si becca il secondo giallo e viene espulso. Un minuto dopo arriva il pari sempre con il solito Higuain stavolta servito da Mertens. L’inerzia della partita è completamente cambiata.Ledesma subentra a Felipe Anderson che si lascia andare ad un pianto. Ma al 25′ la parità numerica viene ristabilita per la doppia ammonizione di Ghoulam. Ma le emozioni non sono finite. Al 30′ Lulic atterra Maggio: è rigore anche se rimangono dubbi. A risolverli ci pensa Higuain che spara alto. Pioli si gioca le carte Onazi e Klose. E sono proprio loro due a realizzare i gol Champions. Il nigeriano segna al 40′ su perfetto assist di Ledesma. Lo stesso italo-argentino pennella la punizione per la testa di Klose che sigla il definitivo 2-4, Festa Lazio. Disperazione Napoli.

Gianpiero Farina

NAPOLI-LAZIO 2-4

Marcatori: 33′ Parolo (L), 46′ Candreva (L), 10′ st e 19′ st Higuain (N), 40′ st Onazi (L), 47′ st Klose (L)

Napoli (4-2-3-1): Andujar 5,5; Maggio 6, Albiol 5,5, Koulibaly 5,5, Ghoulam 4; David Lopez 6, Inler 5 (8′ st Gabbiadini 6); Callejon 5,5 (44′ st Zapata s.v.), Hamsik 5,5, Mertens 6,5 (32′ st Insigne s.v.); Higuain 5. A disp.: Rafael, Colombo, Henrique, Zuniga, Strinic, Mesto, Jorginho, Gargano. All.: Benitez

Lazio (3-4-3): Marchetti 6; Mauricio 6, De Vrij 7,5, Gentiletti 6; Basta 6,5; Parolo 5, Cataldi 6,5 (dall’82’ Onazi 7), Lulic 6; Candreva 6,5, Djordjevic 6,5 (32′ st Klose s.v.), F. Anderson 6 (20′ st Ledesma 7,5). A disp.: Berisha, Strakosha, Novaretti, Cana, Ciani, Braafheid, Keita, Mauri, Perea. All.: Pioli

Arbitro: Rocchi

Ammoniti: Djordjevic, Mauricio, Parolo, Candreva (L), Goulham, Andujar (N)

Espulsi: Parolo (L), Ghoulam (N)

LEDESMA 7,5: IL MIGLIORE SPORTMAIN – A meno di clamorosi ripensamenti,  questa è stata la sua ultima partita con la maglia della Lazio. Pioli lo getta nella mischia nel momento più difficile e lui lo ripaga con una prestazione sontuosa. Fa la diga davanti alla difesa, fa espellere Ghoulam e fornisce i due assist decisivi a Onazi e Klose. Uomo della provvidenza.

Gianpiero Farina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *