Roma-Palermo 1-2: Totti gol n° 299 (o 300?) in giallorosso, ma i rosanero fanno festa con Vazquez e Belotti

ROMA – Derby vinto e secondo posto acquisito: la (ingiustificata) sindrome da appagamento dei giallorossi permette al Palermo di Iachini di conquistare una vittoria prestigiosa all’Olimpico. Nel primo tempo il rigore di Vazquez, poi nella ripresa l’intermezzo di Totti, infine a una manciata di secondi dalla fine il gol di Belotti fa esultare il settore riservato ai supporter siciliani. La Roma chiude con una sconfitta una stagione tutt’altro che indimenticabile, condita da poche partite memorabili, e ora si affaccia sull’estate con meno certezze di un anno fa, ma i mezzi per migliorare e competere ancora per le prime posizioni.

CLIMA VACANZIERO – Se non è un’amichevole, poco ci manca. Così almeno sembrano pensarla i giocatori giallorossi, apparsi lenti e compassati per tutta la partita. La gioia post-derby è giustificata (nonostante le solite esagerazioni nei festeggiamenti), l’atteggiamento abulico a obiettivo acquisito è un comportamento poco gradito al pubblico, che a fine primo tempo infatti fischierà la propria squadra. Il Palermo invece è in partita e al 20′ sfiora in vantaggio, con un colpo di testa di Maresca respinto da Skorupski che mostra ottimi riflessi. Nella Roma si rivede Balzaretti dopo 565 giorni di assenza, una delle poche note positive della serata: il terzino sinistro tenta più volte la discesa sulla fascia sinistra, ma il suo assist vincente per Doumbia è vanificato dalla posizione in fuorigioco dell’ivoriano.

Totti Roma gol

PALERMO: VITTORIA MERITATA – Il Palermo passa al 34′ su rigore trasformato da Vazquez. Il fallo di mano di Spolli (che conclude in campo l’esperienza in giallorosso), in scivolata, è dubbio, ma sanzionato con il penalty da Nasca. La Roma non si sveglia dal sonno, nonostante gli ingressi dei “titolari” Nainggolan e Pjanic. Il torpore collettivo è scosso leggermente da qualche cross insidioso di Florenzi, ma di tiri in porta non se ne vedono. Al 70′ Belotti arriva vicino al raddoppio, ma la deviazione finisce a lato. All’85’ la Roma trova lo spiraglio giusto, dopo una partita anonima, con Nainggolan che serve a Totti il gol del momentaneo 1-1. Il capitano giallorosso scavalca Sorrentino con un pregevole colpo sotto. Poi, ancora due occasioni sciupate da Pjanic (un colpo di testa alto e un tiro centrale debole, neutralizzato da Sorrentino). E quando sta per calare il sipario sulla partita, arriva la beffa firmata da Belotti (al 6° gol stagionale). Successo meritato per la squadra di Iachini, l’unica tra le due scese in campo stasera ad aver mantenuto alto l’impegno.


L’UEFA considerò determinante la deviazione nella propria rete di Roque Junior

299 O 300? IL GOL DELLA DISCORDIA – Con la rete segnata al Palermo Totti chiude la stagione in doppia cifra (8 reti in serie A, 2 in Champions League). Una costante che si ripete dall’anno dello scudetto, 2000/01, eccezion fatta per le annate 2011/12 (8 gol, tutti in campionato) e la scorsa, 2013/14 (8 reti), senza coppe. Il gol ai rosanero è il 299° in carriera con l’unica maglia della sua vita per il Capitano giallorosso, anche se nel conteggio alcuni tifosi giallorossi amano includere anche la rete segnata nel 2004 al Bayer Leverkusen nel girone di Champions League. In quel caso la punizione di Totti fu deviata da Roque Junior e finì in rete. Per l’UEFA si trattò di autogol del difensore brasiliano. Così il conteggio è fermo a 299, come confermato anche da Totti nel post-gara. Ci sarà ancora una stagione per aumentare il bottino, superando finalmente quota 300 reti in giallorosso.

ROMA-PALERMO 1-2

Marcatori: 35′ rig. Vazquez (P), 85′ Totti (R), 95′ Belotti (P)

ROMA (4-3-3): Skorupski; Florenzi, Spolli, Astori, Balzaretti; Paredes (36′ Nainggolan), De Rossi, Uçan; Ljajic (51′ Pjanic), Doumbia (69′ Iturbe), Totti. A disp.: Lobont, Yanga-Mbiwa, Cole, Ibarbo, Cholevas, Manolas, Pellegrini, Verde, Sanabria. All. Garcia

PALERMO (3-5-2): Sorrentino; Vitiello, G. Gonzalez, Terzi; Quaison, Jajalo (79′ Rispoli), Maresca, Chochev (64′ Della Rocca), Lazaar (57′ Emerson); Vazquez, Belotti. A disp.: Ujkani, Fulignati, Andelkovic, Milanovic, Dybala, Joao Silva, Rigoni, Daprelà, Bentivegna. All. Iachini

Ammoniti: Astori (R), Jajalo (P), Belotti (P), Terzi (P), Iturbe (R)

Arbitro: Nasca

Spettatori: 44.752

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *