Bologna: gli ultimi dieci numeri 10

BOLOGNA – Negli ultimi anni la casacca numero 10 del Bologna è passata molte volte di mano, a volte indossata da campioni, altre da promesse, altre ancora da giocatori non all’altezza, ma vediamo chi sono gli ultimi dieci numeri 10 rossoblu, partendo dall’ultima stagione:

imgres2014-2015 DIECI DA DIMENTICARE Mancosu / Giannone – Matteo Mancosu venne acquistato in gennaio, con in tasca un trofeo di capocannoniere della serie cadetta, conquistato giusto sei mesi prima con 26 reti, e un bottino di 10 gol in stagione, ma a Bologna 0 (zero). Ininfluente. Forse il colpo più deludente targato Corvino. / Luca Giannone, arrivato nel mercato estivo, fu uno dei colpi a costo zero targati Filippo Fusco. Per lui 9 presenze e un solo Assist confezionato per altro in Coppa Italia, prima di tornare mestamente alla Reggiana a gennaio.

2013-2014 “IL BARBA” ROSSOBLU MoscardelliimagesDavide “Il Barba” Moscardelli arrivò nell’estate 2013 dal Chievo tra la diffidenza generale, prendendosi per altro il numero 10 indossato fino a pochi mesi prima dal violino calcistico più conosciuto al mondo. Col passare dei mesi entrò comunque nel cuore dei tifosi rossoblu, più per la simpatia e il suo essere uomo squadra che per le prestazioni in campo, in quel Bologna che poco più di dodici mesi fa sprofondava in Serie B.

2012-2013 “GILARDINO SUONACI IL VIOLINO…” Gilardino – L’ultimo vero giocatore degno di indossare il numero 10 rossoblu, Alberto Gilardino, un giocatore con una classe superiore alla media, un bomber vero, che contribuì alla grande al raggiungimento di quel 9° posto in classifica, record nella storia recente rossoblu. Per lui 13 reti su azione e indimenticabili violini suonati sotto la Curva Bulgarelli.

 

imgres2010-2012 IL TALENTO Ramirez – Da oggetto misterioso a perla nella rosa rossoblu nel giro di due anni. Gaston Ramirez arrivò a Bologna con i galloni della promessa, dopo un ambientamento difficile iniziò ad entrare nel cuore dei tifosi rossoblu grazie ai suoi colpi fuori dal comune. Nella sua seconda stagione, al servizio di Pioli, dimostrò con 8 gol e 5 assist in 33 presenze di poter ambire a palcoscenici più prestigiosi di quelli offerti dal Bologna in perenne lotta per la salvezza.

2005-2010 GLI ANNI BUI Bombardini / Zauli / Vignaroli – Davide Bologna+FC+v+ACF+Fiorentina+Serie+-msOc_ON8UhlBombardini arrivò a Bologna nel 2007, coronando il sogno di giocare nella squadra che tifava sin da bambino, centrando solo 9 mesi più tardi la promozione con la 10 sulle spalle. Riconquistata la massima serie giocò per un anno e mezzo con la casacca rossoblu prima di essere ceduto all’Albinoleffe. / Lamberto Zauli, arrivato a gennaio del 2006, nel luglio dello stesso anno si prese la maglia numero 10, guidando il centrocampo felsineo per tutta la stagione, 4 reti per lui in 30 presenze che non bastarono però a conquistare la Serie A. / Fabio Vignaroli, duttile seconda punta mai veramente sbocciata, indossò la casacca numero 10 l’anno dopo la retrocessione nel 2005, ma dopo un anonimo campionato in cui segno appena 2 reti in 31 presenze se ne andò da Casteldebole.

Mantova-Brescia-2-2-Locatellis-foumltter-var-numret-foumlr-stora2004-2005 “CAPITAN UNCINO” Locatelli – Tomas Locatelli arrivò a mettersi il 10 sulla schiena dopo ben 4 anni in rossoblu, dopo l’addio di Signori. Quella stagione però non fu fortunatissima né per lui né per il Bologna, che finì col retrocedere in Serie B. Per Locatelli 3 reti in 30 partite in Serie A.

 

1998-2004 “BEPPE-GOL” Signori – Giuseppe Signori, Signoripochi sotto le Due Torri non conoscono questo nome. Un’autentica bandiera per i colori rossoblu, indimenticato capitano, dotato di un mancino tanto potente quanto preciso, oltre che uno dei migliori rigoristi della storia della Serie A (con una media vicina al 75%). In 6 stagioni rossoblu, 5 con la magli numero 10, Beppe-gol ha disputato complessivamente 178 incontri e segnato 84 reti, di cui 67 in Serie A, risultando peraltro  quarto assoluto tra i marcatori del Bologna nelle Coppe europee di tutti i tempi. A Bologna si aspetta di rivedere un giocatore dotato degli stessi numeri e dello stesso talento. Il prossimo sarà all’altezza? (Clicca QUI se vuoi rivedere alcuni delle reti segnate da “Beppe-gol”).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *