Copa América 2015: il resoconto della seconda giornata. Bolivia che sopresa! Vidal e Neymar inguiano Cile e Brasile

Tra colpi di scena, sorprese e qualche delusione la Copa América sta entrando sempre più nel vivo. Vidal e Neymar scuotono la rassegna con i loro comportamenti abbastanza discutibili: Sampaoli avrà comunque lo juventino a disposizione, anche se non si sa bene in che condizioni psicologiche, l’asso del Barcellona invece tradisce Dunga che con la testata ai danni di Murillo ha concluso il torneo dopo le quattro giornate inflitte dal giudice sportivo.
Emerge però la grande prova della Bolivia, grande sopresa di questo torneo, che dopo la vittoria con l’Ecuador spera nei quarti di finale e visto le condizioni delle big sognare non costa nulla.

Gruppo A – La Bolivia, dopo il pareggio con il Messico della prima giornata, si candida come vera sopresa del torneo grazie alla vittoria per 3 a 2 contro l’Ecuador che ha spalancato le porte per i quarti di finale.I boliviani hanno giocato un grande primo tempo, chiuso sul 3 a 0, e nell’ultima gara contro i padroni di casa si giocheranno il primo posto.
Nell’altra gara del girone invece il Cile si blocca contro il Messico sul 3 a 3 dimostrando più di qualche problema difensivo. Sampaoli ha anche il problema Vidal, parso in grande condizione in campo grazie a due gol e un assist, il centrocampista juventino ha però combinato un bel guaio fuori dal rettangolo verde andandosi a schiantare, ubriaco al volante, con la sua ferrari. Il Ct Cileno ha comunque deciso di non allontanare Vidal dal gruppo. Problematica anche la la fase divensiva che ha lasciato più di un dubbio rischiando molto e subendo tre gol contro un Messico che non è sicuramente tra le migliori formazioni di questo torneo.
Classifica: Cile 4, Bolivia 4, Messico 2, Ecuador 0

Vidal cile

Gruppo B – L’Argentina riparte dopo il pareggio con il Paraguay e grazie al gol di Aguero piega un Uruguay mai domo ma con la pesante assenza di Suarez che limita molto il potenziale offensivo. La squadra del Tata Martino è parsa in crescita rispetto alla prima gara di questa Copa América soprattutto in fase difensiva con il portiere Romero meno impegnato del solito.
Nell’altra gara del girone il Paraguay vince 1 a 0 con la Giamaica e si porta ad un passo dai quarti di finale, il passaggio del turno si deciderà all’ultima giornata contro l’Uruguay.
Classifica: Argentina 4, Paraguay 4, Uruguay 3, Giamaica 0

 

Gruppo C – La Colombia cancella il brutto ricordo dell’esordio contro il Venezuela giocando una grande gara contro il Brasile. La squadra di Pekerman ha avuto quasi sempre il possesso del pallone passando in vantaggio grazie al gol del neo interista Murillo e sfiorando più volte il raddoppio. Notte da incubo invece per Dunga, la difesa continua a dare l’impressione costante di poter subire gol in ogni azione e l’attacco oltre Neymar non sembra avere giocatori in grado di sbloccare le partire. Oltre il danno il Brasile subisce anche la beffa: in un dopo partita ricco di tensione Neymar colpisce con una testata Murillo che viene difeso dall’attaccante del Siviglia Bacca, risultato espulsione per entrambi i giocatori.

Brasile
A complicare o rendere più avvincente, dipende dal punto di vista, il girone ci ha pensato nella nottata il Perù che grazie al gol di Pizarro ha battuto 1 a 0 il Venezuela riportando la classifica in piena parità. L’ultima giornata sarà decisiva con tutte e quattro le squadre che si giocheranno direttamente il passaggio ai quarti di finale.
Classifica: Brasile 3, Venezuela 3, Colombia 3, Perù 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *