Il mercato del Toro: arrivato Bjarnason, Darmian parte o no?

TORINO – In attesa di ritrovarsi al centro Sisport ai primi di luglio, il Toro continua a prendere forma ed a muoversi sul mercato; da un lato c’è qualcuno che arriva, dall’altro continuano le voci che vogliono in partenza alcuni pezzi pregiati. Ma sono voci finora, appunto.

BJARNASON ALLA CORTE DI CAIRO – Si tratta del primo islandese a vestire la maglia granata. Il centrocampista del Pescara ha firmato pochi giorni fa; si tratta sicuramente di un buon acquisto, dotato di un alto tasso tecnico e di un buon dribbling; insomma, di caratteristiche simili a quelle del partente El Kaddouri, di ritorno a Napoli. Quest’ultimo è sicuramente una grossa perdita, anche se il “Sultano berbero” non ha fatto quella maturazione che molti si aspettavano. Nella stagione decisamente positiva DEL Toro, il marocchino resta tra quelli che ha convinto meno, salvo un buon finale di campionato.

Bjarnason
Bjarnason, neoacquisto del Toro proveniente dal Pescara

IL CASO DARMIAN – Sembra quasi certo che il difensore della Nazionale lasci Torino, eppure i giorni passano e nulla si muove. Per dirla meglio, si muovono le offerte (del Napoli ma non solo), senza però che si trovi un accordo. Cairo non sembra disposto a cedere rispetto al valore stimato (15 milioni di euro); si parla del cartellino di Jorginho e del prestito di Zapata in prestito con diritto di riscatto, ma l’accordo sembra ancora lontano. Il presidente granata ha promesso più di un mese fa che avrebbe venduto gli eventuali gioielli entro il 30 giugno, per dare a Ventura una squadra più definitiva possibile per la ripresa. A questo punto i tifosi sperano che sia di parola e che quei giorni passino in fretta. Nel frattempo nemmeno le altre voci di mercato (su Glik, Maksimovic e Bruno Peres) si sono ancora concretizzate; d’altra parte il bilancio del Toro non è in passivo, se vuole può permettersi di non vendere.

Matteo Darmian (immagine www.tuttomercatoweb.com)
Matteo Darmian (immagine www.tuttomercatoweb.com)

E l’ATTACCO? – Forse è il reparto di cui finora si è parlato meno, eppure i problemi non sono mancati l’anno scorso, nonostante i gol di Quagliarella ed il sorprendente impatto di Maxi Lopez. Dovrebbero restare entrambi, così come dovrebbe restare Martinez nonostante un’annata in chiaroscuro. Potrebbe arrivare il suddetto Zapata, mentre è più incerto il destino di Amauri; la sua stagione è stata decisamente deludente ed ora oscilla tra il desiderio di riscattarsi a Torino e quello di tornare in Brasile per finire la carriera. Chi vivrà vedrà come sempre, intanto un suggerimento non richiesto a chi (Ventura) proprio non ne ha bisogno: valorizzare i giovani. La Primavera,  neocampione d’Italia, ha proposte interessanti in tutti i reparti.

Fabio Quagliarella Torino
Fabio Quagliarella, attaccante del Torino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *