Milan: primi giorni di allenamento a Milanello ma con la testa a rinforzare difesa e centrocampo

997099738c912ce2fa1f954e16421155-91057-1435944128

MILANELLO – La nuova stagione rossonera è appena ripresa con gli allenamenti a Milanello ma è il calciomercato il vero protagonista nei campi di Varese.

ATTACCO – Sicuramente è il reparto dove il Milan ha deciso di effettuare i maggiori sforzi economici, portando in Italia giocatori come Bacca e Luiz Adriano. Con Menez, Matri e il faraone già alla corte rossonera e una sola vera competizione da affrontare, potrebbero già bastare questi nomi, ma Galliani sembra avere in canna un altro colpo (Vedi Ibra) e nelle prossime settimane sicuramente un’altra operazione verrà chiusa. Ma questo basta a far dire al presidente Berlusconi che i rossoneri lotteranno con la Juventus per il titolo?

RINFORZI MIRATI – Evidentemente la risposta è no. Sebbene in attacco la società rossonera si sia mossa bene, bisognerà certamente rinforzare i reparti che già nella scorsa stagione sembravano il tallone d’Achille della formazione allenata da Inzaghi: difesa e centrocampo.
Per quanto ottimisti possano essere presidente e direttore sportivo infatti, e sebbene l’arrivo di Sinisa Mihajlovic porterà effetti positivi su tutti i giocatori, gente come Abate, Mexes, Antonelli e Zapata non arriveranno a fare miracoli. È evidente quindi che almeno due/tre giocatori dovranno arrivare per rinforzare il reparto difensivo, che è passato dall’avere gente come Baresi, Costacurta, Nesta e Thiago Silva ai sopracitati pseudo difensori.
Discorso centrocampo: se è vero che Essien è andato via, Muntari ha rescisso e Nocerino verrà venduto al primo acquirente disponibile, il Milan dovrà trovare anche qui due/tre giocatori in grado di far fare la differenza alla squadra. Il solo Jack Bonaventura non potrà mettersi sulle spalle tutti i suoi compagni e contando che Montolivo è fermo (poche presenze a parte) da oltre un anno, è evidente che in mezzo al campo serva qualcuno in grado di creare gioco e di farlo anche velocemente. Il dottor Galliani si è preso qualche giorno di vacanza e settimana prossima sembra sarà solo di transizione, ma l’AD rossonero ci ha abituati a colpi di scena improvvisi. L’importante però per i tifosi del Milan è poter tornare a sognare il palcoscenico della Champions. E i presupposti, ci sono tutti.

2 Comments

  • La struttura fu inaugurata nel 1963 per volere del presidente Andrea Rizzoli , e riammodernata nei primi anni della presidenza di Silvio Berlusconi . Si tratta di un centro di allenamento moderno e funzionale, che il Milan utilizza per preparare le proprie partite, e in cui la prima squadra trascorre tutto il periodo della preparazione estiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *