Iniziata la nuova stagione, facciamo due conti in tasca ai rossoblu

CASTELDEBOLE – Sottoponendosi ai test di rito, i giocatori del Bologna hanno ufficialmente dato il via alla nuova stagione. Una stagione che li rivedrà combattere in Serie A, che darà spazio a tanti volti nuovi e che dimostrerà il valore di una società in carica da nemmeno un anno ma preparata e solida economicamente.

CorvinoI CONTI IN TASCA AI ROSSOBLU – Nei quotidiani locali si è parlato a lungo del budget a disposizione della società, cifre che si aggiravano intorno ai 15 mln, ma frutto solo di supposizioni visto che la dirigenza rossoblu ha poi confermato in più occasioni che il budget non verrà mai comunicato. In città c’è chi si lamenta, chi si aspettava subito grandi acquisti, chi non è convinto dei colpi fatti finora, ma andiamo ad analizzare le mosse di mercato rossoblu realizzate fino a questo momento. Rossettini, difensore, 30 anni(2,5 mln€), Rizzo, centrocampista, 23 anni(1,5 mln per il prestito + 3,5mln per il riscatto a fine stagione), Crisetig, centrocampista, 22 anni(5mln per il riscatto a fine stagione), Mirante, portiere, 32 anni(arrivato gratuitamente da svincolato).lorenzo crisetig nazionale Il Bologna quindi al momento ha speso circa 2,75 milioni per il riscatto di Mbaye più 4 milioni di euro per assicurarsi un portiere che potrebbe vestire l’azzurro, un difensore collaudato in Serie A, due poco più che ventenni ma già rodati a centrocampo, che nelle prossime ore potrebbero diventare 3 con Duncan; anche per lui si parla di prestito + riscatto a 4/5 mln. Quindi con 6,75 mln Corvino ha sistemato quasi completamente porta, difesa e ha fatto buoni passi a centrocampo. Solo due cantieri sono lontani dalla meta: l’attacco e gli esuberi.

LA ROSA ATTUALE – Di seguito tutti i giocatori tesserati con il Bologna:
Portieri – MIRANTE, Da Costa, (Stojanovic), (Sarr)   1 tra Stojanovic o Sarr potrebbe andare via in prestito.
Difensori – Masina, Morleo, ROSSETTINI, Oikonomou, Gastaldello, Maietta, Ferrari, (Radakovic), (Paramatti), Mbaye,  (Abero), (Garics), (Ceccarelli) ; 5/13 gli esuberi al momento.
Centrocampisti – Zuculini, Matuzalém, RIZZO, CRISETIG, (Pulzetti), (Djokovic), (Riverola); 3/7 gli esuberi al momento.
Attaccanti – (Mancosu), (Cacia), (Acquafresca), (Rolando Bianchi)  3/4 di questi potrebbero lasciare la squadra.
Giocatori totali:27 Giocatori in uscita(tra parentesi): 14
A questi vanno aggiunti alcuni giovani di rientro dai prestiti che andranno comunque piazzati in prestito o definitivamente: Lombardi, Malagoli, Rickler, Lorenzini, Palomeque, Gerevini, Bergamini, Pescatore, Malo, Benatti, Veratti e Yaisien. Gli esuberi al momento sarebbero quindi 26, di certo non pochi e la dirigenza farà di tutto per piazzarne il più possibile.

LE PROSSIME MOSSE? – Lasciando stare il nodo esuberi, una parte della tifoseria si lamenta per il mancato arrivo di un attaccante di riferimento, abituato alla categoria e che sappia ‘buttarla dentro’. Questo attaccante arriverà se non nei prossimi giorni di sicuro entro la fine del mercato, con buona pace di coloro che vorrebbero tutto e subito. Mettersi in rosa il giocatore sbagliato ad un prezzo esagerato di certo non farebbe bene al Bologna e soprattutto alle sue casse. Quello dell’attaccante sarà infatti l’acquisto più delicato dell’intera stagione rossoblu, sia per costi che per importanza.

Diamanti BolognaIL CONFRONTO CON IL 2013 – Circa 730 giorni fa, la rosa il giorno del ritiro datato 15 luglio, quindi con una settimana in più di mercato alle spalle, era questa:
Portieri – Agliardi, Lombardi, Stojanovic;
Difensori – Abero, Morleo, Cherubin, Antonsson, Sorensen, Natali, Ferrari, Garics, Crespo, Palomeque;
Centrocampisti – Casarini, Della Rocca, Krhin, Pazienza, Pulzetti, Radakovic, Riverola, Taider;
Attaccanti – Diamanti, Christodoulopoulos, Kone, Acquafresca, Moscardelli, Alibec, Veratti, Yaisien e Gimenez.
Quella squadra perse poi Taider, Pulzetti, Riverola e Abero in estate e Diamanti a febbraio, mentre in entrata si registrarono gli acquisti di Bianchi, Cristaldo e Laxalt.

ciliegiaLE CONCLUSIONI – A circa un mese dalla promozione e 40 giorni dall’inizio ufficiale del campionato il lavoro di Corvino prosegue nella giusta direzione, nel rispetto del budget e dei diktat societari: zero follie, giovani scommesse, giocatori esperti con richieste accettabili dal cartellino non troppo costoso e, chissà, magari una ciliegina che farà felici tutti i tifosi, ma per i canditi il tempo non manca.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *