Ecco a voi Geoffrey Kondogbia

BRUNICO 2015 – Presentazione in grande stile per Geoffrey Kondogbia. Dopo che il suo arrivo all’Inter ha suscitato non poche polemiche con il derby milanese che si è aperto e subito chiuso in favore dei nerazzurri, ora per il centrocampista francese è tempo di scendere in campo e dimostrare di essere davvero il gioiello che tutti volevano.

COLPO DA 90 – È lui il vero colpo dell’estate nerazzurra, almeno fino al momento. Averlo soffiato al Milan con un sacrificio economico di tutto rispetto fa di Kondogbia il giocatore più atteso di questa stagione 2015/2016. E allora riflettori accesi sul 22enne proveniente dal Monaco che in molti vedono come un nuovo possibile leader, ma è meglio dare tempo al tempo senza fare pressioni che potrebbero rivelarsi controproducenti.

IMG_5414

PRESENTAZIONE UFFICIALE – Alla presenza di giornalisti e pochi tifosi dei club Kondogbia è stato ufficialmente presentato al popolo nerazzurro e alla stampa. “È un orgoglio e un piacere che abbia scelto di vivere questa avventura in nerazzurro mi auguro che questi siano anni importanti e di successo per lui e per la nostra società” ha esordito il Direttore Generale Marco Fassone.
Poi la parola è passata al giocatore che ha risposto senza problemi a tutte le domande che gli sono state poste. Ne riportiamo alcuni stralci. Per l’intervista completa rimandiamo
al sito ufficiale. “Ho optato per il campionato italiano perché credo che sia la tappa successiva per la mia carriera. Ho scelto l’Inter perché credo che sia più vicina a me. Ho parlato con il mister e mi ha convinto con il progetto che ha l’Inter per i prossimi anni. E poi quando ti chiama un mister così non puoi dire di no. Nonostante quello che è stato scritto non ho mai detto sì al Milan”. Essere considerato il colpo dell’estate potrebbe mettere più pressione del dovuto al giovane centrocampista: “È normale che ci siano attese ma non ho sentito nessuna pressione solo tanta passione da parte dei tifosi”. E infine sul ruolo che ricoprirà: “Non ho preferenze mi metto a disposizione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *