Tennis, Wimbledon: lo strapotere di Serena Williams. Centra il 21esimo slam della carriera, il quarto consecutivo. In finale sconfitta Muguruza

Serena Williams alza al cielo il sesto Wimbledon della sua carriera

WIMBLEDON – Serena Williams si conferma insuperabile anche ai Championships, conquistando il quarto slam consecutivo. Nel corso delle due settimane sull’erba londinese la statunitense cresce con il passare delle partite, fino alla finalissima contro la sorpresa spagnola Garbine Muguruza, sconfitta con un doppio 6-4. Dopo 13 anni torna a vincere uno slam la svizzera Martina Hingis in coppia con Sania Mirza.

Serena_Williams_Wi_2951805b-1
Serena conquista il 21esimo slam della carriera, il quarto consecutivo

PARTITASerena Williams si porta a casa l’ennesimo slam stagionale, sconfiggendo in un’ora e 20 minuti la spagnola Garbine Muguruza. E pensare che per la numero 1 al mondo l’avvio di match è stato in salita. L’outsider spagnola è partita fortissimo (0-2), mettendo in difficoltà la sua avversaria. Nel sesto game è anche riuscita ad annullare due palle break portandosi sul 2-4. Nell’ottavo game, però, Serena riesce a conquistare il contro break (4-4), dando una forte svolta al match. L’americana passa a condurre (5-4) e nel game successivo piazza un dritto vincente che gli consegna il primo set (6-4). Garbine accusa il colpo e subisce altri due break nel secondo parziale (5-1), mandando Serena a servire per il match in un batter d’occhio. Serena, però, non è infrangibile e sul più bello si blocca, permettendo alla rivale di recuperare entrambi i break (5-4). Qui, però, si ricompone, mentre la spagnola si scioglie e il break a 0 vale il game (6-4), il set e l’incontro.

Garbine+Muguruza+Day+Two+Championships+Wimbledon+ILBRelfP3x0l
Garbine Muguruza ha ottenuto la sua prima finale in un major

IMPRESSIONANTE – Basterebbe guardare la classifica mondiale per capire il dominio di Serena Williams nel tennis femminile. La 33enne di Saginaw, dopo il successo di Wimbledon, porta a 6671 i punti di vantaggio nel ranking su Maria Sharapova, attualmente numero 2 del mondo. Ma quello che è impressionante è la costanza di Serena, ormai ad alti livelli da 15 anni, quando nel 1999 conquistava il suo primo slam con gli Us Open. Da allora in bacheca ci son 21 tornei dello slam e in totale ben 68 tornei del circuito maggiore. Basta pensare che ora Serena detiene tutti e quattro i titoli dello slam, avendo conquistato gli Us Open 2014, gli Australian Open, il Roland Garros e Wimbledon 2015. Conquista i Championships per la sesta volta, dopo un’astinenza di tre anni. Se l’americana dovesse vincere anche gli Us Open, questo risultato la porterebbe alla conquista del Grande Slam (ovvero conquistare tutti i major nella stessa annata), impresa che l’ultima volta è riuscita a Steffi Graff nel 1988.

AVVERSARIE – Riguardando il tabellone femminile del torneo, vediamo quali sono state le sorprese e quali i flop di questi Championships. Naturalmente al numero 1 delle sorprese non può che esserci la spagnola Garbine Muguruza, capace di sconfiggere avversarie del calibro di Kerber, Wozniacki e Radwasnka ed arrendendersi solo al “mostro” Williams. Da incorniciare anche i tornei di Coco Wandeweghe e Timea Bacsinzky, giunte fino ai quarti di finale. Si sono spinte fino agli ottavi senza il favore del pronostico la piccola kazaka Zarina Diyas (che ha battuta la nostra Pennetta al primo turno), la rumena Monica Niculescu e la bulgara qualificata Olga Govortsova. Senza ombra di dubbio la delusione più grande invece arriva da Petra Kvitova, detentrice del titolo, che abbandona il torneo già nella prima settimana ai sedicesimi. Gli altri flop portano i nomi di Carolina Garcia, Carla Suarez Navarro, Flavia Pennetta ed Eugenie Bouchard, fuori al primo turno, e Ana Ivanovic, estromessa da Mattek Sands al secondo.

sania-hingisreuters-t
La coppia Martina Hingis e Sania Mirza che hanno conquistato la vittoria nel doppio

13 ANNI – Ritornata nel circuito da qualche anno, la svizzera Martina Hingis ritorna a trionfare in doppio in un torneo dello slam. In coppia con l’indiana Sania Mirza batte nella finale di doppio femminile la coppia Makarova-Vesnina, dopo esser state sotto per 2-5 nel terzo e decisivo parziale. Oggi la 34enne ex numero 1 del mondo va a caccia del bis con la finale di doppio misto in coppia con Leander Peas.

Oggi alle 15 la finalissima maschile fra Novak Djokovic e Roger Federer, rivincita dello scorso anno dove ebbe la meglio il serbo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *