Toro: il 3-1 sul Renate conclude il periodo di Bormio

BORMIO (SONDRIO) – Ennesima amichevole per il nuovo Toro: dopo il Bormio, il Sondrio, il Savona, oggi i ragazzi di Ventura se la sono vista con il Renate, compagine di Prima Divisione. 3-1 per i granata il responso del campo con reti di Glik, Acquah e Benassi, inframezzate da quella di Valotti per i lombardi (il primo subito dal Toro in queste amichevoli).

31 GOL FATTI, UNO SUBITO – Questo il bilancio delle due settimane in Valtellina. “Bilancio” è ovviamente una parola grossa, perché in questo periodo è tutto un allenamento. La pesantezza della preparazione peraltro si vede, ma le buone sensazioni non sono mancate: si vede molta voglia di far bene e anche qualche lampo di bel gioco. Buono poi l’impatto di alcuni nuovi arrivi come Baselli e Acquah, ma anche di alcuni destinati ad andarsene in prestito come Stevanovic. Buona in generale la “vecchia guardia” dell’anno scorso che mostra già, come prevedibile, una forte intesa.

UN TORO ANCORA INCOMPLETO: CERCASI ATTACCANTE – La domanda che si fanno tutti è però un’altra: a quando gli ultimi ritocchi di mercato? Tutto tace da un bel po’: l’unico movimento recente risale proprio a ieri, con la cessione a titolo definitivo di Larrondo al Rosario Central (1,2 per il suo cartellino, bonus compresi). Restando all’attacco, di Belotti si parla ormai da settimane, ma niente sembra smuoversi in quell’incastro che potrebbe portare Defrel al Palermo e quindi l’under 21 alla corte di Cairo. Sarà davvero così? Forse la pista vera è Abel Hernandez? O forse qualcun altro ancora? Come sempre, chi vivrà vedrà. Il Toro è quasi al completo, ma qualcosa manca ancora e forse i tifosi temono un remake dell’anno scorso, con l’arrivo all’ultimo minuto di un Amauri fuori forma ed il rinforzo di Maxi Lopez solo a gennaio.

ORA IL RITORNO A TORINO – Chiuse le due settimane di ritiro, nei prossimi giorni i granata saluteranno la Valtellina e torneranno a Torino; ad accoglierli il solito centro Sisport. In agosto, poi, via alla seconda fase della preparazione, questa volta a Chatillon in Valle d’Aosta. Savona e Renate sono stati i primi impegni un po’ più impegnativi, in un percorso destinato a continuare ed a portare al primo match in Coppa Italia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *