Bentornata Serie A: Udinese e Sassuolo che colpi! Esordio amaro per molte “big”, ko le neopromosse

fiorentina-milan-gruppo-esultanza
ATTO I
– Primo atto indigesto per quasi tutte le cosiddette “big” del nostro campionato: Juve, Napoli e Milan già in cerca di riscatto. “Nì” per la Roma, fermata a Verona dall’Hellas. Benino l’Inter, salvata da Jovetic ad un soffio dal triplice fischio. Ok la Lazio che in casa domina per gran parte del match, seppure i patemi non siano mancati. La migliore all’esordio è la Viola che non stecca al debutto fra le mura amiche contro i rossoneri. Rimane invece a zero la casella punti per tutte le tre neopromosse.

UDINESE E SASSUOLO, CHE COLPI!thereau Per la prima volta nella propria storia la Juve ha concluso la prima di campionato fra le mura amiche senza nemmeno un punto conquistato. Non era mai successo in più di 100 anni di storia e 40 precedenti. Questo avvalora ulteriormente l’impresa dell’Udinese che festeggia con un successo prestigiosissimo la prima panchina di Colantuono. “Schiaffo” ai bianconeri che fa capire che forse la musica sarà diversa in questa stagione.
Rimonta al sapore d’impresa invece per il Sassuolo, che quest’anno parte probabilmente con qualcosa in più della salvezza in mente. I neroverdi hanno dimostrato di avere la maturità necessaria per rimettere in careggiata una partita iniziata in salita. Un messaggio da Di Francesco a chi punta l’Europa.

Lazio-BolognaROMANE A DUE VELOCITÀ – Il derby a distanza lo vince la Lazio, già avanti con la condizione, autrice di un match brillante contro il Bologna per gran parte dei 90 minuti, nonostante un secondo tempo non privo di patemi. Da rilevare il buon impatto dei tanti giovani in campo in entrambe le compagini.
La Roma di Garcia, nonostante il ricco mercato, si dimostra invece lenta e senza idee, ancora una volta piccola con le “piccole” e solo una perla di Florenzi, con la partecipazione del portiere dell’Hellas Rafael, ha salvato parzialmente la giornata. Giallorossi che quindi devono inseguire, ma almeno, per una volta, la Juve è dietro.

MILANESI IN RODAGGIO – Milan e Inter hanno dominato i mesi estivi a suon di colpi sul mercato. jovetic-10Comprensibile che ancora non siano al top, visti i numerosi nuovi giocatori da inserire in altrettanto nuovi contesti di gioco. Sconfitta con qualche polemica per il Milan, che comunque non è mai parso all’altezza della Fiorentina, soprattutto sul piano del gioco. Paulo Sousa conferma dunque le buone impressioni emerse durante il precampionato.
“Pareggio sfiorato” con l’Atalanta per l’Inter di Mancini, salvata da un lampo di Jovetic ad un soffio dal triplice fischio. Per entrambe le milanesi il lavoro è ancora lungo ma il tempo non manca. Serve però un netto cambio di velocità per arrivare ad ottenere risultati che possano giustificare il loro mercato.

sampdoriacarpi-52_1061286sportal_homeZERO PUNTI PER LE NEOPROMOSSE – Impatto difficile con la Serie A per tutte e tre le neopromosse, rimaste a zero putni dopo la prima giornata. Il primo tempo di Lazio-Bologna ha fatto capire alla società felsinea che nonostante gli investimenti fatti la salvezza non sarà una passeggiata. Messaggio arrivato anche al debuttante Frosinone, battuto in rimonta da Torino. Peggio di tutte ha però fatto il Carpi, sotto di 5 reti prima dell’intervallo contro una Samp spumeggiante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *