Todo Jojo, toda beleza: Inter batte Atalanta 1-0

MILANO – Buona la prima per l’Inter di Mancini che, nella prima giornata del campionato di serie A, batte 1-0 l’Atalanta di Reja. In pieno recupero il gol vittoria di Stevan Jovetic, alla sua prima partita ufficiale con la maglia interista.

KICK-OFF – L’Inter scende in campo con il modulo 4-3-1-2: a centrocampo parte titolare Gnoukouri che vince il ballottaggio con Hernanes. L’esperimento Brozovic trequartista alle spalle del tandem d’attacco Icardi-Palacio. Reja schiera i suoi con il 4-3-3 con la sorpresa De Roon a centrocampo, già a segno in Coppa Italia contro il Novara, e col tridente Moralez, Denis, Gomez.

PRIMO TEMPO – Pronti, via e dopo tre minuti l’Atalanta mette subito i brividi alla difesa interista: svarione di Gnoukouri con Kurtic che gli sfila il pallone ed è abile a mettere in mezzo per Carmona, sponda del cileno per la corrente Gomez che colpisce di prima intenzione ma la sfera finisce alta. Un minuto dopo reagiscono i padroni di casa con Kondogbia: tiro potente ma fuori dallo specchio. Prima gatta da pelare per Mancini che al 15’ è costretto al primo cambio: fuori Icardi per un fastidio muscolare (già riscontrato nel riscaldamento pre-partita) e dentro Jovetic. Proprio il montenegrino, servito da Juan Jesus, si fa vedere al 22’: tiro rasoterra e sfera neutralizzata senza problemi da Sportiello. Ci prova anche Medel da fuori area ma la palla termina abbondantemente alta. Al 24’ problemi anche per Reja che perde per infortunio Denis, dopo uno scontro di gioco con l’interista Brozovic. L’allenatore orobico lo rileva con Pinilla, vincitore della Coppa America 2015, che si fa subito vedere con un colpo di testa che termina alto. L’Atalanta chiude bene gli spazi e costringe gli uomini di Mancini a colpire il bersaglio da posizione siderale. Al 40’ buona trama interista con Jovetic che difende la sfera e apre uno spiraglio per Kondogbia che colpisce a botta sicura ma sulla sua conclusione Sportiello è reattivo e, allungando il piede destro, gli nega la gioia del gol. Dopo due minuti di recupero si ritorna negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO – Dopo un primo tempo per lunghi tratti abulico, l’Inter ritorna il campo con un pizzico di mordente in più e con la voglia di conquistare l’intera posta in palio. Brozovic, uno dei migliori tra le file interista, ruba palla a metà campo e l’appoggia per Kondogbia ma il suo tiro è respinto in corner da un attentissimo Sportiello. La Dea si rende pericolosa con Gomez in due circostanze: al 7’ il suo colpo di testa non inquadra la porta difesa da un inoperoso Handanovic e al 15’ l’ex Catania calcia alto mandando alle ortiche un buon contropiede innescato da De Roon. Sulle corsie esterne l’Inter si mostra una squadra ibrida: poco pungente a destra con Santon,  graffiante a sinistra con Juan Jesus dove al 18’ serve Brozovic che colpisce di controbalzo  senza impensierire l’estremo difensore orobico. Al minuto 26 la svolta del match: fallo di Carmona su Hernanes e per l’arbitro Calvarese ci sono gli estremi per il secondo giallo nei confronti del centrocampista cileno. Cartellino rosso, dunque, e Atalanta in dieci uomini. L’Inter prova subito a sfruttare la superiorità numerica con Jovetic, che colpisce dalla distanza con la sfera che sibila accanto all’incrocio dei pali. Al 33’ Jovetic regala a Palacio il gol del vantaggio ma l’attaccante argentino è in netta posizione di offside e gol che viene giustamente annullato. La squadra di Mancini alza la pressione e una serpentina di Hernanes non morde di poco la difesa bergamasca e pallone che finisce alla destra di Sportiello. L’estremo difensore atalantino è prima abile a bloccare un tiro strozzato di Hernanes, poi fortunato nella conclusione radente di Palacio che lambisce il palo esterno. Al 90’ è ancora un intervento prodigioso di Sportiello a negare la via del gol all’Inter e ancora una volta ad Hernanes. La lavagnetta luminosa indica che si giocherà fino al 95’ e nel terzo minuto di recupero è una magia del mago JoJo a regalare la prima vittoria all’Inter in campionato: destro a giro di Jovetic che indovina l’angolo vincente, un colpo da maestro per consegnare all’Inter i tre punti alla prima uscita e un’iniezione di fiducia per la stagione appena iniziata. Dallo stadio Giuseppe Meazza in San Siro, Inter batte Atalanta 1-0.

INTER-ATALANTA 1-0

Marcatori: 93’ Jovetic (I)

INTER (4-3-1-2) –  Handanovic 6; Santon 5.5, Miranda 6, Murillo 6.5, Juan Jesus 7; Gnoukouri 5 (1’ st Hernanes 6.5), Medel 5, Kondogbia 6.5; Brozovic 7 (40’ st Manaj sv); Icardi sv (15’ pt Jovetic 7.5), Palacio 6.5. A disposizione: Carrizo, Andreolli, Montoya, Schelotto, Taider, Ranocchia, D’Ambrosio, Nagatomo, Dimarco. All. Roberto Mancini 6.5

ATALANTA (4-3-3) – Sportiello 7; Masiello 5, Stendardo 6, Cherubin 6, Dramé 6; Carmona 5, De Roon 7, Kurtic 7; Moralez 6.5 (19’ st D’Alessandro 5), Denis sv (24’ pt Pinilla 6), Gomez 6.5 (33’ st Migliaccio sv). A disposizione: Bassi, Giorgi, Bellini, Boakye, Estigarribia, Conti, Brivio, Raimondi, Grassi. All. Edoardo Reja 6.5

STEVAN JOVETIC (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – Chi ben comincia è già a metà dell’opera. E’ lui assieme a Brozovic a suonare la carica in campo ed è soprattutto lui a regalare la prima gioia all’Inter di Mancini: preciso destro a giro con la sfera che si insacca alle spalle di un fenomenale Sportiello. Per la squadra di Reja è lui l’Amaro Montenegro da digerire. SEMPLICEMENTE LETALE.

Ammoniti: Palacio, Manaj (I); Moralez, Carmona, Pinilla (A)

Espulsi: 26’ st Carmona (A)

Arbitro: Gianpaolo Calvarese di Teramo

Assistenti: Pegorin-Marrazzo   Quarto ufficiale: Gava  Addizionali: Giacomelli-Chiffi

Note: Angoli 9-1 per l’Inter. Recupero 2’ pt, 5’ st.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *