Roma senza insufficienze, Juventus quasi da senza voto

ROMA – E’ una Roma padrona, padrona del campo, del gioco, della manovra. E’ una Roma che non ha lasciato niente alla Juventus se non nel finale quando, forse adagiata sugli allori, ha giocato con sufficienza rischiando un pareggio che l’avrebbe punita eccessivamente per un atteggiamento sbagliato. Ma se si deve parlar dei voti la questione si fa ancora più difficile, è infatti arduo il compito di valutare la prestazione di molti giocatori della Juventus praticamente assenti seppur in campo. Nella Roma hanno brillato Pjanic e i neo acquisti Salah e Dzeko.

ROMA

dzeko

Szczesny 7: se fino a pochi minuti dal termine il voto non sarebbe stato più di un 6 sulla fiducia visto il poco impegno è con la parata su Bonucci in pieno recupero che si conquista un 7 più che meritato
Florenzi 6,5: praticamente non sbaglia una partita. Fa sempre più del semplice compitino diventando sempre più una colonna portante del gioco giallorosso. Pecca di precisione in alcune occasioni ma sono errori ancora perdonabili
Manolas 6,5: preciso, aggressivo quanto basta, puntuale in ogni fase di gioco: la sua è una prestazione più che sufficiente
De Rossi 7: l’esperienza che serve sempre, in ogni occasione. Lotta come giocatore e come capitano quando serve. Se qualcuno aveva ancora qualche dubbio sul suo ruolo di sostituto di Totti ora non può che dormire sonni tranquilli
Digne 6: più un maratoneta che un giocatore, la fascia per lui vuol dire correre avanti e indietro senza sosta. Al momento sembra essere in tutto e per tutto l’uomo che serviva a questa Roma
Nainggolan 7: quando si arrabbia fa quasi paura ed averlo contro non è certamente una passeggiata per nessuno sia in fase di gioco attivo che durante le “discussioni”. La sua grinta è uno dei pezzi forti della squadra di Garcia
Keita 6,5: niente da dire sulla sua prestazione, il piacere di ogni allenatore
Pjanic 8: impaurisce la Juventus colpendo di potenza il palo alla destra di Buffon nel primo tempo. Poi quando serve il colpo da maestro che sblocchi la partita lo tira fuori dal cilindro su calcio di punizione
Salah 6,5: il neo acquisto fa sorridere la dirigenza giallorossa che lo ha voluto. Mette in difficoltà gli avversari che difficilmente riescono a contenerlo. Gli manca solo il gol (Iturbe s.v.)
Dzeko 7: fa coppia fissa con Iago Falque che lo mette anche in condizione di segnare il gol che chiude la partita. Per la retroguardia avversaria è più di una semplice spina nel fianco (Ibarbo s.v.)
Iago Falque 7: l’assist a Dzeko vale quando quanto un gol. Con Dzeko si trova a meraviglia diventando l’incubo della difesa bianconera (Ljajic s.v.)

JUVENTUS

dybala

Buffon 7: incolpevole sui due gol avversari è lui che evita la disfatta totale della Juventus opponendosi al meglio agli attacchi della Roma
Caceres 5: come i compagni di reparto oggi non è in giornata diventando più un problema per Buffon che un aiuto. Una difesa tutta da rivedere
Bonucci 5,5: il più ordinato ma comunque troppo poco incisivo contro una Roma aggressiva fin dal primo minuto
Chiellini 5: tanta cattiveria e poco altro. Graziato per un fallaccio su Pjanic rimedia poco dopo il giallo, questi i due episodi che si ricorderanno maggiormente della sua prestazione
Lichtsteiner 4,5: il peggiore del suo reparto ci si accorge della sua presenza solo al momento del cambio (Pereyra 6: a fine partita ci si chiede perché non abbia giocato dal primo minuto. Il suo colpo migliore: l’assist per il gol di Dybala)
Sturaro 5,5: secondo Allegri la sua è una buona prestazione, noi gli auguriamo di essere in grado di fare molto di più visto che oggi si è visto davvero poco
Padoin 5: sottotono come molti dei suoi fa rimpiangere più del dovuto l’assente Marchisio (Cuadrado 5: deve ancora ambientarsi e si vede. Avrà tempo per diventare una pedina importante di questa Juventus)
Pogba 5: caricato di tantissima responsabilità viste le “cessioni d’oro” nel suo reparto è poco lucido e finisce per sbagliare anche i colpi elementari. Una condizione inspiegabile per un giocatore con le sue qualità
Evra 4: è un voto regalato per un giocatore che oltre agli innumerevoli errori commette due falli plateali rimediando il rosso che costringe la squadra a giocare in inferiorità numerica
Mandzukic 5: non ancora al meglio della condizione ha lasciato intravedere qualcosa di buono. Gli serve tempo (Morata 5: non fa molto meglio del suo predecessore)
Dybala 6: conquista la sufficienza grazie al gol che riaccende le speranze della Juventus di evitare la disfatta. Per il resto fa poco altro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *