Un’ottima Roma stende la Juve 2-1 all’Olimpico

ROMA – La Roma vince in casa 2-1 contro la Juventus. A segno nel secondo tempo Pjanic (61’), Dzeko (79’) e Dybala (87’). Un bel gioco da parte dei giallorossi, che fanno da padroni; i bianconeri si rialzano solo nei dieci minuti finali. È il peggior inizio di stagione nella storia della Juventus.

PRIMO TEMPO – È una delle partite più attese, si sa, e infatti Roma-Juventus regala subito emozioni. Si comincia ad alto ritmo, pressing insistente dei giallorossi con i bianconeri che faticano a uscire, messi in difficoltà soprattutto sulla sinistra. È al 10’ la prima occasione, sprecata, della Roma: Florenzi si libera a centrocampo, quattro contro tre, Lichtsteiner è in ritardo e Dzeko è libero a sinistra, ma la diagonale è imprecisa, e il contropiede si conclude in un nulla di fatto. Dall’altra parte è Dybala il più pericoloso quando punta l’area di rigore. La Juve soffre un po’ al centrocampo e subisce la pressione di Digne e Falque sulle fasce. Al 24’, il destro a giro di Pjanic, di interno collo, colpisce l’interno del secondo palo. È sempre la Roma a fare la partita per tutto il primo tempo; un po’ di nervosismo da parte dei bianconeri, tra qualche fallo e proteste di troppo.

SECONDO TEMPO – Continua il lungo momento difficile della Juventus, completamente schiacciata dalla Roma. Ci prova prima Pjanic al 57’, conclusione debole e facile per Buffon, chiamato in causa poco dopo sul sinistro di Dzeco sul primo palo. Al 60’ la Roma guadagna un calcio di punizione dal limite: Pjanic calcia benissimo, Buffon immobile. 1-0. La Juventus reagisce debolmente, Dybala trova una punizione dal limite che si perde sul fondo. Spazio a Morata al posto di Mandzukic, mentre Pogba sfodera un bel colpo di testa su corner di Dybala. Al 71’, Nainggolan prova il destro, splendido, di collo pieno, Buffon reattivissimo respinge. Occasione anche per Dzeko, sinistro da posizione ravvicinata, al 73’, e questa volta è Chiellini a immolarsi. La Juventus passa al 4-3-1-2 inserendo Pereyra e Cuadrado per Lichtsteiner e Padoin, sistema che dura pochissimo: al 78’, Evra viene espulso per doppia ammonizione a pochi minuti di distanza. Il colpo di grazia arriva per mano di Dzeko, che anticipa Chiellini su cross di Falque, e insacca di testa al 79’. Buffon salva i bianconeri dal 3-0 respingendo la conclusione di Falque su contropiede. All’87’ la Roma regala letteralmente una palla gol alla Juventus: Pereyra trova un bell’assist per Dybala, che deve solo metterla in rete. 2-1. Siamo già nel recupero quando i bianconeri prendono coraggio e sfiorano il gol del pareggio: Szczesny compie un mezzo miracolo sulla conclusione di testa di Bonucci. Finisce 2-1.

 

IL TABELLINO:

ROMA-JUVENTUS 2-1 (primo tempo 0-0)

MARCATORI: Pjanic (R), 16’ s.t.; Dzeko (R), 34’ s.t.; Dybala (J), 42’

ROMA (4-3-3): Szczesny; Florenzi, Manolas, De Rossi, Digne; Pjanic, Keita, Nainggolan; Falque (Ljajic, 89’), Dzeko (Ibarbo, 94’), Salah (Iturbe, 77’) (a disp.: Ucan, Ibarbo, Paredes, Gervinho, Castàn, Ljajic, Anocic, De Sanctis, Iturbe, Totti, Capradossi, Gyombér). All.: Garcia

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (Pereyra, 72’), Sturaro, Padoin (Cuadrado, 75’), Pogba, Evra; Dybala, Mandzukic (Morata, 62’) (a disp.: Alex Sandro, Rugani, Cuadrado, Rubinho, Barzagli, Morata, Zaza, Vitale, Neto, Pereyra). All.: Allegri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *