Le pagelle di Italia-Bulgaria 1-0: De Rossi su rigore liquida la pratica bulgara

TABELLINO: 

Italia-Bulgaria 1-0 (1-0 pt); marcatori: De Rossi (rigore)

ITALIA (4-3-3)

BUFFON 7 – Due parate fondamentali sugli unici due tiri in porta degli avversari. Mette una pezza alle sbandate difensive, mantenendo egregiamente a galla una squadra un po’ confusa.

DE SCIGLIO 6 – In Nazionale sembra essere tornato quello di una volta. Niente palloni regalai agli avversari, niente cross inguardabili. Pian pianino sta risalendo; ora lo aspettiamo anche con la maglia rossonera.

BONUCCI 6 – Un po’ troppo (e ingiustamente) sicuro di sé. A volte i dribbling riescono, a volte assolutamente no; ringrazia Gigi anche da parte nostra.

CHIELLINI 6,5 – Più realista e concreto del compagno di reparto; solida certezza della difesa azzurra.

DARMIAN 6,5 – Molto bene in difesa, soprattutto nelle coperture. Però ci si aspettava qualcosa di più in attacco.

PAROLO 6,5 – Bravissimo negli inserimenti; ci mette sempre una gran voglia e tanta corsa, anche se nella seconda parte di partita è vistosamente calato.

VERRATTI 6,5 – Detta bene i tempi a centrocampo, recupera qualche pallone importante e dopo l’espulsione di De Rossi si carica la squadra intera sulle spalle. Pirlo è ancora molto lontano, però la strada imboccata è quella corretta.

DE ROSSI 5,5 – Perfetto nella prima metà di gara: guida il centrocampo alla perfezione insieme a Verratti, dettando i ritmi giusti per gli attaccanti italiani, e trasforma il rigore-partita. Poi i nervi saltano e arriva il cartellino rosso(giusto), rievocando i vecchi fantasmi dei primi tempi in Nazionale. Da uno con la sua esperienza comportamenti del genere non possono essere tollerati.

CANDREVA 6,5 – Corre, scarta, crossa e tira: uomo tutto fare di ottima qualità. Tutto bene fin quando c’è la benzina, poi si spegne, trascinando nell’oblio quasi tutti i suoi compagni.

PELLE’ 6,5 – Si muove tanto e crea ottime occasioni, gli è mancato solo il goal.

EL SHAARAWY 7 – Il più positivo in campo. L’aria del Principato sembra avergli trasmesso una nuova vitalità; sulla fascia sinistra è imprendibile, corre, si beve gli avversari, tira. Anche a lui è mancato solamente il goal. Avanti così!

ZAZA 5,5 – Decisamente inferiore a Pellé; ora si capisce perché non abbia ancora esordito con la maglia bianconera, anche se ci stiamo chiedendo cosa ci faccia in Nazionale.

FLORENZI-EDER SV – Ravvivano i minuti finali della partita; non si è capito bene perché Conte li abbia tenuti in panchina così a lungo.

CONTE 6 – Azzecca i cambi rispetto alla formazione scesa in campo contro Malta, però quello che si è visto è abbastanza deludente. Dov’è finito il Conte dei 3 scudetti con la Juventus?

BULGARIA (4-2-3-1)

Mitrev 6 – Non sempre perfetto, tiene in piedi la baracca bulgara, limitando i danno di una sconfitta che poteva essere ben più dolorosa.

A.Aleksandrov-Bodurov 6 – Ci mettono il fisico e qualche scorrettezza di troppo per arginare la punta azzurra, riuscendo abbastanza bene nel loro intento.

Minev 5 – Soffre molto le ali azzurre, rimedia un’ammonizione ed esce prima del tempo per non peggiorare la situazione.

Minev 5,5 – Causa in modo ingenuo il rigore su Candreva e in difesa sembra sempre un po’ spaesato.

Popov 6 – Il numero 10 sulle spalle ha un peso importante; in qualche modo riesce a raggiungere la sufficienza, anche se da un leader ci si aspetta ben altro.

Chochev 5 – Delude ampiamente in mezzo al campo, sfigurando nel confronto con Dyakov.

Milanov 5,5 – Getta un po’ di scompiglio e apprensione in casa azzurra la sua incursione nel recupero, ma nulla di più.

Dyakov 6 – Uno dei pochi a salvarsi; a centrocampo imposta bene, anche se non viene quasi mai supportato dai compagni.

Nedelev 5,5 – Buona azione e buon tiro che mette i brividi a Buffon, per il resto poco incisivo.

 Mitsanski 4 – Buona partita fino all’espulsione, che mette fine alle speranze di pareggio della Bulgaria.

Bandalovski 5,5 – Spinge più del compagno che sostituisce, ma con ben poca efficacia.

Aleksandrov-Rangelov 6 – Cercano di tenere alte le speranze bulgare, mettendo in campo determinazione e qualche buona giocata. Forse dovevano partire negli 11 iniziali.

PETEV 5,5 – Con una squadra senza grandi talenti, riesce a non sprofondare contro l’Italia. Con qualche cambio più tempestivo, magari avrebbe potuto agguantare un buon pareggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *