L’Italia va: 1-0 alla Bulgaria ed Euro 2016 ad un passo. Fa tutto De Rossi (gol e rosso).

Italian midfielder Daniele De Rossi (C) celebrates with teammates after scoring on penalty the 1-0 goal lead against Bulgaria during UEFA EURO 2016 Group H qualifying round match at Renzo Barbera Stadium in Palermo, 6 September 2015. ANSA/MIKE PALAZZOTTO

 La Nazionale si porta a 18 punti (+2 sulla Norvegia e +4 sulla Croazia) nel girone H ed è con più di un piede in Francia. Bastano 3 punti in Azerbaijan per chiudere la pratica.

PALERMO – Dopo lo striminzito e piuttosto brutto 1-0 con Malta, il c.t. Conte aveva promesso un’Italia migliore contro i bulgari. Alla fine, in questa calda serata siciliana, il risultato è stato lo stesso ma, soprattutto nel primo tempo, il gioco è stato decisamente migliore: unico neo la scarsa vena in fase realizzativa che ci fa vincere col minimo scarto e con qualche brivido nel finale. Ma, al momento, va bene così: teniamoci i 3 punti e prepariamo le valigie per la Francia.

Italian forward Stephan El Shaarawy (L) fights for the ball with Bulgarian Yordan Minev during their UEFA EURO 2016 Group H qualifying round match at Renzo Barbera Stadium in Palermo, 6 September 2015. ANSA/LANNINO
Foto: ANSA/LANNINO

PARTENZA SPRINT – Parte subito forte la Nazionale dell’ex allenatore della Juve, con Pirlo in panchina, che dopo appena 40” può sbloccare il match: El Sharaawy, il migliore, sguscia via dopo un bel tocco di Pellè, allarga a Candreva, il cui tiro diventa un assist per la punta leccese che calcia verso la porta di piattone sinistro, il portiere respinge sulla linea, la palla s’impenna ed arriva ancora al “Faraone” che prova un’acrobazia e sfiora la traversa: è il preludio al gol che si rileverà decisivo. Passano infatti soli 3′ e Candreva “brucia” il distratto Veselin Minev, che lo stende ingenuamente: calcio di rigore. De Rossi dal dischetto non sbaglia e spiazza Mitrev, ma l’arbitro fa ripetere;  stesso lato ma tiro più forte ed angolato: intuisce stavolta Mitrev, ma non può nulla. Italia in vantaggio.

BUFFON DECISIVO, COMPAGNI IMPRECISI – L’unico brivido del primo tempo lo corriamo intorno al 20′: De Rossi perde palla in una zona “sanguinosa”, Mitsanski s’invola verso l’area di rigore e dal limite lascia partire un tiro pericoloso che Gigi Buffon manda fuori da fuoriclasse: 150 presenze oggi per il capitano azzurro, ancora un punto fermo nonostante l’età. Conte tira un sospirone di sollievo. Ricomincia allora a premere l’Italia, alla ricerca del 2-0 che metterebbe al riparo da brutti scherzi:  va a vicino al gol con Pellè di testa, sugli sviluppi di una punizione battuta da Verratti, padrone del centrocampo a cui dona quantità e qualità. El Sharaawy è ispirato come ai bei tempi, Pellè funge da boa per gli inserimenti dei compagni: il gioco c’è ma la palla non vuole saperne di entrare. Ci provano De Sciglio (buona la sua prova) Candreva, Parolo ed ancora l’attaccante del Southampton, ma niente da fare. Si va al riposo in vantaggio di un gol.

Italian midfielder Daniele De Rossi leaves the pitch after his ejection during UEFA EURO 2016 Group H qualifying round match at Renzo Barbera Stadium in Palermo against Bulgaria, 6 September 2015. ANSA/LANNINO
foto:  ANSA/LANNINO

DE ROSSI CI RICASCA – L’inizio della seconda frazione è simile al primo, con il “Faraone” del Monaco che corre subito forte verso l’area bulgara e serve una bella palla al limite a Parolo che impegna ancora Mitrev. Dopodichè comincia ad affiorare la stanchezza e al 60′ Daniele De Rossi, l’autore del gol, si ritrova a far i conti con i vecchi “fantasmi” del passato (Mondiali 2006) e commette un fallo di reazione su Mitsanski, reo di averlo colpito con una ginocchiata alla schiena: rosso per entrambi e squadre in 10. Conte a fine partita chiuderà sull’argomento con un secco e diretto: “Non lo deve fare”. Niente di più semplice e soprattutto vero.

BRIVIDO FINALE – La partita va avanti con pochi sussulti: l’Italia cala fisicamente e la Bulgaria incide poco, nonostante neanche il pareggio le basterebbe per mantenere in vita le residue speranze di qualificazione. Conte inserisce Florenzi, Eder e Zaza ma incidono poco. Partita non chiusa, però, vuol dire partita sempre a rischio. Ed eccolo puntale il brivido nei minuti finali: penetrazione centrale di Milanov al 90′, tiro piuttosto centrale e Buffon ancora presente. L’Ital-Conte si salva e corre verso Francia 2016.

 

ITALIA-BULGARIA 1-0

MARCATORI: De Rossi su rigore al 6’ p.t
ITALIA (4-3-3): Buffon 7; Darmian 6.5, Bonucci 6, Chiellini 6, De Sciglio 6; Verratti 6.5, De Rossi 5.5, Parolo 6.5; Candreva 6.5 (dal 40’ s.t. Eder s.v.), Pellè 6.5 (dal 26’ s.t. Zaza 5.5), El Shaarawy 7 (dal 28’ s.t. Florenzi s.v.) (Sirigu, Padelli, Criscito, Barzagli, Soriano, Pirlo, Immobile, Gabbiadini, Vazquez). All. Conte.
BULGARIA (4-2-3-1): Mitrev 6; V.Minev 5.5, Aleksandrov 6, Bodurov 6, Y.Minev 5 (dal 18’ s.t. Bandalovski 5.5); Dyakov 6, Chochev 5; Nedelev 5.5 (dal 21’ s.t. Alexandrov 6), Popov 6 (dal 26’ s.t. Rangelov 6), Milanov 5.5; Mitsanski 4 (Makendzhiev, Terziev, Hristov, Manolev, Ivanov, Slavchev, Tonov, Zlatinski) All. Petev.
ARBITRO: Karasev (Russia).

Espulsi: De Rossi (reazione) e Mitsanski (gioco violento) al 10’ s.t.. Ammoniti: Y. Milnev, Rangelov, Diakov

foto: Ansa/Lannino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *