European qualifiers, 7^- 8^ giornata: Austria, Inghilterra, Islanda e Rep.Ceca volano in Francia. Passi in avanti per Italia e Spagna, Olanda vicina al baratro

qualificazioni euro 2016
qualificazioni euro 2016

Le qualificazioni ad Euro 2016 continuano a regalare sorprese ed emozioni. A due giornate dalla conclusione della fase a gironi (a novembre ci saranno i playoff tra le terze classificate, fatta eccezione per la migliore tra queste che staccherà già ad Ottobre il pass per la Francia), abbiamo i nomi delle prime qualificate. Ci si aspettava di avere squadre come Germania, Italia e Spagna ed invece le prime qualificate sono, oltre alla pronosticabile Inghilterra e alla Francia padrona di casa, Islanda, Rep Ceca e Austria. Sono vicine alla qualificazione Galles, Germania, Italia, Portogallo;  tutte le altre, invece, si giocheranno il tutto per tutto negli ultimi due turni che si disputeranno ad Ottobre. E ci potrebbero essere grosse sorprese, come ad esempio la probabile eliminazione dell’Olanda, arrivata sul podio negli ultimi due mondiali, ma che oggi sembra la lontanissima parente della bellissima nazionale vistasi in Sudafrica ed in Brasile.

Islanda

Gironi A–E – Nel girone A ci sono già due qualificate: Islanda e Rep. Ceca. Si giocheranno la terza piazza Turchia e Olanda, con i primi favoriti dopo il successo interno nello scontro diretto (3-0 con un super Arda Turan). Nel gruppo B, la sorpresa Galles continua a guidare il girone trascinata da un grande Bale e da una difesa ermetica. Il Belgio, una delle favorite per la vittoria finale, dovrebbe piazzarsi secondo, mentre Bosnia e Israele lotteranno per la terza piazza. Nel girone C, la Spagna ha battuto la Slovacchia e si è portata in testa al girone. La partita con la Macedonia è stata invece decisa da un buffo autogol, confermando le difficoltà della roja nell’imporre la sua superiorità durante queste qualificazioni. Discorso simile per la Germania, che ha superato la Polonia, si è ripresa la vetta del girone, ma ha sofferto tantissimo in Scozia nonostante l’imbarazzante superiorità tecnica. L’Inghilterra festeggia tre volte: per aver staccato il pass per la Francia, per la vittoria matematica del girone e per il sorpasso effettuato da Rooney su Charlton (50 gol).

Repubblica Ceca

Girone F-I – Il girone F è sicuramente quello più equilibrato: in testa troviamo l’Irlanda del Nord trascinata da un superlativo Lafferty, alle spalle è corsa a tre per il secondo e terzo posto, con Romania, Ungheria e Finlandia che si giocheranno tutto negli ultimi due turni. Nel girone G c’è il dominio totale dell’Austria: i 22 punti su 24 e il successo per 4-1 in Svezia testimoniano il grande stato di forma della nazionale di Koller. La Russia è adesso seconda: Slutsky, subentrato a Capello, ha iniziato alla grande la nuova avventura battendo prima la Svezia in casa e poi il Liechtenstein per 7-0 in trasferta. Nel girone H, c’è stato il suicidio della Croazia che ha racimolato un solo punto (e nessun gol) contro Azerbaigian (0-0) e Norvegia (sconfitta per 2-0): adesso la nazionale di Perisic e Kovacic si trova terza dietro Norvegia e Italia, situazione che ha causato l’esonero di Kovac. L’Italia, seppur zoppicando, ha invece battuto Malta con il gol (di mani) di Pellè e la Bulgaria con il rigore di De Rossi. Infine nel girone I, il Portogallo coglie un successo importantissimo in Albania grazie al gol di Veloso nel recupero. Albania e Danimarca (che ha una gara in più), si giocheranno la seconda piazza: gli albanesi, nello scontro di fuoco contro la Serbia, cercheranno di conquistare lo storico traguardo.

 

CLASSIFICHE GIRONI

A – Islanda e Repubblica Ceca 19, Turchia 12, Olanda 10, Lettonia 4, Kazakistan 2.

B – Galles 18, Belgio 17, Israele 13, Bosnia 11, Cipro 9, Andorra 0.

C – Spagna 21, Slovacchia 19, Ucraina 16, Bielorussia 7, Lussemburgo 4, Macedonia 3.

D – Germania 19, Polonia 17, Irlanda 15, Scozia 11, Georgia 6, Gibilterra 0

E
– Inghilterra 24, Svizzera 15, Slovenia 12, Estonia 10,  Lituania 9, San Marino0.

F – Irlanda del Nord 17, Romania 16, Ungheria 13, Finlandia 10, Far Oer 6, Grecia 3

G – Austria 22, Russia 14, Svezia 12,  Montenegro 11, Liechtenstein 5, Moldavia 2.

H – Italia 18, Norvegia 16, Croazia 14, Bulgaria 8, Azerbaigian 6, Malta 2.

I – Portogallo 15, Danimarca 12, Albania 11, Armenia 2, Serbia 1*(*3 punti di penalizzazione per gli scontri di Belgrado)

 

Qualificate: Francia (padrona di casa), Islanda, Rep. Ceca, Inghilterra, Austria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *