Tennis, Us Open: Novak Djokovic è il nuovo re. Per il serbo terzo slam stagionale, sconfitto in finale Roger Federer

Novak Djokovic conquista gli Us Open per la seconda volta in carriera

NEW YORK – Novak Djokovic ripete la strepitosa stagione del 2011 e conquistando il titolo agli Us Open si aggiudica il terzo slam personale dell’anno. In finale batte ancora una volta un grandissimo Roger Federer, come successo nell’ultimo atto anche a Wimbledon.

hi-res-13ee9056f5207cf8ac44b348f6652804_crop_north
Il pugno del serbo che in questa stagione si è aggiudicato tre slam

PARI – Dopo tre ore di ritardo (causa pioggia) inizia la tanto attesa finale fra i due giocatori più forti del mondo al momento. Nole imprime subito un buon ritmo e nel terzo game è già break (2-1). Roger, però, è già in partita e piazza subito la zampata per rientrare (2-2). Nole ci riprova nel settimo game e dal 30-0 Roger, strappa nuovamente il servizio al rivale (4-3). Nel decimo gioco Nole tiene la battuta a zero e si aggiudica il primo set (6-4). In avvio di secondo, Nole rischia nel secondo game, annullando 5 palle break (1-1), poi nei turni successivi entrambi tengono agevolmente il servizio (4-5). Roger decide di spingere, ma manca due set point e Nole si aggiudica il game più lungo della partita (5-5). Roger si carica ancora di più e nel dodicesimo gioco strappa a 30 il servizio al rivale grazie ad un rovescio incrociato che gli permette di rientrare nel match (5-7).

hi-res-0ecffe12684e0835f8ad8c9d8b380bda_crop_north
Roger Federer, 34 anni, si è dovuto arrendere in finale come a Wimbledon

SVOLTA – Nole non si scompone e nel terzo game dal 40-15 Roger, riesce a portarsi avanti di un break (2-1), ma subito dopo con due doppi falli disfa tutto (2-2). Il momento cruciale dell’incontro arriva sul 3-4 Roger: prima lo svizzero recupera da 40-0, poi non sfrutta due palle break che l’avrebbero mandato a servire per il set. Qui Nole si carica (visto che i 23 mila dell’Arthur Ashe sono quasi tutti schierati per Federer!), tiene il servizio (4-4), annulla tre palle del 4-5 Roger ed ottiene il break con due errori dello svizzero (5-4). Sembra finita, ma Roger si procura ancora due palle break, prima che Nole recupera e chiude alla prima occasione utile (6-4). Nel quarto set Roger sembra aver poca benzina dopo aver speso tanto nelle prime tre ore di gioco e Nole ne approfitta alla grande portandosi sul 5-2 con un doppio break. Il serbo, però, si pianta sul più bello, con Federer che prova il tutto per tutto senza niente da perdere (5-4). Nel secondo turno di servizio per diventare campione, Nole è costretto ad annullare altre tre palle break, ma al primo championship point può cominciare la festa (6-4).

0B54379B-05BB-4B58-A3B4-D44B6DAC733B_mw1024_s_n
La grinta di Novak Djokovic che si è esaltato con il pubblico schierato dalla parte del suo avversario

AVVERSARI – Guardando il tabellone completo degli Us Open e gli avversari che hanno dovuto sconfiggere i due finalisti balza subito all’occhio come Roger Federer non abbia mai perso un set fino alla finale. Gli avversari dello svizzero sono stati l’argentino Mayer, il belga Darcis, il tedesco Kohlschreiber, l’americano Isner, il francese Gasquet ed il connazionale Wawrinka, rivali tutt’altro che semplici, ma che Roger ha saputo battere facendo sembrare tutto molto facile. Il numero 1 al mondo Novak Djokovic, invece, dopo aver sconfitto il brasiliano Souza, l’austriaco Haider Maurer ed il nostro Seppi in tre set, ne ha lasciato per strada uno con gli spagnoli Bautista Agut e Lopez, prima di compiere la partita perfetta in semifinale con il campione uscente Marin Cilic.

TERZO SLAM – Come già capitato nel 2011, Novak Djokovic conquista tre Slam nello stesso anno, fermandosi alla finale “solo” al Roland Garros. Per il serbo si tratta del decimo titolo in un Major, il secondo a New York. Il tennista 28enne conquista il 55esimo titolo in carriera, il settimo in questa stagione, dove oltre ai tre Slam si è aggiudicato i Master 1000 di Miami, Indian Wells, Montecarlo e Roma.

I risultati di oggi:

Finale maschile:

Djokovic b. Federer 6-4, 5-7, 6-4, 6-4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *