A San Siro arriva il Palermo: il Milan, dopo il KO nel derby, è obbligato a vincere

Milan – Sabato sera, nel match valido per il quarto turno di Serie A, il Milan sfiderà il Palermo a San Siro. Dopo la sconfitta nel derby (1-0, rete di Guarin), i rossoneri devono obbligatoriamente cogliere i tre punti. Il solo successo ottenuto nei primi tre turni, frutto tra l’altro del risicato 2-1 contro l’Empoli, non può essere salutato con entusiasmo né dai tifosi, che si aspettano ben  altre prestazioni, né dalla dirigenza, che pretende da Mihajlovic gioco divertente e soprattutto risultati ben diversi dopo aver speso milioni su milioni durante il mercato estivo. È stata una settimana ricca di notizie su tutti i fronti in casa Milan. Innanzitutto fuori dal campo la firma ufficiosa di Mr Bee e l’addio al progetto stadio, dettato soprattutto dalla voglia di Berlusconi di rimanere nella Scala del calcio. Per quanto riguarda le vicende di campo, invece, si è assistito al ritorno prepotente di Balotelli sui giornali e nel progetto milanista e alla preparazione per il primo trittico di partite da disputarsi in una settimana. Super Mario, dopo l’ottima mezzora giocata nel derby, è stato celebrato da più parti (forse è troppo presto però per parlare di un ritorno in grande stile del numero 45) e soprattutto si candida ad un posto da titolare nel match di Sabato sera. Inoltre, visto l’imminente turno infrasettimanale, probabilmente Mihajlovic ruoterà i tre attaccanti o, in caso di necessità, passerà al tridente. Dai vari Bacca, Luiz Adriano e Balotelli ci si aspetta molto a partire già dai prossimi match contro Palermo, Udinese e Genoa.

Luiz Adriano
Palermo – Ben altro clima si respira in casa Palermo. I rosaneri, nonostante la perdita di Dybala, sono partiti benissimo cogliendo due vittorie contro Genoa e Udinese e pareggiando contro il Carpi. Anzi, proprio il pareggio contro la matricola guidata da Castori, ha lasciato l’amaro in bocca a Iachini, che sperava di arrivare a San Siro a punteggio pieno e di mantenere la vetta della classifica assieme all’Inter. Però i sette punti ottenuti sinora rappresentano un ottimo bottino per la squadra di Zamparini, che può guardare con grande ottimismo al prosieguo del campionato. Gli acquisti di El Kaoutari, Hiljemark, Gilardino e Djurdjevic sono stati tutti mirati e la squadra di presenta abbastanza completa ed equilibrata in tutti i reparti. Sicuramente Iachini proverà a giocarsela a viso aperto a Milano, con la coppia d’attacco Vazquez  – Gilardino che potrebbe mettere in difficoltà la non irreprensibile difesa rossonera.

Maurizio Zamparini
Probabili formazioni – Il Milan dovrebbe scendere in campo con il consueto 4-3-1-2, a meno che Mihajlovic non venga sin da subito tentato a schierare le tre punte sacrificando conseguentemente il trequartista (nella fattispecie Honda). Iachini invece schiererà i suoi col solito 3-5-1-1: da segnalare il ritorno di Rigoni a centrocampo, dopo lo stop che gli ha fatto saltare il match contro il Carpi.
Ecco i probabili XI:
Milan – Lopez; Abate, Romagnoli, Zapata, De Sciglio; Bonaventura, Montolivo (De Jong), Kucka; Honda;  Luiz Adriano (Balotelli), Bacca.
Palermo – Sorrentino; Vitiello (Struna), Gonzalez, El Kaoutari; Rispoli, Rigoni, Jajalo, Quaison (Hiljemark), Lazaar; Vazquez, Gilardino.
Arbitrerà Carmine Russo di Nola

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *