Le pagelle di Milan-Palermo 3-2: Super Bacca e Super Bonaventura trascinano i rossoneri alla vittoria

Milan-Palermo 3-2 (2-1 p.t)

Marcatori: Bacca(21′ p.t), Hiljemark (32′ p.t.), Bonaventura (40′ p.t), Hiljemark (27′ s.t.), Bacca (30′ s.t.)

MILAN (4-3-1-2)

DIEGO LOPEZ 4,5 – Due tiri, due goal. Cade una delle poche certezze rossonere. C’è qualcosa che non quadra.

ABATE SV – Esce quasi subito per un problema muscolare.

ZAPATA-ROMAGNOLI 5,5 – Le poche distrazioni contro un attacco non proprio irresistibile vengono subito pagate a caro prezzo. Non si può buttare sempre al vento buone prestazioni per errori banali. Entrambi sono in crescita, ma per puntare in alto serve una marcia in più.

DE SCIGLIO 6 – Ogni tanto ricompare sulla fascia, mettendo in area qualche cross alla buona; in difesa fa il suo compitino, non una virgola in più. Attento che in panchina qualcuno inizia a scalpitare!

KUCKA 6,5 – Decisamente una buona prestazione: ottimi gli inserimenti in attacco e buone le chiusure in difesa. Al momento sembra uno dei migliori acquisti; avanti così!

MONTOLIVO 6,5 – Il capitano, dopo il derby, offre un’altra buonissima prestazione, per mettere a tacere le voci di chi lo dava già per finito. Vecchio leone.

BONAVENTURA 7 – Per mezza partita ha illuminato San Siro con delle magie mai viste prima da parte del buon Jack. L’assist di tacco, la punizione pennellata.. Sembrava quasi di vedere Messi in campo. Peccato che col passare dei minuti abbia staccato lentamente la spina.

HONDA 6 – Anche lui fa il suo dovere, nulla di più, nulla di meno. Da uno che porta sulle spalle il numero 10 è doveroso aspettarsi molto di più,

BACCA 8 – Apre e chiude le marcature rossonere; nel mezzo tanto movimento e tanta voglia di far crescere la squadra, dimostrando di essere il leader in attacco che il Milan cercava da tempo. Questa volta gli perdoniamo anche qualche tocco di fino di troppo.

LUIZ ADRIANO 5 – La copia sbiadita del Luiz Adriano della prime partite. Si perde nella nebbia in val Padana, ed è preoccupante, visto che la nebbia a Milano a settembre non si è mao vista.

CALABRIA 7 – Esordisce alla grande a San Siro, a soli 18 anni dimostra di avere la maturità e i nervi saldi di un leader. Spinge senza timori e mette le pezze alla difesa traballante. Il titolo di rivelazione dell’anno, probabilmente, non glielo toglie nessuno. Bravissimo!

BALOTELLI 5,5 – Entra ma non incide affatto, tanto che esce dal campo con la cresta in perfetta piega.

POLI SV

MIHAJLOVIC 7 – Suona la sveglia e trasmette la giusta carica alla squadra; la sua mano sta iniziando a vedersi sul terreno di gioco. Peccato per i black out difensivi: urge una bella tirata d’orecchie.

 

PALERMO (4-3-2-1)

SORRENTINO – Fa delle buone parate, soprattutto nel primo tempo, che tengono in partita i rosanero, anche se sul goal di Bonaventura inspiegabilmente va a schiacciare un pisolino sul palo opposto. Nulla può contro il tornado Bacca.

STRUNA 6 – Sulla fascia non perde il confronto con De Sciglio, prediligendo maggiormente la fase difensiva, vista anche la serata stellare di Bonaventura.

GONZALEZ-EL KAOUTARI 5 – Bacca e Bonaventura gli fanno passare una bruttissima serata milanese a passo di samba. Magari andranno a consolarsi in qualche locale di Corso Como.

LAZAAR 5,5 – Fatica a contenere l’esuberanza di Kucka e Calabria, anche se spesso si fa vedere in attacco.

JAJALO 5,5 – Soffre molto il confronto con due mastini come Montolivo e Kucka, abbastanza poco incisivo.

HILJEMARK 7,5 – Migliore dei rosanero; si inventa due goal da grandissima punta, nonostante sia un centrocampista. Altro prezioso gioiellino scovato dal Palermo, davvero bravo.

CHOCHEV 4,5 – Probabilmente le qualità ci sono, ma in questa partita si è completamente estraniato dal gioco.

QUAISON 5,5 – La grinta non manca, la concretezza un po meno. Ci prova ma senza mai creare troppi patemi alla difesa rossonera.

VAZQUEZ 4,5 – Ah ma giocava anche lui? Se questo è il futuro talento dell’Italia non c’è molto da rallegrarsi.

DJURDJEVIC 5 – Impalpabile in attacco, non crea nulla ma non fa nemmeno danni.

GILARDINO 5,5 – Prova a dare la scossa in attacco, anche se i rifornimenti sono pochi.

TRAJKOWSKI-RIGONI SV 

IACHINI 5,5 – Deve ringraziare Hiljemark che ha tenuto in piedi la squadra per quasi tutta la partita; un passo indietro rispetto alle buone prestazioni di inizio stagione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *