ATALANTA-VERONA: POCHI COLPI, TANTA TESTA

Foto LaPresse - Mauro Locatelli 20/09/2015 Bergamo ( Italia)

BERGAMO – Il campo parla di due squadre alla pari, partita noiosa e con pochi spunti, per lo meno fino all’ 89’, quando due colpi di testa fanno pentire i tifosi che avevano già abbandonato l’Atleti Azzurri d’Italia.
Per l’Atalanta è il terzo risultato utile, dopo la vittoria con il Frosinone e il pareggio a Sassuolo; terzo pareggio invece per il Verona, che non ha ancora trovato la via dei tre punti.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Le condizioni climatiche sono ideali, peccato per la partita uggiosa.
Basti pensare che nel primo tempo l’Atalanta non è mai riuscita a tirare in porta.
 Al 25’ Paletta impatta Toni, il campione del mondo ha la peggio ed è costretto a uscire dal campo, lasciando spazio a Pazzini, ex di turno.
 I ritmi sono lenti e compassati, le squadre non si vogliono scomporre.
Il secondo tempo riparte con lo stesso copione del primo; Kurtic è l’unico che cerca di impensierire Gollini, senza però creare pericoli concreti.
Buona la prova dei terzini nerazzurri, sono tanti i cross in area non sfruttati.
Al 79’ la svolta del match: Jankovic, già ammonito, entra da dietro su Masiello, inevitabile il secondo giallo per il serbo che lascia il Verona in dieci.
Reja inserisce Raimondi per dare sostanza alla spinta offensiva.
Le squadre sono stanche, il pareggio sembra ormai scritto, ma all’ 89’ Gomez mette in mezzo un pallone dalla sinistra, Moralez è lasciato solo in area (probabilmente troppo basso per essere marcato), e incorna facile facile.
Un minuto dopo Greco sfiora il pari.
 Al 96’, a tempo scaduto, Viviani batte l’ultima punizione del pomeriggio, sul secondo palo sbuca Pisano che riesce a impattare, la palla finisce sul palo e poi in porta, Sportello battuto e semi-incolpevole.
Per l’Atalanta sono due punti persi, anche se le statistiche parlano di un pareggio legittimo.

TABELLINO
ATALANTA-VERONA 1-1

MARCATORI: Moralez (A), Pisano (V)
AMMONITI: Souprayen (V), Jankovic (V), Sala(V), De Roon (A), Gollini (V), Raimondi (A), Monachello (A)
ESPULSI: Jankovic (V)
ARBITRO: Fabio Maresca

VERONA 4-3-3: Gollini 6, Pisano 7, Marquez 6.5 (Bianchetti 6), Moras 6, Souprayen 5.5, Sala 5 (Siligardi s.v.), Viviani 6.5, Greco 6, Jankovic 4.5, Toni s.v. (Pazzini 5.5), Gomez 5.5.

ATALANTA 4-3-3: Sportiello 6.5, Bellini 6.5, Paletta 5.5, Stenderdo 6, Masiello 6 (Raimondi s.v.), Grassi 6 (Cigarini 6), De Roon 6, Kurtic 5.5, Gomez 6.5, Moralez 6.5, Denis 5 (Monachello s.v.).


TESTA A EMPOLI – Nessuna pausa questa settimana, stamattina tutti a Zingonia per preparare la sfida contro l’Empoli di giovedì sera.
Chi ha giocato ha svolto un lavoro defaticante, mentre il resto del gruppo ha la lavorato sulla tecnica e sulla tattica, con partitelle a campo ridotto.
Intanto Dramè sembra avere smaltito il mal di schiena, Pinilla torna arruolabile e con l’Empoli è favorito dopo la prestazione opaca di Denis.
A centrocampo potrebbe rivedersi Cigarini, a scapito di De Roon. 
L’Empoli arriva da una vittoria in rimonta a Udine, e un buon pareggio contro il Napoli. E’ una squadra quadrata, che fa della consistenza la sua forza, con una difesa ormai consolidata e un Saponara che sta dimostrando il suo reale valore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *