Volley femminile, Nazionale a Napoli, bagno di folla, è qui la festa

NAPOLI – Il ritorno del grande volley internazionale a Napoli è davvero un’occasione speciale, per una città affamata di questi eventi, in un Palavesuvio che riprende vita, anzi si riaccende per due amichevoli di lusso tra l’Italia di Bonitta in piena preparazione Europei (dal 26 settembre al 4 ottobre in Belgio e Olanda) e la Nazionale della Germania guidata da Pedullà.

 italiavolleyfemminile

L’ EVENTO – Davvero una gioia vedere tanti appassionati in una due giorni di volley, che ha riacceso la passione dei tanti praticanti e appassionati di Napoli e della Campania, grande merito alla Federazione Campania e al comitato di Napoli nelle persone dei Presidenti Boccia e Capolongo che hanno fortemente voluto quest’evento che ha richiamato quattromila persone in entrambi i giorni di gara, con in più la copertura televisiva di raisport per la gara di domenica e con un PalaVesuvio trasformato in un villaggio, con stand posizionati nell’area all’aperto del palazzetto stesso, che hanno accolto le tante persone accorse, davvero una calorosa accoglienza, forse anche troppo calda, unica nota dolente, di un palazzetto che ancora non ha ripristrinato l’impianto di climatizzazione.

SPORT & SOCIALE – Due giorni dedicati anche a messaggi importanti lo slogan “un muro contro le mafie” è stato coniato per ricordare Giancarlo Siani il giornalista ucciso dalla camorra il 23 settembre 1985. Per il trentennale della sua scomparsa l’Associazione Nazionale Magistrati, in collaborazione con la Fondazione Pol.i.s., l’Associazione Giancarlo Associazione, la FIPAV, il Comitato Regionale Campania e il Comune di Napoli, ha promosso l’iniziativa dal titolo “Un muro contro le mafie” stampato anche sulle magliette indosssate dalle ragazze delle due Nazionali, durante gli inni, nella gara di domenica, trasmessa dai Raisport 2. Lodevole anche l’iniziativa pomeridiana patrocinata dal Coni e promossa da Libera e dal Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti delle criminalità, che ha visto confrontarsi una rapppresentativa under 15 contro gli amici di Siani.

LE NAPOLETANE – A rendere ancora più entusiasmante le due serate è stata anche la presenza delle 4 giocatrici napoletane cominciando dal capitano Antonella Del Core, il libero Monica De Gennaro, Valentina Tirozzi e e Cristina Chirichella, osannate dal pubblico e applaudite anche dai tanti familiari e dirigenti che le hanno viste muovere i primi passi, tutti presenti sugli spalti, accorsi ad applaudirle; a completare la festa, anche il sindaco De Magistris che ha riservato loro un premio speciale.

GARA 1 – Un minuto di silenzio per ricordare un allenatore che ha fatto la storia  della pallavolo femminile Sergio Guerra, apre le due giornate di gara. Dal punto di vista prettamente tecnico le due partite hanno permesso a Bonitta in particolare, che ha portato in qesta trasferta napoletana 16 giocatrici, di provare diverse atlete e sondare il loro stato di forma, ha avuto risposte positive dagli elementi schierati cominciando dalla gara di sabato, dove il ritmo è stato un po’ blando, in cui le azzurre si sono imposte con un netto 3-0 e un triplice 25-20, con la Germania di Pedullà che in Kozuch e Brinker ha avuto i suoi attaccanti più incisivi, mentre nell’Italia si sono distinte Diouf e Del Core.

GARA 2 – Nella seconda gara di domenica, vinta 3-1 ( 25-21, 25-20 22-25, 25-16), Bonitta dà spazio a Malinov la seconda palleggiatrice che ha giocato nei primi parziali, dopo che in gara 1 aveva giocato Lo Bianco, al rientro in Nazionale, anche Pedullà dà spazio ad Apitz in palleggio, al posto di una Weiss titolare in gara 1. La gara è stata ben condotta dall’Italia nei primi parziali dove di banda nel corso della gara è stato dato spazio a Bosetti, Costagrande e Tirozzi, il terzo set è il più combattuto, ma una serie di errori permettono alla Germania di prendere il largo nel finale e arrestare il tentativo di rimonta italiana. La gara si conclude al quarto set dove l’Italia fa di nuovo la voce grossa con Chirichella a muro, Sorokaite in attacco e Tirozzi in battuta, ma anche con il ritorno in campo di una Del Core felicissima di questi due giorni napoletani, che si conclude con due vittorie importanti, e con tante indicazioni positive per Bonitta che ha dato spazio anche a Sansonna il secondo libero, in attesa di fare la prossima settimana le sue scelte definitive per gli Europei.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *