Genoa-Juventus, le pagelle!

Con spiacevole ritardo pubblichiamo.

Ecco le pagelle di una sfida cruciale probabilmente per il proseguio Juventino, sfida che porta la prima vittoria in campionato e che potrebbe rilanciare i Bianconeri.

GENOA

LAMANNA 4,5 Nulla può sull’autogoal, ma da l’impressione che con la reattività di Domenica, lo avrebbe siglato anche con un avviso di 40 minuti. Addormentato

BURDISSO 6 Tiene su la baracca. Esperto

IZZO 3 Ok, marcare Cuadrado non è facile. Ok, cerca di contenerlo. Ma prendere due cartellini così e così in poco e preso a questo livello è da dilettanti, anche contro C. Ronaldo. Impreparato

CISSOKHO 5 Lento, ma almeno non combina disastri, a parte pagare il casello a Pereyra e fargli fare il cross dello 0-1. Lemure.

FIGUEIRAS 4 Fare fallo a Chiellini nella propria area di rigore e non nella sua è per pochi. Farlo così stupidamente, da ancora meno. Per intenditori

DE MAIO 5,5 Il migliore assieme a Burdisso dietro. Questo dice tutto.

LAXALT 6 Pimpante, veloce, propositivo, ma se predichi nel poco poco fai. Sprecato

DZEMAILI 5 E’ un buon giocatore, ma se gli togli i calci piazzati che calcia oggettivamente benissimo, è anche un normale giocatore. Bravino

RINCON 6 Benino, meglio di molti compagni. Perde Pogba sullo 0-1, ma il Francese è anche molto bravo nel bruciarlo.

CAPEL 6,5 Pimpante, come Laxalt. Cala anche lui perchè da solo non vinci le partite manco se sei Messi, figurati se sei Capel. Dinamico

NTCHAM 6,5 Anche lui in palla. Sarà un arma in più per il Grifone, acculando via via minuti.

PEROTTI 6,5 Se Izzo non dovesse tornare alle elementari in quanto ad ingenuità, sarebbe rimasto in campo e (forse) sarebbe andata diversamente. Sacrificato

ALL. GASPERINI 6 Parte come doveva, cercando di dominare la Juve, e per i primi 20 minuti la mette alle corde. Ma se poi i tuoi non tirano mai, se non hai un vero riferimento in mezzo all’area, se uno dei tuoi si addormenta, che ci puoi fare? Per i miracoli si attrezzerà.

JUVENTUS

BUFFON 6 Di stima. Il Genoa domina i primi 20 minuti e lui rimane inoperoso, pensate dopo. Pic nic.

LICHTSTEINER 6,5 Contiene Laxalt, e fa il suo. Certezza.

BARZAGLI 7 Affidabile come un’auto Tedesca, ma senza omissioni. Muro.

CHIELLINI 7 Come Barzagli, anche se lui picchia e viene picchiato di più. Prima o poi dovevano picchiarlo anche fuori dalla sua area, accade ed è 0-2. Anima.

EVRA 6,5 La concorrenza gli fa bene. Qualità e continuità. Qualitativo.

LEMINA 6,5 Esordio condito da tanta sicurezza. Tenace e rude. Legna.

POGBA 7- Oooohhhh finalmente, dopo Manchester un’altra prova da Pogba, che decide di fare il Pogba e gioca usando i suoi numeri, non quelli di giocatori completamente non affini con le sue caratteristiche. E così facendo torna ad essere uno dei migliori in circolazione. Il meno deriva dal fatto che se costi 100000 milamiliardi, non puoi sbagliare da 0 metri il goal che porta comunque allo 0-1 grazie alla generosità di Lamanna. Forza.

STURARO 6 La vittoria di Manchester lo rigenera. Ritrovato.

CUADRADO 7,5 E’ lui il nuovo fulcro della Juventus. imprescindibile.

MORATA 6 Gioca poco, poi esce per un problema che pare serio. Sfortuna.

PEREYRA 7,5 Ritorna concreto, e per lui questo conta di piu’ che per altri. Cuore.

MANDZUKIC 6 Se ritrova un pò del suo cinismo, farà caterve di goal.

ALL. ALLEGRI 6,5 Preoccupa la timidezza dei primi minuti, ma la sua Juve ha di nuovo un gioco, un’identità, dei punti di riferimento ed il merito è suo.
Bravo.

ARBITRO VALERI 6: Riesce ad espellere un Genoano e fischiare un rigore contro il Grifone, al Ferraris, contro la Juve, senza venir travolto da polemiche (sterili). Il merito è tutto del Genoa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *