Napoli-Juventus, le pagelle: Pipita preziosissima, più ubriachi che Allegri

NAPOLI

Reina 7: La Juve non fa molto per impensierirlo, ma quando Zaza lo impegna lui c’è. Certezza.

Hysaj 6: Copre con diligenza. Ma non è un compito difficile. Compito.

Ghoulam 7: Compre e spinge. Spinta.

Albiol 5: Non chiude Morata sul possibile 2-2. Lento.

Koulibaly 5: Solido, ma l’assist a Zaza è da tre segni rossi. Assistman.

Allan 7: Recupera un sacco di palloni. Arcigno.

Jorginho 6,5: Fa il compito con autorevolezza. Maturo.

Hamsik 6: Si vede meno del solito, ma si sente. Cuore.

Lopez 6: Merito della Juve….Ricreazione.

Callejon 6,5: Non è quello di due anni fa, però corre e se Martins lo servisse, chiuderebbe la partita al 40′. Toro.

Higuain 7,5: Fa reparto e la differenza da solo. Campione.

Gabbiadini 5: Entra al posto del Pipita e la differenza c’è. Lui fa il fenomeno invece che mettersi al servizio della squadra. Per fortuna davanti c’era una squadra disorientata. Irritante.

Insigne 7: Veloce come sappiamo, tecnico, ora è diventato concreto. Peccato per il serio infortunio. Enfant prodige.

Mertens 5: Non gioca male, ma appena entra divora il 2-0. Contro altri avversari sarebbe pesato. Imbolsito

All. Sarri 6,5: Ha trovato la quadratura, ma non lo ammette, giocando a tre davanti. Concreto, poco umile a dispetto della sua immagine di uomo venuto dal basso, ma sta iniziando a fare bene e questo conta.

JUVENTUS

Buffon 5,5: Non molto impegnato nonostante il Napoli sia tre volte meglio della Juve, reattività bassa sui due goal. Acciaccato.

Padoin 5: Ma non per colpa sua. E’ il meno dotato della Juve, se gioca fuori ruolo….Sacrificato.

Alex Sandro 6: Combina nulla, ma è schierato troppo tardi. Ritardo.

Bonucci 7: Fa un aggancio da campione evitando che Martens si involi, è l’unico che si prende la squadra sulle spalle. Roccia.
Chiellini 6,5: E’ un pò appannato, ma da sempre tutto. Anima.

Evra 6,5: Fa tutto quel che può, assieme a Bonucci si prende la squadra sul groppone, anche nel post gara. Qualità.

Lemina 7: Unica nota dolce per la Juve di questo Settembre. E’ stato scovato un campioncino. Rude, ma corretto, ieri si toglie pure la soddisfazione del goal. Emergente.

Hernanes 4,5: Sarebbe un 4, ieri è stato disastroso. Lento, impreciso, l’unico passaggio andato a buon fine è per Higuaìn. Mezzo punto in più perchè lui non si sente regista, ed è Allegri che ce lo mette. Sconsacrato.

Cuadrado 5: Uomo della provvidenza, ha poco tempo ieri ma fa anche tanta confusione. Sconclusionato.

Pogba 4: Svogliato, inconcludente, fuori tempo sui contrasti aerei come una lavatrice in centrifuga in mezzo ad un concerto di musica sinfonica. Decadente.

Pereyra 5: Ci prova ma fa poco. Confuso.

Dybala 5: Non ci si accorge della sua presenza fino al cross per Lemina, aiutato però nell’occasione dalla chiusura imperfetta dei Napoletani. Abulico

Morata 6,5: Pochi minuti, non gli arriva quasi mai palla, e quasi pareggia. Riferimento.

Zaza 4: E’ vero che fa l’unico tiro pericoloso del primo tempo, ma perde palla sempre, e quando riceve un assist da Koulibaly si incarta come un cioccolatino in una fabbrica di quarto livello. Bocciato.

All. Allegri 3: Non ci sta capendo nulla, e lo ammette, perchè sta provando 4 moduli e 6 soluzioni diverse a partita. Il problema è che lo sta facendo in partite ed in un momento che non consentono incertezze, pena buttare via la stagione. Non si capisce perchè il falso tridente di Manchester sia stato abbandonato così in fretta, e se contro il Frosinone l’errore di risperimentare era perdonabile, contro quella che è una grande del campionato Italiano non lo è. Unica scusante gli infortuni, ma non bastano a giustificare scelte oggettivamente rivedibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *