Post Roma – Carpi e possibili mosse di Garcia in Champions contro il BATE

as roma 3

POST ROMA – CARPI – Sabato scorso gli undici di Garcia hanno sonoramente sconfitto il neo promosso Carpi, con un risultato quasi parente a quello tennistico (5-1). All’Olimpico il pubblico è rimasto divertito vista anche la continuità nelle giocate che ha accompagnato le reti giallorosse. In molti magari avrebbero preferito lasciare un paio di reti strada facendo anche nella gara pareggiata con qualche fatica due giornate prima contro il Sassuolo agguerrito di Di Francesco e nell’inciampo di Genova. Fatto sta che il netto possesso palla (63%) mostrato dalla Roma è stato il preludio dell’incisività nei passaggi completati (89%) che alla fine ha condotto a un risultato così rotondo, senza sminuire le qualità degli avversari. Il Carpi ha difeso come ha potuto ed è andato a segno con Borriello con un classico gol di testa in tuffo, poi ha rincorso e provato senza successo ad arginare le manovre dei capitolini per quasi tutta la gara. Gervinho è riapparso sulla fascia in una discreta condizione fisica oltre a segnare la terza rete per la sua squadra, ma servirebbe più continuità; bene anche Manolas che trova la gioia del primo gol in maglia giallorossa e Pjanic in cabina di regia in un centrocampo orfano di qualità tecnica nelle ultime giornate. A rovinare la festa (soprattutto alla vigilia del trentanovesimo compleanno di capitan Totti) è stata la spia dell’infermeria che si è accesa per lo stesso Totti (riacutizzato un problema sorto in una pregressa lesione nella regione ischiocrurale destra), Dzeko (lesione al legamento collaterale mediale destro) e Keita (il maliano ha riportato una lesione alla giunzione miotendinea del semimembranoso). Almeno due settimane terranno fuori i giocatori, probabile che i tempi di recupero per Totti siano più lunghi.

garcia1GARCIA E I GRATTACAPI DI REPARTO – Di sicuro per la sfida di domani contro il BATE in terra bielorussa non scenderanno in campo Totti e Dzeko in attacco e Keita a centrocampo. Probabile l’impiego da subito di Vaniqeur sulla mediana che non ha demeritato nel match contro il Carpi. Resta da capire come Garcia lancerà il tridente offensivo, se di tridente si vuole parlare: mancando la torre Dzeko il tecnico francese potrebbe puntare tutto su velocità e dribbling nello stretto. L’ipotesi è di schierare in attacco Salah e Iturbe sui settori laterali e Gervinho centrale, ma l’opzione di spostare il duttile Florenzi in avanti non è totalmente da scartare dal momento che tra i convocati figurano anche Maicon e Torosidis. Negli altri reparti Szcezny ha recuperato dall’infortunio e da qualche giorno si allena con i compagni, Falque è con la squadra e verranno valutate domani le sue condizioni. Garcia è concentrato sulla sfida di domani valida per la seconda giornata del girone E di Champions League. La sua Roma è partita bene in apertura contro il Barcellona e mira a fare altrettanto anche in terra ospite, il focus sulla gara ha fatto dimenticare al tecnico che domani sarà la sua centesima sulla panchina della Roma. Tutti vogliono festeggiarla nel migliore dei modi.

Probabili undici della Roma nella gara contro il BATE (ore 20.45):

De Sanctis (Szcezny); Maicon (Florenzi), Manolas, Castan, Digne (Torosidis); De Rossi, Pjanic (Vaniqeur), Nainggolan; Iturbe, Gervinho, Salah (Florenzi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *